» 24 giu 2017

Wildlife Photographer of the Year 2012

Bubble chaos

Si è conclusa la 48° edizione del  Wildlife Photographer of the Year 2012, il prestigioso contest internazionale che raccoglie migliaia di scatti da tutto il mondo a testimoniare della bellezza della natura nei suoi paesaggi, animali e ambienti in pericolo di estinzione. Nella foto in alto abbiamo il vincitore del Veolia Environnement Wildlife Photographer of the Year, il fotografo Paul Nickle con uno scatto nel Mar di Ross tra i pinguini imperatore (Canon EOS-1D Mark IV zoom 8-15mm f/4 con housing sub Seacam) Foto naturalistiche big_owen-hearn-uk-flight-paths-veolia-environnement-wildlife-2012

Assai interessante la partecipazione dei giovani e giovanissimi fotografi  come il vincitore della sezione da 11/14 anni l’inglese  Owen Hearn che ha ripreso il volo di un falco nell’aeroporto di Londra,  dove opporsi alla costruzione del terzo aeroporto ha consentito a questi rapaci a rischio di estinzione di continuare volare insieme agli aerei (scattata con Nikon D90, 300mm f/4  e un moltiplicatore di focale 1,4 x).Foto naturalistiche Celebration-of-a-grey-day-025

Tantissimi gli italiani che hanno partecipato, tra questi ha ricevuto una menzione speciale anche Fortunato Gatto nella categoria “Wildscapes” con una foto in B/N della Laig Bay, sull’isola della Scozia nord-occidentale.Hoppoe on branch (upupa epops)Evocativa e pittorica anche l’immagine di un altro italiano Hugo Wasserman con un upupa fotografata sui rami nella nebbia che ha ottenuto una menzione speciale nella categoria  nebbia “Creative Visions” (Canon EOS 5D Mark II + 300mm f4 ; 1/250 sec t f6.3; ISO 320; cavalletto Gitzo).Foto naturalistiche big_larry-linch-warning-night-light-veolia-environnement-wildlife-2012

Il fotografo Larry Linch si è aggiudicato la vittoria nella categoria “Ritratti di animali” con questo alligatore che si riposa nel Myakka River State Park di Sarasota, in Florida, dopo aver aver mangiato un pesce rimasto intrappolato dal recedere delle acque del fiume, scattata a circa 7 metri dal soggetto.

Queste immagini spettacolari ed altre 100 sono in mostra in mostra al  al Forte di Bard con la prima tappa italiana del tour mondiale, ospitata per il quarto anno negli spazi del principale polo culturale della Valle d’Aosta. Dalle 18:00 del 2 febbraio 2013 al 5 maggio 2013. Tra gli eventi collateraliridordiamo brevemente  Sabato 4 e domenica 5 maggio 2013 c’è anche il Master of Wildlife Photography, pronto ad offrire un percorso formativo altamente qualificato con professionisti del settore, con  approfondimenti  delle tecniche di fotografia naturalistica, lettura del portfolio dei partecipanti e utilizzo degli strumenti di fotoritocco. Da prenotare (0125 833886 – ufficiostampa@fortedibard.it)

A seguire una breve Gallery tutta da sfogliare…

Condividi su:

Lascia un Commento: