» 16 lug 2020

Bluewater Madeira

Paul Watson

Paul Watson è un famoso skipper e angler di nazionalità inglese che ha pescato grandi rostrati in giro per il mondo, uno dei primi video fishing maker e ideatore di MARLIN WORLD il magazine online dedicato al Big Game mondiale. Da alcuni anni vive a Madeira e recentemente anche lui ha scoperto il kayak fishing e se ne è innamorato al punto da iniziare un grande progetto che vede la realizzazione di un film dedicato alla ricerca di un obiettivo ambizioso che è quello di catturare 3 delle prede più comuni e significative che vivono nelle profonde acque attorno a Madeira, il Marlin Blu il tonno Bigeye il Wahoo per realizzare una serie di record mondiali. Il film dal titolo Bluewater Madeira ha anche lo scopo di incentivare la pratica del Catch&Release e di promuovere un nuovo tipo di turismo nell’isola, improntato su una tecnica di pesca ecologica come il kayak fishing. Blue water in Madeira La “mission” esposta sull’ accattivante   sito BLUEWATER MADEIRA  è chiara, ma è anche lampante   che il signor Paul Watson si sa muovere perfettamente nel settore dell’”advertsing” che detta in italiano significa “razzolare fondi e quattrini” . Lo si evince dai tanti sponsor in home e soprattutto dal progetto di supporto per coloro che volessero partecipare all’impresa del nostro amico.  Niente di male per carità, l’ “extreme kayak fishing” è la moda del momento in tutto il mondo e anche da noi in Italia abbiamo i nostri bravi cacciatori di record in kayak,picture-14 quello che però francamente non convince un yakangler di vecchia data come me abituato a sudarsi anche una misera occhiata facendosi diverse miglia di pagaiate è il fatto che il nostro Paul, che si fa ritrarre in home grintoso e con il piglio da duro con live-vest e kayak alle sue spalle lo usi poi a pesca solo dopo averlo comodamente caricato su un fisherman…eppure a Madeira gli hot spot per il Big Game non sono lontanissimi dalla costa, 2-3 miglia max. Beh che vi devo dire questa volta tifo davvero per il Marlin…vedremo tra 2 anni cosa ne uscirà fuori da tutto questo po pò di tam tam…sicuramente in un modo o nell’altro ne riparleremo! 

Condividi su:

Lascia un Commento: