» 22 gen 2021

Matt Jones Photographer

Matt Jones  2

biopic.1“Sono cresciuto a Dallas, Texas, e ho cominciato a pescare sin da piccolo. Dopo gli studi a Fort Collins, Colorado, ed il liceo è stato lì che è iniziata la mia ossessione per la pesca a fly fishing. Fin da quando ho iniziato a pescare a mosca, il mio desiderio di scattare fotografie  è cresciuto a tal punto che  ora sembra essere tutto quello che ho sempre sognato di fare. Se sto pescando  sto sempre pensando di scattare foto a soggetti sempre nuovi ed interessanti. Ho trascorso le mie ultime tre estati in Alaska come una guida di pesca e    spero di viaggiare e fotografare per il mondo alla ricerca dei migliori hot spot di pesca a mosca ! “ Così parlava ad una recente intervista di qualche anno fa rilasciata a Mid Current il più grande portale di pesca a mosca U.S.A.  Matt Jones  un giovane fotografo texano di belle speranze. E di strada il giovane Matt ne ha fatta tanta, sia lavorando con reportages dalle località più belle e prestigiose del pianeta, sia come fotografo pubblicitario per i più noti marchi di fly fishing.  Una carrieraMatt Jones  17frutto non solo di grande talento ma anche di una ricchezza del mercato statunitense impensabile qui da noi dove un fotografo di pesca farebbe letteralmente  la fame con le riviste che vogliono la roba gratis e la crisi fortissima del mercato delle attrezzature che colpisce aziende, grossisti e importatori…Di Matt Jones mi piace soprattutto  lo stile “half & half” cioè quella particolarissima tecnica di ripresa effettuata sul pelo dell’acqua per riprendere parzialmente quello che sta sotto ma anche una porzione di quello che sta fuori. Ma godiamoci un po  di foto e non tralasciate di arrivare in fondo alla gallery dove spieghiamo un po di questa tecnica…enjoy guys…Matt Jones  1

Matt Jones  3

Matt Jones  6

Matt Jones  7

Matt Jones  8

Matt Jones  4

Matt Jones

Matt Jones  Salmon


TRUCCHI RIPRESA “HALF&HALF”

Half & halfMatt Jones  è uno tra i giovani fotografi yankee che fa largo uso di riprese subacquee e soprattutto di quelle immagini “metà sopra e metà sotto” che hanno un impatto spettacolare davvero notevole ma che per essere degne di questo nome hanno bisogno di una notevole abilità tecnica e di attrezzatura specifica. Per poter ottenere questi risultati  bisogna affidarsi infatti a delle speciali custodie stagne dove sistemare le reflex e soprattutto accessoriarle con obiettivi fortemente grandangolari in grado quindi di abbracciare un angolo di campo notevole, a volte ben superiore ai 100°. La scelta del super grandangolare non è solo in funzione del suo ampio campo di ripresa ma consente una profondità di campo che va da pochi centimetri davanti all’obiettivo sino quasi all’infinito, in funzione  ovviamente della luce a disposizioneAqua-Tech-custodia-Canon-e-10-22mm e quindi del diaframma utilizzato. Inoltre un obiettivo grandangolare ci permette di avvicinarci notevolmente ai nostri soggetti sott’acqua, e riducendo la massa d’acqua tra la lente e i pesci si riduce anche l’effetto di flare o di poca nitidezza che l’acqua crea se non è perfettamente cristallina. Matt Jones utilizza una custodia dell’Aqua Tech per Canon EOS7Aqua-Tech-Pistol-Grip la CO-7 equipaggiata con uno zoom supergrandangolare Canon EOS 10-22mm e l’apposito oblò sferico per consentire una ottima qualità anche fuori dall’acqua. Si tratta di una custodia speciale, studiata per queste situazioni e per i surfisti, dotata anche di una impugnatura a pistola con comando di scatto incorporato. Il tutto per diverse migliaia di euro. Se volete emulare anche voi queste immagini vi consiglio una più economica GoPro con lente piatta per riprese sub…non saranno la stessa cosa ma scattando molto e con un po’ di fortuna qualcuna potrebbe anche assomigliarci.

Condividi su:

Lascia un Commento: