» 27 set 2020

Centaur Combat Arm 65 (S) UL

Centaur-Combat-Arm-65-UL-cover

Centaur-Combat-Arm-65-UL-stillCentaur Anglers Choice è un brand cinese il cui proprietario, Raymond Jong  vive però in USA, e  realizza canne da pesca per lo spinning, popping, eging, jigging in puro “japan style” con il miglior carbonio Toray disponibile e una componentistica di prim’ordine. Brand poco conosciuto in Italia, comincia ad affacciarsi adesso grazie alla distribuzione in esclusiva di AZ Trading che lo ha presentato al pubblico europeo allo scorso EFTTEX di Bruxelles (QUI) e quest’annoPESCARE SHOW 2020 AZ TRADING Canne Centaur in Italia  a Pescare Show (QUI) nella foto in alto Raul Roca CEO di AZ Trading a Vicenza. Delle 3 serie disponibili, Chiron, Combat Arm e Constellation ho ricevuto per la prova una canna della gamma intermedia, la Combat Arm  65 ( S ) UL dedicata allo slow jigging con mulinelli a bobina fissa. Un attrezzo composto da un manico ed un fusto, lungo 6’5” circa 1,95 mt adatto a jigs da slow pitch sino a 160 gr  equlibrato per PE da 1.5 sino a PE 3.0  con un Max Power a 60° di 11 kg, che non sono pochi per una canna sottile e leggera, che pesa circa  163 gr.Centaur-Combat-Arm-65-UL-part-serigrafie-still

La soluzione di realizzare questa canna in due sezioni è indubbiamente interessante per agevolarne il trasporto e il fusto unico, una volta inserito nel manico, lavora ne più ne meno come una classica monopezzo.  Grande cura è stata posta nella realizzazione del manico split, con un piccolo “fighting butt” terminale, realizzato in EVA ad alta densità e sughero compresso.  Il porta mulinello è Fuji  con inserti di carbonio, alternati ad inserti di sughero compresso ed EVA nero che conferiscono all’insieme una certa eleganza oltre che una buona impugnabilità. Centaur-Combat-Arm-65-UL-manicoCentaur-Combat-Arm-65-UL-portamulinello

Centaur-Combat-Arm-65-UL-part-fighting-butt

Tra le altre misure disponibili abbiamo il diametro del “tip” , il cimino, che è di 2,29mm e quello del “butt” di 9,5 mm sempre in riferimento all’ esiguità del blank. Il fusto misura 1,45 mt, che ne determina anche l’ingombro totale, mentre il manico è lungo circa 60cm. Da notare che la parte superiore dell’innesto è rinforzata con carbonio ad intreccio ed un collarino su cui trova posto il logo delle Combat Arm. Centaur-Combat-Arm-65-UL-part-innesto

A completare il tutto abbiamo infine 9 anelli Fuji  K Anti Tangle in Alconite, 3 a gambo medio, 1 a gambo corto, 5 molto attaccati al fusto + l’ apicale.


 

VALUTAZIONI FINALI

 

E’ innegabile che in questi ultimi anni in Cina abbiano fatto notevoli passi avanti nel know how delle conoscenze tecnologiche applicate all’utilizzo dei compositi per la realizzazione dei blank di canne da pesca anche per tecniche estremamente specialistiche e di nicchia. Il passo in avanti nella produzione di prodotti di “alta qualità” si è avuto nell’innovazione continua dei  materiali compositi e delle resine utilizzate, ma anche nella progettazione complessa, frutto questa, di collaborazioni e joint venture con il Giappone e con il resto del mondo. Non dimentichiamo che diverse delle attrezzature targate By Japan sono poi realizzate da fabbriche asiatiche fuori dai confini della terra del sol levante. Fatta questa essenziale premessa non ci resta che prendere atto di una fattura generale accurata eCentaur-Combat-Arm-65-UL-part-serigrafie-e-innesto precisa, che contraddistingue questa serie intermedia di Centaur, ottima e collaudata componentistica, assemblaggio esente da sbavature, legature ben realizzate e prive di eccessi di coat epossidico e finitura del blank opaca. Questa Centaur  Combat Arm 65 ( S ) UL da slow jigging è una sorpresa anche nell’azione. Infatti la tecnica dello slow pitch jigging prevede una particolarissima azione della cima che deve lavorare in una determinata e specifica maniera per richiamare al meglio il jig nel particolare movimento che viene impartito all’artificiale. La cima deve avere una sua azione a “molla” rapida senza perdere però in sensibilità, poiché è spesso proprio nella delicata fase del rilascio del jig, che i predatori sferrano il loro attacco, e questo momento deve essere opportunamente segnalato anche se abbiamo il filo in bando  dopo il richiamo dell’esca. In sostanza i fusti di queste canne devono avere sensibilità ma anche un certo nerbo per far scattare il jig durante la jerkata lenta e progressiva, senza cedere mollemente.Centaur-Combat-Arm-65-UL-part-anelli

Ricordiamo appena  che qui stiamo parlando di un attrezzo che è equilibrato per gestire jig a foglia da slow pitch sino ad oltre 160 gr. che in quanto a volume e resistenza opposta in acqua non sono secondi a nessun altra esca. La quadratura del cerchio per soddisfare esigenze spesso contrarie tra di loro si può ottenere solo con una attenta progettazione degli attrezzi e soprattutto con l’utilizzo di compositi di ultima generazione che consentono a queste canne le incredibili performances sotto sforzo, con curve davvero impressionanti, prestazioni che qualche anno fa erano riservate solo ad attrezzi esclusivi e costosissimi. Questa canna è versatile anche nella tipologia di utilizzo, partendo da un PE 1.5 che risulta essere un ottimo compromesso tra carico e diametro per raggiungere buone profondità in presenza anche di forti correnti e indicato per sparidi di pregio come pagri, dentici, dentici corazzieri e varie specie di cernie,  arrivando ad un PE 3.0 che è un filo importante per carangidi nostrani  come le ricciole e tunnidi quali gli alletterati che quest’anno si stanno dimostrando prede di ottima taglia. La trovate online da Sergio Pesca


Logo-Kayakero-Magazine

LEGGI GRATIS LA TUA RIVISTA DI PESCA ONLINE KAYAKERO MAGAZINE


001--KM-DECEMBER2019COVER-b

LEGGI  KAYAKERO MAGAZINE DI FEBBRAIO 2020

Condividi su: