» 29 lug 2021

Ciao “MAZ”

Stefano-Maz-a-traina-con-il-vivoQuando un amico ci lascia non c’è mai molta voglia di parlare, poi se con lui hai condiviso delle belle esperienze di pesca si crea un legame speciale che in questi momenti rendeStefano-Maz-a-traina-di-barracuda tutto molto più difficile. Stefano “Maz”  come mi piaceva chiamarlo con quel suo nickname,  che poi  erano le iniziali del suo cognome con il quale era conosciuto su diversi forum di pesca che frequentava assiduamente, era un pescatore appassionato come uno di noi. Uno che era capace di farsi decine di kilometri in piena notte per uscire ancora a buio e procurarsi quei 3-4 calamari che gli avrebbero fruttato quel singolo dentice,  con il quale alle otto di mattina era già rientrato in porto quando tutti gli altri uscivano. Stefano era fatto così, un solitario a pesca, un solitario nella vita! L’ultima volta che ci siamo visti mi raccontava entusiasta del suo ultimo viaggio a Madeira, in moto, l’altra sua grande passione, una vera autentica avventura dopo aver attraversato Spagna e Portogallo in solitaria. Trapiantato in quest’angolo estremo di Sardegna dalla sua Roma, aveva scelto la calma di un piccolo porto e la tranquillità di un minuscolo borgo di marinai e pescatori. Era stato uno dei primi qui  a insegnare a tutti  la pesca a traina con il calamaro, che riusciva a catturare anche inStefano-Maz-a-Teulada pieno giorno ed in ogni stagione…Maz se ne è andato qualche giorno fa,  solo e senza far rumore quasi in punta di piedi per non scomodare nessuno, per non disturbare… con quel suo fare discreto, elegante ed educato come di un “dandy” d’altri tempi.  Mi piace ricordarlo così con quel suo sorriso aperto, sulla sua barca, tra i suoi pesci, sul suo mare! Ciao Stefano!   

Condividi su:

Commenti

  1. Aurelio dice:

    Grazie Alfio, sono felice che tu abbia pubblicato questa cosa su Stefano. Sono felice che chi l’ha conosciuto ricordi la bella persona che era e chi non lo conosceva sappia che abbiamo avuto il privilegio di essere stati suoi amici.
    Aurelio

  2. alemazz dice:

    Ciao Alfio
    sono la sorella “piccola” di Stefano…..ti ringrazio per questa pagina sul tuo blog. Con le tue parole hai dipinto un bel ritratto di Stefano.
    In questi giorni mi sono arrivate tante testimonianze di affetto, foto e video di amici di Stefano e anche se ogni volta che le vedo mi si strazia il cuore ne sono contenta. spero che mi passi perché sto male forte forte, lui era un punto fermo nella mia vita e ora l’ho perso .
    forse tornerò a Calasetta e magari spero di conoscerti un giorno.
    Alessandra

  3. breber dice:

    IL NOSTRO CARO STEFANO PRIMA ANCORA DI ESSERE STATO UN OTTIMO PESCATORE E UN UOMO SOLITARIO COSTRETTO DALLE CIRCOSTANZE DELLA VITA, E’ STATO E LO E’ TUTT’ORA UN FULGIDO ESEMPIO DI UNO “SPIRITO LIBERO” DI CHI AMA LA VITA….CIAO STE’ TI VOGLIO BENE COME A UN FRATELLO CHE NON HO PIU’.

Lascia un Commento: