» 27 ott 2020

Pescare Show 2020 3 Parte (il punto di vista del Pirata)

IMG20200223141741

Il Pirata KayakeroC’è un immagine che descrive bene e meglio più di tante parole il riassunto della 21 edizione di Pescare Show, ed  è quella ripresa dal 1° piano nel padiglione 7, quello principale, dove si evidenziava nettamente l’area occupata dalle aziende esclusivamente “fishing” da quelle invece dedicate al “boating” e che correva  esattamente lungo la corsia centrale. Detta in parole povere, nell’area che altri anni era occupata interamente da aziende del settore della pesca, quest’ anno senza l’apporto delle barche, avrebbe a malapena riempito il 50% del padiglione. Inutile nascondersi dietro ad un dito, le assenze c’erano e quest’anno erano davvero importanti. Abbiamo da tempo registrato una progressiva perdita durante gli anni di interesse verso la fiera perIMG20200222131518 cause varie e diverse. Per molte aziende il periodo di febbraio risulta non adatto, quando in effetti erano già 3 mesi che molte delle cosiddette “novità” erano già nei negozi e quindi date e stagionalità non mettono d’accordo tutti, scavando un primo solco pregiudiziale. Poi è innegabile che molti dei top brand non vedano di buon occhio l’area dello shopping, che attrae comunque sempre numerosi appassionati che cercano in fiera l’occasione ed il prezzo scontato, che non sempre però corrisponde  nella realtà ai loro desideri. C’è anche la non trascurabile lontananza della  location di Vicenza, una meta non proprio dietro l’angolo che per essere raggiunta vede scali  aerei lontani, lunghi ed estenuanti viaggi in macchina ed in treno. IMG20200223111654Insomma detta in altri termini, da tempo a causa di queste evidenze citate sopra, i negozianti non vengono più in fiera da anni e mancano quindi stimoli reali ed anche il pubblico di appassionati da sud e centro Italia è da tempo assente.   Ultimo ma non meno importante, c’è l’aspetto economico finanziario di una crisi che attanaglia il settore ormai da anni e che riduce progressivamente anche il budget a disposizione. Detta papale, papale: …non ci sono più soldi! IMG20200222111723Eppure,  come una specie di Fenice che risorge dalle sue ceneri, ogni anno siamo tutti qui a parlarne e bene o male l’organizzazione riesce a catalizzare l’attenzione di tutti verso questa fiera, tanto bistrattata e criticata. Anzi quest’ anno sono state inserite iniziative lodevoli come quella di #PescarePlasticFree, per responsabilizzare e mettere l’accento sul gravissimo problema ambientale della plastica negli oceani, sono stati fatti dei convegni eIMG_20200224_100420 IMG20200221140355iniziative  come Clean Sea Life in collaborazione con parchi marini, fondazioni ed associazioni ambientalistiche per porre all’attenzione del grande pubblico le iniziative a favore dell’ambiente e prima volta in fiera abbiamo visto torme di ragazzini che si avvicinavano a questo mondo per loro sconosciuto e tutto da scoprire. Incontri ed iniziative di vario genere  si sono succeduti a ritmo incalzante, tanto che era veramente difficile riuscire a stare dietro a tutto. IMG20200222120444

IMG20200223132825

C’è sempre un discreto ed attentissimo pubblico ad esempio davanti alla  grande vasca dove si susseguono i lanci e recuperi dimostrativi dei tantissimi artificiali, anche se personalmente quei poveri pesci dentro mi fanno tanta tristezza. Come sempre c’è da registrare la presenza di varie associazioni che radunano i pescatori sportivi tra i loro iscritti a vario titolo, qui segnalo A.P.R. (Associazione Pescatori Ricreativi) che grazie a Laura Pisano porta avanti da anni battaglie a difesa della categoria. IMG_20200224_114003Fermento ed interesse come sempre nei padiglioni dedicati al fly fishing con la bella iniziativa dei Fly Tyers internazionali, che vedeva radunati davanti al tavolo del morsetto i migliori costruttori di mosche a livello mondiale, tante novità anche dal nuovo distributore Vision e nei vari stand, dove la contaminazione tra top brand e shopping pare invece funzionare benissimo, anche se stiamo parlando di un fenomeno totalmente di nicchia, che risponde a logiche magari diverse.IMG20200223121236   IMG20200223120851

Sempre più scarsa la pattuglia delle case editrici e delle riviste di settore presenti a Pescare Show, una tendenza in calo ormai consolidata nei tempi del web dove ormai la velocità della comunicazione viaggia sullo streaming in diretta dalla fiera, e ne abbiamo visti tanti di questi video sui vari social, anche se l’accuratezza dell’informazione spesso e sovente lascia molto a desiderare, ma ormai il concetto di qualità è davvero molto aleatorio. IMG20200223123155

Settore barche e gommoni  da pesca davvero molto affollato, assieme ai motori marini,  all’elettronica ed agli accessori nautici. Molte la aziende anche nuove che proprio nel non facile segmento dei gommoni da pesca si sono cimentate, non sempre con risultati all’altezza, nel presentare scafi sempre più performanti ed accessoriatissimi. Niente da registrare invece nel settore kayak, nessun nuovo importatore ad eccezione di quelloIMG20200223093153 IMG20200222160311IMG20200222112229storico che opera da anni, segno che il segmento ha ormai raggiunto il suo livello di saturazione e che servono iniziative di ampio respiro per rivitalizzare il tutto.  Per quanto ci riguarda abbiamo avuto il piacere di incontrare Olivier Portrat nuovo CEO di EFTTA (European Fishing Tackle Trade Association)  fresco di nomina che in un intervista video esclusiva ci ha rilasciato alcune dichiarazioni sui prossimi intenti di EFTTA a Bruxelles per tutelare gli interessi dei pescatori sportivi europei.87156420_10157722749128382_3300630887497990144_o

E che tutto il segmento della pesca sportiva stia attraversando un difficile momento,  certo non lo stiamo scoprendo solo adesso. Scarso o nullo ricambio generazionale, l’età media del pescatore sportivo è decisamente elevata, la comunicazione  inadeguata e spesso viziata dal protagonismo dei troppi prostaff o presunti tali con i quali le aziende hanno pensato inizialmente di affidarsi, ha creato il falso concetto che chiunque   potesse salire in cattedra e  parlare di pesca generando dei veri mostri che giravano per gli standIMG20200223093218 assillando le aziende con le pretese più varie e fantasiose, vantando followers e fans sui vari social.  La crisi economica che da anni imperversa ha poi chiaramente ristretto i margini che una volta, ai tempi d’oro della pesca,  erano enormi, e  la pesca sportiva  tra divieti e restrizioni, bracconaggio, pesca illegale  e carenza di pesci è sempre più  un hobby per pochissimi ed ad elencare gli atavici problemi del nostro settore ci vorrebbe un libro e non lo spazio di un post.IMG20200222100518Meglio berci su un bel bicchiere di vino…per dimenticare, pare suggerirci la bella e simpatica Maja dello stand croato Big Game 4Tuna. Ed in effetti in quest’ultima edizione ce ne vorrebbero diverse di bottiglie di vino  per affogare nell’oblio un edizione che comunque, tra tanti problemi e difficoltà pareva essere partita benino, sino alla sera di quel 21 febbraio dove è praticamente successo il finimondo. TV e social sparavano a zero la notizia del contagio da Covid-19 in Lombardia e Veneto e  si è scatenato il panico sul web anche a causa di alcuni video  e notizie confuse. Al momento era difficile capire realmente cosa stesse succedendo anche se poi in seguito si è rivelata la drammatica realtà di una pandemia mondiale.  PANO_20200223_093737 Questa una foto della fiera scattata domenica mattina alle h.11.00, descrive senza tanti giri di parole quello che è accaduto quest’anno. Eppure il sabato non dico che ci fosse la folla solita di altri anni ma qualcuno si è visto, anche se  il risultato complessivo in termini di visitatori non può certo considerarsi esaltante, quando in fiera spesso ci si va anche per incontrare amici che non si vede da tempo. Quest’anno è stato diverso ed è inutile e controproducente nascondercelo. Noi per primi avremo voluto raccontarvi un altra fiera ma questo è stato. Speriamo che gli organizzatori vogliano e sappiano  vagliare attentamente gli eventi, per predisporre un nuovo ed auspicabile progetto per una fiera condivisa finalmente da tutti i suoi protagonisti, con la consapevolezza di tutti che qui non è in ballo solo il futuro di una fiera, ma bensì di tutta la pesca sportiva.


Logo-Kayakero-Magazine

LEGGI GRATIS LA TUA RIVISTA DI PESCA ONLINE KAYAKERO MAGAZINE


LEGGI ANCHE : PESCARE SHOW 1 Parte Canne e Mulinelli

LEGGI ANCHE: PESCARE SHOW 2 Parte Artificiali ed Accessori

LEGGI ANCHE: PIRATE’S GIRLS A PESCARE SHOW


001--KM-DECEMBER2019COVER-b

KAYAKERO MAGAZINE FEBBRAIO 2020 n°13

Condividi su: