» 11 lug 2020

FIOPS Petizione per riapertura Pesca Sportiva

Petizione FIOPS riapertura pesca sportiva

La FIOPS (Federazione Italiana Operatori Pesca Sportiva) ente no profit che riunisce 3 delle aziende italiane più importanti nel settore della pesca sportiva, ha lanciato in questi giorni  ancora funestati da decessi e contagi per coronavirus, una petizione su change.org per una raccolta di firme per chiedere a chi ci governa, la riapertura della pratica della pesca sportiva su tutto il territorio nazionale e di tutte le attività ad essa legate, quindi la riapertura dei negozi, dei porti turistici e delle molteplici attività connesse al mondo della pesca sportiva.  Lo strumento della petizione popolare, lo abbiamo visto in altre situazioni, è piuttosto aleatorio per poter arrivare ad ottenere dei risultati pratici, ma serve piuttosto a dare alle istituzioni un segnale che è più fragoroso ed importante soprattutto in funzione del numero di firme che si riesce a raggiungere. Nei prossimi giorni e valutando il numero di firme che si aggiungono quotidianamente, possiamo forse dire che raggiungeremo e supereremo facilmente oltre le 10.000 firme (il condizionale è d’obbligo). Spero di sbagliarmi nelle mie previsioni ma permettetemi comunque alcuneIMG-20190406-WA0005 facili e condivisibili considerazioni. Ora io capisco che siamo tutti, chi più chi meno, decisamente sfiduciati dalla politica e dai suoi rappresentanti ma non posso fare a meno di fare un veloce calcolo. Mettiamo che realmente tra pescatori di mare e di acqua dolce si arrivi a circa 2.000.000 (due milioni) di persone che praticano anche occasionalmente la pesca sportiva. Di questi 2 milioni mettiamo per assurdo che la metà non segua Facebook e quindi non sia informata della petizione, ammettiamo anche che  del milione restante, il 50% si disinteressi totalmente di queste iniziative e sia del tutto restio alla partecipazione corale verso qualunque attività di questo tipo. Rimangono circa 500.000 persone e poniamo che solo 250.000 di queste siano attive sui social. Se ci aggiungiamo un certo disinteresse fisiologico  dovremo però ragionevolmente  aspettarci un numero di firme a 6 cifre, almeno 100.000 firme! Spero di essere contraddetto dai numeri, ma se l’andazzo della raccolta firme dovesse proseguire di questo passo ho paura che non arriveremo nemmeno ad un terzo di queste previsioni. E cosa volete che interessi al governo se IMG-20180105-WA0031 Luminar qualche decina di migliaia di pescatori chiede a gran voce di riprendere il proprio hobby e alcune migliaia di addetti del settore implorino la riapertura per evitare di chiudere per sempre? Ed ora datevi una risposta! Sarà allora, perché io sono “vintage” e noi ragazzi del ‘68” non abbiamo ancora del tutto perso i sogni di poter cambiare qualcosa, che ho aderito personalmente  da subito a questa iniziativa? Pur non essendo completamente d’accordo sulla frammentazione di enti ed associazioni che abbiamo  nel mondo della pesca, Arci Pesca FISA, FIPO, Enal Pesca, FIPSAS, FIOPS, APR Pescatori Ricreativi e chissà quante altre ne ho dimenticato. Ve lo dico io a che punto siamo… siamo alle solite, siamo  disuniti, polemici, critici  e scettici su tutto, solo bravi a curare il proprio piccolo e personale orticello. Ma dove vogliamo andare continuando così?  Forse questa è l’ultima opportunità che abbiamo per dimostrare che siamo un corpo unico, numeroso ed intenzionato a dire la nostra su leggi che ci piovono sulla testa senza che nessuno si prenda mai la briga di consultarci. Ma dobbiamo farlo adesso, mettendoci la nostra faccia e la nostra firma. Per poterci guardare domani allo specchio senza doverci vergognare di noi stessi!

FIRMA LA PETIZIONE PER LA RIAPERTURA DELLA PESCA SPORTIVA


Logo-Kayakero-Magazine

LEGGI GRATIS LA TUA RIVISTA DI PESCA ONLINE KAYAKERO MAGAZINE


001--KM-DECEMBER2019COVER-b

KAYAKERO MAGAZINE FEBBRAIO 2020 n° 13

Condividi su: