» 27 giu 2019

Malibu Kayak news

Malibu Kayaks X-13Prematuramente ed ingiustamente sparita la Malibu Kayaks dal mercato italiano, dopo la fugace apparizione dell’inizio dell’ avventura del kayak fishing in Italia del suo modello X-Factor uno scafo decisamente lento, poco manovrabile e ingombrante, ha invece nel corso di questi anni realizzato dei kayak da pesca decisamente più interessanti come ad esempio questo X-13  nella foto in alto, accessoriato con consolle centrale portastrumenti e portacanne dal profilo decisamente filante ed altri  che vi voglio brevemente riassumere.

Malibu Kayaks Extreme

Iniziamo dal Top di gamma e cioè il modello Extreme, un kayak filante ma decisamente stabile studiato per le lunghe sessioni di pesca in più giorni con ampia capacità di stivaggio con i suoi 3 vani, possibilità di montare il timone, 4 portacanna, console centrale porta strumenti disponibile, vasca del vivo con pompa. E’ lungo 15” e largo 31” pesa una trentina di kg ed ha una portata max di circa 250kg.Malibu Ranger 15 1

A riprova dell’evoluzione in casa Malibu ecco anche qui uno scafo ibrido canoa-kayak con il modello Ranger, disponibile anche in versione tandem, ottime caratteristiche asciutte grazie al bordo alto sull’acqua ed al comodissimo sedile rialzato, è lungo 15”6’ e largo 32” ma pesa un botto, quasi 40 kg anche se ha una portata max di quasi 300kg disponibile anche qui la vasca per il vivo e l’indispensabile pompa di sentina, essenziale in questo tipo di scafo.Malibu-Kayaks-Express

Poi c’è la novità del momento per gli U.S.A. questi SUP che assomigliano moltissimo a delle tavole da surf ma che ormai quasi tutte le aziende di kayaks stanno rielaborando in modelli ibridi con pozzetto, vani e gavoni e portacanne per la pesca. Questo Express è lungo 14”6’ è largo 27” pesa 20 kg ed ha una portata di circa 140 kg è molto basso e filante. Quelle viste qui sono solo alcune delle nuove innovazioni proposte dalla Malibu Kayaks, una azienda che ha sempre fatto della qualità la sua massima aspirazione aziendale ed è un vero peccato non sia degnamente rappresentata in Italia.

Condividi su:

Lascia un Commento: