» 19 gen 2019

The “O” For Operation Smile

The-O-evento

Operation SmileSi è conclusa con il recente Salone Nautico di Genova, l’unica iniziativa davvero interessante e non “virtuale” sulla pesca sportiva organizzata in occasione dell’evento genovese. The O è  un Circuito di  6 gare (Genova, Napoli, Atene, Cagliari, Porto Rotondo, Genova) incentrate sul Big Game al Tonno rosso che vedrà i migliori equipaggi sfidarsi nelle acque del Mediterraneo. La prima prova a Genova non ha avuto nessun vincitore a causa della totale assenza di tonni ma ha purtroppo avuto uno strascico polemico che si è trascinato per giorni sui social web e forum. Non entro nel merito delle cause che possono avere provocato un tale putiferio poiché non ero presente ma il principale motivo del contendere e dello scontento di qualche team, la maggioranza infatti si è dimostrata compatta nei riconoscimenti positivi all’organizzazione, parrebbe essere stato causato da una errata comunicazione nella pagina del sito web di “The O” dove si parla testualmente di: …“a tutti i team iscritti verranno assegnati importanti premi di partecipazione”… Una frase ad effetto e sicuramente di “marketing” che però il copywriter avrebbe dovuto completare con un * (asterisco) dove poi se ne regolavano i termini precisi. Infatti è su questo punto che qualcuno ha avuto da ridire, e non sul fatto che i premi, non essendoci stato un vincitore, non siano stati consegnati ma spostati sulla tappa seguente, quella di Napoli, visto che questo era ben segnalato nella policy che ogni team al momento dell’iscrizione aveva sottoscritto. Un peccatuccio veniale se vogliamo, con l’intento di acchiappare una partecipazione numerosa ma che comunque sia ha creatoa un clima decisamente poco sereno. A questo punto dispiace anche e soprattutto che si sia perso però quasi completamente di vista il vero scopo finale di tutta questa iniziativa. Infatti il fine ultimo di “The O” è quello di procurare fondi  necessari per curare i bambini africani affetti da gravi malformazioni del volto tramite la Fondazione Operation Smile che opera già da diversi anni in tutto il Mondo. Direi che in considerazione di questo intento umanitario si potrebbe tranquillamente passare oltre ogni polemica. Gli organizzatori hanno dimostrato sensibilità e  coraggio  nell’intraprendere quest’impresa immane, noi pescatori sportivi dobbiamo dimostrare tutti che quando ci sono cause importanti e fondamentali per cui impegnarsi noi ci siamo… senza se e senza ma! 


 

LA TUA RIVISTA DI PESCA E CULTURA MARINARA

BANNER-KAYAKERO-GIUGNO

COMPLETAMENTE GRATIS, SFOGLIALA QUI

Condividi su: