» 24 giu 2021

Penn Battle BTL6000

BATTLE--Penn--BTL6000--still-coverPenn, brand storico della pesca conosciuto a livello internazionale per le sue realizzazioni di mulinelli rotanti per la traina ed il Big Game da almeno 90 anni, fu nel 1920 che infatti Otto Henze il suo fondatore registrò il primo marchio, ha negli ultimi anni posto un impegno sempre maggiore anche nella progettazione e realizzazione di mulinelli a bobina fissa. Erede dei gloriosi “Spinfisher®”, mulinelli robustissimi full metal dalla linea tradizionale di cui ricorre quest’anno  il 50° anniversario, questo “Battle™” della Penn che si pone come ideale collegamento tra i modelli “Torque®”  “Conquer™”   al top assoluto di gamma e la linea “Sargus™”.BATTLE--Penn--BTL6000-part-corpo-e-ghiera-innesto-dx

La linea Battle nasce dalla necessità di ottenere un prodotto di buona qualità, design accattivante e caratteristiche tecniche interessanti da posizionarsi nella fascia mediana tra i top di gamma e gli entry level. Mantiene però la costruzione “full metal” tipica della gamma superiore con corpo, rotore e placca sx in alluminio, oltre ovviamente alla bobina ed alla leva di avvolgimento per un peso complessivo di circa 618 gr. La fluidità dei movimenti èBATTLE--Penn--BTL6000--part-rullino-innesto-manovella-protezione-corpo garantita da 6 cuscinetti schermati, due posti sull’asse della girante, due sull’albero principale, uno in corrispondenza della bobina ed un altro all’interno del rullino scorri filo, oltre a quello monodirezionale dell’antireverse. Una scelta abbastanza essenziale e ragionata in funzioneBATTLE--Penn--BTL6000--part-interno-bobina-e-fermo-braided dell’effettiva utilità. Il gruppo frizione stagno è composto da 10 dischi alternati tra acciaio e HT-100™ lo stesso materiale con il quale sono composte le frizioni dei rotanti Penn da Big Game, affidabile al punto da garantire un Drag Max di 20 lbs effettive! La bobina in alluminio forgiato, è studiata e progettata appositamente per essere caricata in perfetta sicurezza con i multi fibre, il bordo superiore è trattato al nitruro diBATTLE--Penn--BTL6000-part-albero-bobina titanio per ridurre l’attrito e nella sua gola interna è stato disposto un anello in gomma che impedisce qualsiasi slittamento del trecciato sotto forti trazioni. Infatti di solito su bobine tradizionali si opta per un “sottofondo” o “backing” di dacron o nylon proprio per evitare questo fenomeno tipico dei braided. La leva di avvolgimento in alluminio si inserisce sulla girante con un robusto asse filettato in acciaio inox e l’archetto guidafilo è in alluminioBATTLE--Penn--BTL6000--part-braccetto tubolare di grossa sezione. Da segnalare anche l’assenza della leva di comando dell’ antireverse, la pinna di protezione in rilievo che segue il profilo del bordo inferiore del corpo, la seconda bobina di ricambio. Su questo Battle la Penn ha profuso parte delle tecnologie già collaudate su altri modelli con particolare cura all’equilibratura del rotore in quanto componente importante con il suo peso e per via delle masse in movimento. Il risultato è una discreta fluidità di tutto l’insieme, nonostante la robusta realizzazione in metallo, con un imbobinamento preciso. Buona ed efficiente anche la chiusura dell’archetto che avviene con facilità e senza incertezze, ben studiata la lunghezza e l’angolazione della leva di avvolgimento che facilità il recupero anche grazie al rapporto di 5.6:1 che permette di avvolgere 99 cm. di filo per ogni giro della leva. La frizione èBATTLE--Penn--BTL6000-part-manopola-ergonomica modulare sin dai valori minimi e molto potente nei valori massimi. Buona in generale l’equilibratura sulla canna grazie al piedino d’attacco disassato ed ergonomico come il pomello in plastica della manovella di avvolgimento.

VALUTAZIONI FINALI

 Aggressivo il design, con un occhio al “Japan Style”  con linee e forme già collaudate ed ormai acquisite anche dalle aziende cinesi di alta qualità dove Penn realizza i suoi prodotti con i suoi ingegneri nella fase del controllo qualità.  Indovinata  l’ anodizzazione in “gun Smoke” di componenti come la bobina e la leva di avvolgimento in tono con la verniciatura di finitura in nero matt, discretamente robusta anche alla prova “cacciavite” da me effettuata all’interno del rotore per verificarne la tenuta, da cui attendiamo conferma dalla prova salino protratta nel tempo. Nell’insieme un mulinello interessante per la sua complessiva robustezza strutturale, compatto ed equilibrato nell’utilizzo, con caratteristiche notevoli per quanto riguarda il max drag e la capienza della bobina di ben 365 mt di trecciato da 40 lbs. inBATTLE--Penn--BTL6000--part-bobina-e-fori-alleggerimento rapporto alle sue dimensioni concentrate. Un ottimo strumento questo Battle 6000 per il vertical jigging in virtù delle discrete caratteristiche meccaniche appena indicate che si abbina perfettamente ai nuovi dettami di questa tecnica che vedono l’utilizzo di canne sottili, reattive e progressive che facilitano enormemente la jerkata di  artificiali metallici pesanti, rispetto alla rigidità e pesantezza di fusti di concezione ormai superata. Ma anche un attrezzo da dedicare allo spinning pesante a tonni di branco mediterranei senza dover accedere ad un mutuo in banca, decisamente ottimo infatti anche il prezzo, disponibile in una gamma di ben 7 modelli, il che lo rende uno strumento interessante anche per lo spinning e nelle misure più grosse 7000/8000 anche per il popping tropicale.

Schema-tecnico-copia

SCARICA LO SCHEMA MECCANICO QUI

PDF_Logo (2)


DISTRIBUITO DA PURE FISHING

pure-fishing-logo_thumb

Condividi su:

Lascia un Commento: