» 1 ott 2020

Da Ceo EFTTA un appello alle aziende della pesca

Olivier Portrat CEO EfttaRecentemente e come era logico aspettarsi, il rinvio di EFTTEX 2020, a causa del Covid 19 e della chiusura di aeroporti, fiere e di ogni attività normale, ed il suo spostamento al Giugno del 2021, ha provocato numerose e contrastanti reazioni nel mondo delle aziende della pesca sportiva, tra espositori e membri di EFTTA. I comprensibili ritardi nella comunicazione dovuti all’incertezza mondiale durante la pandemia che ha originato posizioni diverse e spesso contraddittorie tra i vari Stati europei, hanno creato  molta confusione. Inoltre il fatto di aver ridotto a 2 gg la prossima EFTTEX di Praga, invece dei soliti 3 gg ha dato il via a  pareri contradditori ma anche a molte critiche nei confronti dell’organizzazione. Ci sono state richieste di risarcimento e comprensibili lamentele e forse sarebbe stato più auspicabile fornire una comunicazione immediata,  più chiara e definitiva sin dall’inizio. Per questo Olivier Portrat nuovo Ceo di EFTTA ha ieri messo on line un video dove spiega chiaramente la posizione di EFTTA lanciando nel contempo un appello accorato a tutti i membri, espositori ed aziende per stare uniti per affrontare al meglio la difficile sfida che ci attende tutti. (Riportiamo di seguito la traduzione integrale del video) EFTTEX_2020_250x320.indd

“Abbiamo vissuto e stiamo attraversando la più grande crisi economica dalla seconda guerra mondiale, il Covid 19 colpisce quasi tutti i paesi del nostro pianeta, e a causa delle enormi restrizioni di viaggio dei governi ceco e di altri governi, siamo stati costretti a rimandare la fiera programmata per quest’ anno al 2021. Questa grave situazione influisce molto seriamente sulla concreta esistenza dell’ EFTTA, dato che tutto il lavoro di lobbying presso l’Unione Europea è finanziato dalle entrate derivanti dall’ EFTTEX annuale, che ha funzionato bene fino a quando non è arrivato il Covid 19. Molti dei nostri espositori chiedono che vengano loro concessi rimborsi per il mancato svolgimento di quest’anno, piuttosto che rendersi conto che EFTTEX è stata costretta a rinviare queste richieste, pur comprensibili in questi tempi di congiuntura economica. Però vorrei ricordare che l’ articolo 10, al punto i, del nostro contratto per EFTTEX stabilisce chiaramente che in caso di misure ed eventi straordinari non direttamente  dipendenti da EFTTA, qualsiasi rimborso dei pagamenti agli espositori è lasciato alla totale discrezione dell’organizzatore. Il presente contratto afferma chiaramente che nella difficile situazione attuale, siamo liberi di decidere se intendiamo dare rimborsi o meno. In altre parole non siamo obbligati a pagare rimborsi agli espositori o anche a rinviare EFTTEX al prossimo anno nonostante comunque abbiamo deciso di posticipare EFTTEX dal 2020 al 2021. Tutti i contratti firmati restano quindi attualmente validi e la Fiera Internazionale si svolge solo un anno dopo. Questa è apparsa ai nostri occhi la soluzione più giusta che avremo potuto adottare per i nostri clienti che non perdono i loro soldi, la Fiera semplicemente si svolge un anno dopo. La soluzione di annullare semplicemente la fiera per quest’anno e di rimborsare i nostri espositori, era difatti improponibile, dato che il nostro anno fiscale va da ottobre a settembre, e quindi saremmo stati in grado di rimborsare solo la metà del denaro investito, prima di affrontare noi stessi gravi problemi finanziari, e questa soluzione alla maggior parte dei nostri espositori non sarebbe piaciuta molto, quindi non è mai stata un’opzione attuabile veramente. Abbiamo davvero cercato di comportarci nel modo più equo possibile in queste difficili circostanze, vi preghiamo di tenere in considerazione che se avessimo iniziato a dare rimborsi ad alcuni espositori non saremo stati più in grado di organizzare la Fiera nel 2021, ed è per questo che il nostro gruppo dirigente, ha deciso di posticipare EFTTEX senza rimborsare gli espositori, in questo modo questi avranno ancora la fiera che hanno pagato solo un anno dopo, ma almeno l’ EFTTA può continuare il suo prezioso lavoro di lobby alla Commissione dell’Unione Europea in questi tempi difficili. Questi tempi non sono solo problematici a causa del Covid 19 ma anche perché l’ Unione Europea ha dichiarato una guerra contro i rifiuti di plastica, un impegno del tutto lodevole e necessario. Questa campagna però, influisce pesantemente sul futuro della pesca ricreativa e non solo a causa dell’uso di esche di plastica rigide e morbide nella pesca sportiva, ma poiché la Commissione dell’Unione Europea sta attualmente lavorando ad un divieto totale della plastica monouso. Lo scorso autunno tutte le lenze da pesca sono state elencate come plastica monouso, su quell’elenco risulta che il monofilo di nylon e i fili intrecciati o PE sono entrambi fatti di polimeri di plastica e quindi rischiano di essere banditi se rimangono in questo elenco. Il lavoro di lobbying di EFTTA ha momentaneamente evitato che monofili e trecciati da pesca rimanessero anacronisticamente in quell’elenco sulle plastiche vietate, ma questo non significa che non riappariranno in futuro in un altro elenco. Questo esempio potrebbe aiutare tutti noi a capire l’importanza del lavoro che EFTTA svolge da anni a Bruxelles, è un lavoro duraturo e continuo, ma indispensabile per il futuro sano dell’industria della pesca europea, ma per questo lavoro, abbiamo bisogno del pieno sostegno di tutti gli attori coinvolti nel settore della pesca che sono costretti, come noi, a sopravvivere per un anno senza alcun reddito. I tempi che verranno saranno veramente difficili, riuscire a rispettare gli adempimenti fiscali si potrà solo con rigorosi e dolorosi tagli delle spese e degli investimenti per tutti i membri con cui siamo in questo momento tutti sulla stessa barca. Covid 19 sta creando a tutti noi dei momenti estremamente difficili, ma lamentarsi non aiuta a rimanere positivi e a trarre il meglio dalla situazione. Dobbiamo essere uniti in questa impegnativa lotta e l’ ostilità di alcune aziende tra noi, danneggerebbe il futuro di tutti quanti. Grazie mille per la comprensione, vi auguriamo tutto il meglio per voi e per le vostre attività e non vedo l’ora di incontrarvi l’anno prossimo a Praga.”

Olivier Portrat Ceo EFTTAEFTTEX 2021 nuova data


Logo-Kayakero-Magazine

LEGGI GRATIS LA RIVISTA DI PESCA ONLINE KAYAKERO MAGAZINE


001--KM-DECEMBER2019COVER-b

LEGGI ONLINE KAYAKERO MAGAZINE DI FEBBRAIO 2020

Condividi su: