» 12 lug 2020

Shimano Stella SW new 2020

SHIMANO-STELLA-SW--2020-Cover

Presentato ufficialmente in questi giorni al Japan Fishing Show di Yokohama in Giappone   il nuovo Stella SW 2020. Esteticamente quasi indistinguibile dalla “vecchia” serie se non per la la manovella in black e la diversa foggia degli intagli sulla bobina, che ne hanno fatto un “accent”  pluriclonato. Questo nuovo Stella SW oltre alle caratteristiche al top che lo hanno reso famoso, è stato migliorato in alcuni particolari come l’ INFINIRYDRIVE, l’ HEATSINK Drag e l’ X PROTECT inserito anche dentro il  rullino SHIMANO-STELLA-SW--2020-Galleryguidafilo. Attenzione però a pensare che si tratti di un semplice restyling, perché se i tecnici jap hanno pensato di migliorare alcuni componenti di una serie già di per se quasi perfetta, evidentemente con il tempo ci si è resi conto che alcune cose andavano cambiate. Per dirla tutta,  é  quella prova dell’Oceano, da me spesso citata, che dopo anni ed anni d’esercizio, ha suggerito alcune sostanziali modifiche. Un aggiustamento meccanico che è andato a toccare alcuni punti delicati per mulinelli che devono lavorare in un ambiente ostico, come quello marino e confrontarsi con veri ed autentici mostri SHIMANO-STELLA-SW--2020-viste-globalitropicali.  Così il nuovo Stella SW inaugura l’ Infinitydrive un nuovo concetto funzionale che migliora l’ X-Ship che ricordiamolo, riduceva  l’attrito con l’adozione di due cuscinetti sul pignone principale. Ora nei nuovi modelli oltre a questo abbiamo anche l’albero principale che comanda il movimento oscillatorio della bobina che è montato, oltre che su cuscinetti,  su una speciale boccola a basso attrito che riduce notevolmente lo scorrimento dell’ albero. Inoltre quest’ultimo è stato sottoposto ad uno speciale indurimento superficiale fisico-chimico che ne ha aumentato la resistenza e la fluidità anche sottoSHIMANO-STELLA-SW--2020-Infinity-Drivecarichi elevati. Altro punto dolente dei mulinelli da popping e jigging tropicale era costituito dal notevole riscaldamento della bobina, generato dal forte attrito tra i dischi che si produce con serraggi elevati per frenare i giganti degli Oceani. Pensate a quanti kg effettivi di drag  occorre chiudere per impedire  ad un GT da 50/60 kg di tornare sulla barriera corallina dal quale è stato inizialmente schiodato e sorpreso in un primo momento.  Le bobine si infiammano letteralmente ed ovviamente il PE contenuto ne soffre. Così gli ingegneri di Shimano hanno previsto una specie di “dissipatore di calore” Heatsink Drag  posto sotto la bobina, che nella brochure promette una riduzione delSHIMANO-STELLA-SW--2020-Heatsink50% e grazie ad un pannello di protezione impedisce al calore di propagarsi di un 30% in meno, anche sulla gola della bobina dove è avvolto il trecciato. L’ultima importante miglioria apportata riguarda il sistema X Protect  adottato anche nella serie precedente che andava a proteggere i vari cuscinetti dall’ingresso di acqua o altro, quando ad esempio abbiamo il mulinello sulla murata della barca in navigazione e questo viene centrato ripetutamente da forti onde provocate dalla prua della barca tra queste. Ora l’ X Protect  è stato adottato anche sul rullino guidafilo, elemento delicatissimo, a proteggere i due cuscinetti da eventuali infiltrazioni d’acqua. Sempre la brochure, recita che così la durata di questo elemento è aumentata di 10 volte rispetto ai modelli precedenti. SHIMANO-STELLA-SW--2020-X-Protect-rullino

La gamma completa prevede un 4000HG ed un 4000XG, oltre a un 5000HG ed un 5000XG, ben 3 i modelli classe #6000 con 6000PG, 6000HG e 6000XG, a concludere con i pesi massimi costituiti da un 18000HG, un 20000PG ed un 30000 da dedicare ai tonni da 200kg. Per chi si domanderà, e sono convinto che ce ne saranno tanti,  se c’era bisogno di far uscire una nuova serie visto che i vecchi Stella SW non sono poi così da buttare, img_sw4000hg

img_sw4000xg

img_sw5000hg

img_sw5000xg

img_sw6000hg

img_sw6000pg

img_sw6000xg

img_sw18000hg

img_sw20000pg

img_sw30000

direi che si tratta di migliorie sulla carta importanti, soprattutto per aumentare le performances e la vita ad attrezzi costretti a prove a volte  inenarrabili ed incredibili…vedremo se dopo alcuni anni di sfrizionamenti…avranno mantenuto tutte le promesse. Noi personalmente non vediamo l’ora di vederli  al prossimo Pescare Show,  per farci spiegare meglio dai tanto preparati e numerosissimi prostaff Shimano tutte le loro migliori caratteristiche. Per chi se li può permettere, niente paura, saranno da Marzo disponibili nei negozi consigliati.


Logo-Kayakero-Magazine

LEGGI GRATIS LA TUA RIVISTA DI PESCA ONLINE KAYAKERO MAGAZINE

KAYAKERO MAGAZINE July 2019 n° 12

Condividi su: