» 16 feb 2019

LOS ROQUES II° Parte

Los-Roques-fishing-boatGiorno successivo dopo la solita alba con i Bonefish del mattino (per noi la colazione) e dei vari Rabo rubia Ojo gordo della intera giornata appuntamento alle 16.30 con il comandante Xavier e Cico , uno strano tipo molto silenzioso ma tremendamente esperto! Ci riposizioniamo vicino al catamarano che e’ in rada in attesa di clienti di fronte l’isola e aspettiamo l’arrivo dei nostri amici Tarpon!Los-Roques-rod-and-reel In barca tutti e tre i Gargantini con il Boss Adriano che commentava burlescamente ogni nostra mossa! Iniziamo a lasciare un po di carnada  in acqua e filiamo le lenze con circle hook e camiguana innescato nell’occhio! Passano 5/10 minuti le sagome dei pescioni cominciano a vedersi sul fondo (10/15 mt) girano curiosi e diffidenti ma in un secondo parte l’ adrenalina…la mia canna si piega lentamente io la lascio piegare e poi viaDCIM\105GOPRO il pesce e’ allamato e parte a tutta velocità! Ho il cuore in gola la canna e’ tutta piegata (Lamiglas Kenaj King e Daiwa Certate 3500 HD Custom Som!) e io mi appoggio alla piccola consolle, del panga con un ginocchio puntato sulla murata! Mantengo la calma e non lo mollo un secondo lui sta sul fondo ma lentamente conquista il largo sento il filo che  risale in alto lui si allontana e via salti fuori dall’acqua per provare a slamarsi!!!!! Continuiamo cosi per altri 15 minuti e lentamente inizia a cedere lo avvicinoLos-Roques-Big-tarpon-per-Van-Staal verso la barca e lo vediamo enorme argenteo e per niente stanco! Mentre eravamo li attoniti a vederlo provare a riprendere il largo all’ improvviso la canna di Francesco parte come una furia doppi strike in barca altro Tarpon! Momenti di panico perché il mio tarpon provava a girare intorno la prua dove era Francesco con l’altro che correvo via! Ma con molta calma vado a prua lo tengo sotto pressione lentamente lo riporto verso la poppa! Dure e le operazioni per tirarlo su per le foto perché avevamo un solo guanto e Xavier per 4 volte non riesce a portarlo su! Alla fine ce la facciamo e dobbiamo sbrigarci per non farlo morire !!!!Los-Roques-night-fishing-Jack-Ojo-Gordo Per i locali sarebbe una grande perdita perché per loro e’ lavoro e vita! Provo ad alzarlo e non ce la facevo e Cico mia aiuta, mentre  lo tengo per la  bocca per la foto di rito il Tarpon di Francesco si slama con varie imprecazioni del boss che ci sfotteva alla grande su lenza, mulinelli e quanto altro,  rendendo la slamata una comica!!! Vabbe capita.Los-RoquesFrancesco-Gargantini-e-tarpon Calmata la situazione caliamo ancora ma nada! Con la coda dell’occhio vedo delle cacciate a pochi metri dalla barca e mi fiondo letteralmente  sulla St Croix da light e lancio al volo un jig in mezzo ai pesci ! Appena questo cade in acqua si piega la canna e ferro deciso ! Wow un pescione!  Mi diverto come un pazzo e tiro su un jack! A seguire Alberto lancia anche lui e altro jack e passa la canna al Boss per farlo giocare un pò. Lo recupera e rilancia ma questa volta aggancia un Carite! Poderoso e veloce,  una delizia con cannette cosi leggere e jiggetti rigorosamente Jappo style ! Serata memorabile perché non soddisfatti ci facciamo portare dopo cena da Xavier sul catamarano dove lavoravaLos-Roques-Gargantini-e-bonefish il cugino a tentare una notturna ai tarpon che si avvicinano con le luci accese  a notte fonda in cerca di cibo ! in attesa dell’ora x lanciamo  nel buio e io quasi subito prendo un jack e lo rilascio! Il comandante mi vede lanciare il pesce in acqua e mi esorta nel caso di altri di lasciarli per lui e l’equipaggio perché alle 4 della notte sarebbero salpati direzione la Guaira e li avrebbero mangiati nel viaggio! Faccio ancora qualche lancio e via altri due jack uno da un kg l’ altro da un paio! Xavier che nel frattempo era nella dinette esterna e vedeva la cannetta piegarsi scende a poppa con me a vedere e gli dico provala ! Fa un lancio due tre recuperi lenti e poi veloci come gli avevo detto di fare e via la canna si inchioda e il mulinello ( certate 3000 uno spettacolo)jack-on-fly comincia a suonareeeee! Un paio di testate  e appena la prede  vede la barca  si infila con una fuga rapidissima sotto il catamarano! Xavier non si fa intimorire e lo forza portandolo a distanza di recupero a mano ! Mi inginocchio e lo vedo un bel jack sui 4 kg! Lo afferro per la branchia e lo tiro su molto gordooooooo! Fantasticoooo! Purtroppo i tarpon non hanno voluto farci sognare nella notte e torniamo al baretto della spiaggia per la birretta di fine giornata! Stanchi ma felici! Ultimi giorni relax con pescatine durante il giorno a mosca e spinning e 8/10 catture tra bonefish aguglie e carite che il piu delle volte tagliavano e ci costringevano a usare cavetto tyger da 50 lb!Los-Roques-Barracuda

Vacanza stupenda consiglio di andare almeno una volta nella vita ! Tra l’altro se interessati posso darvi contatto con Matteo e Carolinaisola-di-conchiglie-caracol che mi hanno comperato il biglietto in valuta locale che con il cambio non ufficiale ma legale che fanno il prezzo diventa veramente bassissimo come anche i prezzi della pensione completa e’ veramente onesta !!!! riprepariamo i bagali salutiamo tutti gli amici che ci hanno coccolato durante la vacanza con la promessa di tornare presto . I giorni successivi il tre Gargantini mi mandano una foto e fanno giustizia alla mia preda persa portando a bordo un over 50 tanto sognatoooooo! Grandiiiiii

Ciao Los… a presto


VAN-STAAL-RITRATTO

Il nostro inviato a Los Roques
“Van Staal” in arte Michelangelo Capo, romano, viaggiatore e pescatore già da diversi anni, quando il viaggio di pesca era davvero un avventura. Grande appassionato di spinning in mare e vertical jigging oltre che pescatore a mosca è anche un “tackle addict” e come tale noi di KFT non potevamo farcelo sfuggire. Non c’è artificiale, canna o mulinello di cui non conosca le caratteristiche ed è sempre il primo a conoscere tutte le novità a livello mondiale con una competenza  davvero enciclopedica in questo settore,  è anche un nostro grande amico ed estimatore. Questo è il suo primo reportage per KFT e lo ringraziamo pubblicamente per permetterci di condividere con lui questa sua bella passione.
Condividi su:

Lascia un Commento: