» 13 nov 2018

Barracuda da predatore a preda

Barracuda-predatoBarracuda-predato-particolareIn Natura esiste una precisa e netta distinzione tra prede e predatori che si pongono questi ultimi ai vertici della catena alimentare. Il concetto è replicabile ovunque, vegetali e piccoli esseri fanno da cibo a specie onnivore o specializzate e queste a loro volta costituiscono la dieta di altre specie. Quello che a volte succede è che spesso ove ci siano prede in quantità si raccolgono anche diverse specie di predatori tutti impegnati nel compito di cercare di riempirsi la pancia a spese delle prede radunate. Accade anche in mare, esempio tra i più chiari sono le mangianze di alici o altri piccoli pesci in superficie con diverse specie di tunnidi e a volte squali, radunati nei paraggi. Succede anche nei pressi del fondo, dove si radunano differenti specie di predatori che a volte si tramutano loro stessi in prede. Nel nostro caso specifico c’è stata l’interazione umana ad interferire nell’equilibrio naturale. Un barracuda di medie dimensioni ha abboccato ad un esca artificiale trainata a mezz’acqua, in questa particolare occasione si è però subito trasformato in preda ed è stato attaccato da un pesce serra che ne ha reciso chirurgicamente il terzo posteriore, solo loro riescono a provocare dei tagli dai bordi così netti e precisi  e se notate nel particolare ingrandito noterete un altro morso portato subito dietro la pinna dorsale. In questo caso ovviamente c’è stata la mano dell’uomo che con le sue azioni ha modificato una circostanza altrimenti difficilmente replicabile in natura.

Condividi su:

Lascia un Commento: