» 24 giu 2017

Craig Bertram Smith

GT-and-Popper-L (1)

Craig-sCollaboravo ancora con la rivista PPM (Pianeta Pesca Mare) quando iniziai a pubblicare una serie di piccole rubriche sui maggiori artisti internazionali collegati in un modo o nell’altro  al mondo della pesca, ma nell’ angusto spazio  di due paginette le bellissime opere di illustratori, disegnatori, pittori e scultori erano davvero sacrificate. Qui nel mio Blog personale dove non devo rendere conto a redattori, direttori editoriali e nessun altro posso davvero valorizzare al meglioKingfish-sketch-L il lavoro di questi “fishing artist”. Come nel caso di Craig Bertram Smith, artista sudafricano, dal talento innato sin da ragazzino e dalla passione per la pesca, ovviamente  instillatagli  dal padre quando durante le vacanze di Natale percorrevanoMarshall-Eagle l’ Eastern Cape spostandosi da un luogo di pesca all’ altro con un fuoristrada e dormendo in tenda. Un talento precoce dicevamo che lo spingeva a disegnare animali e uccelli traendone ispirazione dai libri acquistati dalla mamma che non smetteva mai di incoraggiarlo. Del resto a scuola le sue materie preferite erano la biologia e proprio la sua insegnante lo spronò nella sua passione per il disegno, intuendone le sue qualità.

Black-Sparrow-hawk-print

Tutte le sue reali potenzialità emersero durante gli studi di graphic designer  presso Wits Technikon  al punto che che la sua passione riemerse nuovamente e dopo l’ università decise di intraprendere la carriera di illustratore freelance. Nel 1998 Craig ha lavorato come illustratore per le case editrici di libri educativi per bambini il che gli ha consentito di acquisire notevole esperienza tecnica e di affinare il suo spirito di osservazione della natura e dei suoi abitanti. Craig Smith Bertram brown trout

Ma non era facile vivere di arte vendendo le sue prime creazioni, così Craig intraprese l’attività più stabile di web designer dividendosi tra il lavoro al computer di giorno e la pittura di notte. Nonostante ciò i suoi disegni e quadri ispirati al mare ed alla natura cominciavano a essere conosciuti ed apprezzati dal grande pubblico e cominciava ad avere dei lavori su commissione, come ritratti di pescatori con grosse prede che volevano un ricordo più “artistico” che non una semplice fotografia.AndreVW-Kingfish-L

Per anni Craig ha vissuto tra l’attività lavorativa e l’attività artistica e solo nel 2008 cominciò seriamente a pensare di poter vivere anche con l’arte. Di questo periodo sono le sue opere più conosciute come i fondali della barriera corallina con i grossi carangidi che troviamo ricorrenti tra i soggetti dell’artista. Dipinti minuziosi, precisi dove si intuisce tutta  la sua lunga esperienza di osservazione naturalistica e la paziente ricerca dei dettagli propria dell’illustratore professionista.The-Reef-King-copy

Ma è solo nel 2010 che Craig, spinto e incoraggiato da amici e familiari decide di compiere il grande passo e di dedicarsi interamente al lato artistico della sua esistenza. La sua originaria ed antica passione per la pesca si esprime così in dipinti dove le scene vengono spesso riprese “half&half” secondo quella tecnica che prevede una parte fuori dall’acqua ed una sott’acqua, come nelle sue memorabili immagini di pesca a mosca nelle flat del Zululand con giganteschi bonefish o colorati pesci balestra o sulle spiagge e coste della Namibia per le grandi lecce Amia.Trigger-Bonefish-LGarrick-and-fly-fisherman-L

I mezzi tecnici preferiti da Craig sono la matita e l’acrilico con cui riesce a restituire le brillantezza dei colori e delle scene sottomarine. I suoi luoghi di pesca preferiti sono oltre a Sud  Africa, il Mozambico e le isole ed arcipelaghi dell’ Oceano Indiano come Seychelles e Maldives. I suoi pesci preferiti oltre ai grandi carangidi d’ ogni tipo come abbiamo visto abbiamo anche i tonni yellowfin, sailfish e marlin. yellowfin-tuna-big

Sailfish-painting-L

Attualmente l’artista ha pubblicato numerose copertine su magazines di tutto il mondo e sulle più prestigiose testate americane e australiane, aree geografiche dove in sostanza è nata la fishing art e  dove l’artista viene particolarmente apprezzato per il suo personalissimo  stile pittorico, realistico ed impressionistico insieme. Particolarmente belli ed originali i suoi lavori a matita con un bianco e nero che si adatta molto a scene di azione e di inseguimento dei pesci nella loro opera di predazione o come semplice catalogazione scientifica. Kabeljou-L

Spotted-Grunter-L

Garrick-L

Craig Bertram Smith non ha abbandonato il suo Sud Africa ed oltre alla attività di artista ha ampliato il suo lavoro con l’inserimento di numerosi gadget come bellissime magliette, calendari, etc. potrete trovare tutto QUI


Craig Smith Bertram Black  banner

Condividi su:

Commenti

  1. Alex dice:

    Veramente molto bravo !

Lascia un Commento: