» 19 ott 2017

Van Staal VM 275

VAN-STAAL-VM275-cover

Ne avevamo anticipato, tra i primi nell’estate del 2013,  l’uscita proprio su questo blog (QUI) e lo avevamo visto più recentemente alla fiera di Vicenza allo stand Old Captain che ne è importatore esclusivo per l’Italia. C’era una grande attesa per questo mulinello  Van Staal VM 275 che per dimensioni e caratteristiche si pone all’attenzione degli appassionati dello spinning pesante che  dalle nostre parti significa sostanzialmente lo spinning ai tonni rossi.VAN-STAAL-VN-275-scontornato

 

Le dimensioni ed il peso (oltre 830 gr.) infatti lo collocano di diritto tra i mulinelli a bobina fissa Big Size, dedicati appunto alla pesca estrema ai grandi predatori marini. Realizzato interamente in metallo, corpo, bobina e manovella in alluminio e meccanica interna in acciaio inox, presenta superficialmente una anodizzazione Gun Metal per preservare la superficie dagli agenti atmosferici e dal salmastro. La bobina è larga, circa 60mm di diametro e  presenta i tipici fori di alleggerimento che contraddistinguono immediatamente il design tipico dei Van Staal classici della serie VS,Van-Staal-animazione

 

ha una notevole capienza potendo contenere circa 400 YDS. di trecciato da 80 LB. e 425 YDS. di monofilo da 25 LB. al suo interno una frizione composta da dischi di carbonio alternati a dischi di acciaio inox, resa completamente stagna ed impermeabile grazie a speciali guarnizioni semirigide. Anche il rotore monoblocco è alleggerito  e da il sostegno a   due robusti braccetti su cui è montato  un archetto inox che volendo può essere sostituito da un pick up, la chiusura dell’archetto è di tipo manuale. La linea ricorda quella dei tradizionali VS mulinelli storici della Van Staal  cambia solo la forma del corpo che contiene la girante principale che qui è ovalizzato per armonizzarsi al meglio con il piede di attacco alla canna.VAN-STAAL-VM275-particolare-innesto-manovella

La manovella è disassata e anch’essa è in alluminio con la grossa manopola in plastica per un grip migliore, ovviamente può essere montata sia a destra che a sinistra svitando l’apposita ghiera grazie alla chiave fornita in dotazione. Sono molte le guarnizioni e gli anelli O-Ring che sigillano il corpo ed il rotore nell’intenzione di rendere il più possibile stagno il tutto evitando ad acqua e altro di entrare all’interno. I cuscinetti sono disposti nei puntiVAN-STAAL-VM275-particolare-guidafilo giusti e più che il numero qui si è pensato alla loro qualità e dimensione, così abbiamo 3 cuscinetti inox di grossa sezione disposti sull’asse principale e sull’albero della bobina, un monodirezionale per l’antireverse tra i più grossi sinora visti sui mulinelli a bobina fissa, due di buona dimensione all’interno della bobina stagna, uno nel guidafilo.

VALUTAZIONI FINALI

Come al solito diamo qui alcuni approfondimenti tecnici e una sorta di considerazione generale che ovviamente non può esprimere un giudizio definitivo, per quello ci vorrebbero mesi e mesi di test estremi che neppure analisi di laboratori tecnici  specializzati potrebbero sostituire, in quanto le variabili in essere sono ovviamente tante e diverse. Partiamo dalla constatazione che Val Staal ha deciso di diversificare la suaVAN-STAAL-VM275-particolare-albero-bobina attuale produzione basata sui classici VS con una gamma di mulinelli più “attuali” ed aderenti alle più moderne mode estetiche. Lo ha fatto modificando alcune parti del corpo del mulinello  lasciando però all’interno una meccanica semplice ed essenziale, nella filosofia più classica Van Staal,  fatta di materiali quasi indistruttibili anziVAN-STAAL-VM275-particolare-guarnizione-innesto-manovella migliorando alcune componenti tecniche come ad esempio il sistema di imbobinamento del filo che nella serie VM è sostanzialmente lo stesso di quello utilizzato sui mulinelli Cabo della Quantum Zebco e si è sforzata di rendere il più possibile stagno l’interno e la meccanica del mulinello. Solo 4 tra O-ring e guarnizioni sulla ghiera diVAN-STAAL-VM275-particolare-ghiera-frizione innesto della manovella sia lato sx che dx, poi c’è  una guarnizione inserita in una sede che  corre lungo tutto il profilo del corpo inferiore e che  dovrebbe garantirne la tenuta, una guarnizione anche sul cuscinetto monodirezionale e o-ring sulla guida di scorrimento dell’albero. Due speciali O-Ring rendono stagno il gruppo frizione, altre guarnizioni di tenuta sullaVAN-STAAL-VM275-particolare-braccetto-guidafilo ghiera frizione, ai lati del rullino guidafilo il cui disegno è stato modificato per renderlo più adatto all’utilizzo dei trecciati, mentre tutte le viti in inox hanno una rondella di tenuta. La frizione monta dischi in carbonio e dovrebbe riuscire ad avere un max Drag uguale ai 20 kg effettivi  come risulta a noi che abbiamo effettuato prove artigianali di slittamento, e quindi indicative,  con un dinamometro digitale , anche se questo importante elemento  di valutazione non è specificato da nessuna parte nelle brochure aziendali. L’imbobinamento come abbiamo detto risulta più preciso ed accurato, la sensazione nell’uso con il rotolamento delle varie  parti in movimento si può definire  “ruvido e pastoso”  una sensazione tipica di ingranaggeria  in acciaio inox che lavora con ridottissimi giochi d’accoppiamento; anche se bisognerà vedere se l’impressione iniziale permane anche dopo ore e ore di utilizzo, oppure la meccanica si “scioglie” diventando più fluida con l’uso. Il rapporto di recupero è “corto” per accrescere la potenza durante il combattimento con prede forti ed extralarge anche se poi grazie alla larghezza della bobina riesce a raccogliere circa 1 mt. ad ogni giro di manovella , un valore   simile  ai vari competitors del VM 275 e cioè gli Stella 18000  20000, Saltiga 6500 e Penn Torque TRQS9, anche se quest’ultimo  ha in realtà  un rapporto più veloce. Il corpo è un monoblocco di alluminio praticamente esente da torsioni laterali  anche sotto sforzi sostenuti e prolungati  che assicura sempre in ogni situazione una perfetta e precisa sede alla meccanica interna il che ne  fa ovviamente un attrezzo per usi estremi e un prodottoCapt Bobby Rice e Capt Craig Cantelmo elitario a tutti gli effetti.   Se però  vi state chiedendo se il VM275 è il mulinello adatto ai nostri tonni rossi sappiate che in U.S.A. hanno già imbarcato diversi bluefin giganti come quello in foto  L’unico dubbio rimane il prezzo al quale sarà venduto in Italia e quindi per conoscere questo non insignificante dettaglio e avere notizie precise sulla disponibilità presso i negozi a voi più vicini vi consiglio come sempre di inviare una mail a info@oldcaptain.it , è il modo migliore e più veloce.

SCHEMA MECCANICO VAN STAAL VM 275 QUIPDF_Logo (2)


BOZZA-LANDING-PAGE-KFTMAG-GIF-ANIMATA

NON PERDETE L’OCCASIONE DI SCARICARE IL VOSTRO MAGAZINE ONLINE DA QUI

Condividi su:

Lascia un Commento: