» 11 dic 2017

La voce umana del Beluga

BelugaHa vissuto per trent’anni al National Marine Mammal Foundation di San Diego, in California, e si chiamava NOC – ma per i ricercatori è il “cetaceo parlante”. Gli studiosi si sono accorti di questa straordinaria capacità nel lontano 1984, quando udirono delle voci provenire dai pressi della vasca di NOC, anche se attorno non c’era nessuno. “Si udiva una specie di conversazione, anche se non si riusciva a distinguere si che cosa si stesse parlando”, dice Sam Ridgway dello U.S. Navy Marine Mammal Program di San Diego, che ha condotto uno studio sulle vocalizzazioni del cetaceo. Alla fine, la fonte del chiacchiericcio venne definitivamente confermata quando un sub che si trovava nella vasca del beluga udì distintamente qualcuno ordinargli di uscire da li: era NOC, che ripeteva un suono simile alla parola inglese out - fuori. “Non avevo mai sentito niente del genere, per me era un’assoluta novità”, dice Ridgway.Beluga-3

Il beluga abbassa la voce per sembrare più umano
Negli anni Ottanta, Ridgway ha registrato le vocalizzazioni di NOC, scoprendo che il ritmo e la frequenza si avvicinavano a quelle della voce umana. “Quei suoni che imitavano il parlato erano alcune ottave più basse rispetto a quelli emessi di solito dai cetacei”, racconta Ridgway, il cui studio è stato pubblicato solo ora sulla rivista Current Biology. Verso la fine degli anni Ottanta, dopo quattro anni, NOC smise le sue “imitazioni”: probabilmente, secondo Ridgway, perché aveva raggiunto la maturità sessuale (NOC è poi morto nel 2007)…CONTINUA A LEGGERE QUI

ASCOLTA QUI LA VOCE DEL BELUGA REGISTRATA


National-Geografic-corner

Condividi su:

Lascia un Commento: