» 18 ott 2017

GT Popping alle Marquesas

MARQUESAS-GT-TRIP-Gli-spettacolari-paesaggi-dell-interno

L’ amico Randy Chin di JDM TACKLE mi invia il report del suo ultimo Fishing Trip appena effettuato alle isole Marchesi nella Polynesia Francese. Un arcipelago di isole vulcaniche nel cuore dell’Oceano Pacifico a 1400 km a nord est da Tahiti scoperto nel 1595 dal navigatore spagnolo Álvaro de Mendaña y Neira che le battezzò “La Marquesas de Mendoza” in onore del nobile spagnolo e vicerè del Perù che aveva finanziato l’impresa di esplorazione. LaMARQUESAS-GT-TRIP accampamento sulla spiaggia dalla sabbia lavica base di partenza per la pesca è l’isola di Nuku Hiva 387 kmq la seconda isola più grande dell’arcipelago, la sistemazione è prevista in un accampamento su una delle spiagge costituita da sabbia nera vulcanica a poca distanza dall’imbarcadero, il tutto avvolti da una natura davvero incontaminata in uno degli angoli più belli e selvaggi del pianeta, qui  sonoMARQUESAS-GT-TRIP-Imbarcadero-e-boat a disposizione dei pescatori 3 barche per gruppi di 2-3 pescatori max, viste le dimensioni ridotte dei fisherman. Randy consiglia un attrezzatura minima composta da due canne da popping  equilibrate minimo per PE 8 ed una canna da jigging per PE6 aggiungendo come optional una canna daMARQUESAS-GT-TRIP-Un-po-di-attrezzatura spinning più “leggera” da PE 3-5 , trecciato di riserva, leader da 200 e più lb e tanti…tanti artificiali. Le isole Marchesi sono tutte di origine vulcanica il che significa che non esistono reef corallini attorno alla costa e si pesca a breve distanza dalle scogliere scoscese che sprofondano subito in “drop off” abissali consentendo così una estrema variabilità di predeMARQUESAS-GT-TRIP-Giant-trevally e di situazioni di pesca. Si comincia con il popping a GT presso la caduta verticale delle falesie  dove sono stati agganciati e persi dei mostri che nonostante gli elevatissimi valori di frenatura su PE 8 e PE 10 sono andati schiantare tutto sulle rocce della scogliera,  oltre ai GT tra cui molti del tipo “Black”  ed altre specie di carangidi, non sono rare cuberaMARQUESAS-GT-TRIP-Cubera-Snapper snapper di ottime dimensioni e cernie. Si può proseguire poi con il jigging sui bordi delle piattaforme prima del  drop off per i Dogtooth Tuna Yellowfin e Wahoo di buone dimensioni ma non ernormi con qualche possibile incontro con specie pelagiche come Sailfish e Marlin. C’è anche la possibilità per chi volesse provare di effettuare delle sessioniMARQUESAS-GT-TRIP-Dogtooth-tuna-2 in notturna di inshore jigging da alcune scogliere adatte. Si tratta di una destinazione molto esclusiva in cui la quota maggiore è destinata al costo del viaggio, visto che in definitiva la sistemazione in “camp”  è molto economica, Randy nonostante la sua vastissima esperienza in altri hot spot tropicali ne è rimasto affascinato, soprattutto daiMARQUESAS-GT-TRIP-Forsennati-combattimenti-a-breve-distanza-dalla-costa luoghi da eden e per il contatto umano unico con i polinesiani…non dimentichiamo che poco lontano da qui è sepolto Paul Gaugin, il pittore che rimase stregato da questi paesaggi e… non solo da quelli! Prossime date per le partenze previste potrete trovarle sul sito di JDM TACKLE MARQUESAS-GT-TRIP-Giant-Trevally-in-livrea-nera

Condividi su:

Lascia un Commento: