» 16 set 2019

USA vs CHINA guerra dei dazi

GUERRA DEI DAZI

La guerra commerciale tra USA e Cina , pur tra parziali smentite e retromarce di Trump, rischia di colpire pesantemente il mercato delle attrezzature della pesca sportiva in USA. Questo è il grido di allarme lanciato dai responsabili di Pure Fishing e Zebco Holding,  due tra le aziende  attualmente leader in questo settore negli Stati Uniti, che hanno rimarcato come l’aumento dei dazi di moltissimi prodotti provenienti dalla Cina  potrebbe provocare un aumento dei prezzi per il consumatore ed un effetto deleterio per l’interaHarlan MKent Pure Fishing industria delle attrezzature da pesca. Harlan M. Kent, recentemente nominato Ceo di Pure Fishing “Questo provvedimento dell’aumento dei dazi sui nostri prodotti, non porterà altro che grossi problemi ai nostri lavoratori, con rischio di licenziamenti e chiusure di aziende, mentre alcuni altri gruppi stranieri si potrebbero avvantaggiare di questa situazione. Pure Fishing raccoglie brand come Mitchell, Abu, Penn International, Berkley, Grays, Fenwick, Hardy, Spidertwire, Stren.  ed altri. Anche Glenn Hughes,Glen Huges presidente dell’ American Sportfishing Association (ASA), ha espresso le sue preoccupazioni a nome del settore. “Comprendiamo la posizione del Presidente in merito alle attuali relazioni commerciali con la Cina e sosteniamo il riallineamento degli accordi commerciali per correggere pratiche commerciali sleali”…, ha dichiarato, “…tuttavia, siamo profondamente preoccupati per l’impatto di queste tariffe su tutti i produttori che operano in questo settore, un hobby diffusissimo  che il pubblico americano riconosceJeffrey Moore come  il suo passatempo preferito: la pesca”. Da maggio, l’ASA e molti dei suoi membri avevano chiesto l’esclusione da tariffe aggiuntive per le attrezzature per la pesca sportiva, sostenendo che l’industria paga già un’accisa unica che finanzia progetti di pesca, conservazione e accesso. L’amministrazione Trump ha invece  annunciato che imporrà una nuova tassa del 10% su $ 300 miliardi di prodotti, compresi gli attrezzi da pesca,  e che altri prodotti saranno soggetti a tariffe aggiuntive a partire dal 15 dicembre. Jeffrey Moore, di WC Bradley, proprietario di Zebco Holdings, ha dichiarato: “Riteniamo che l’imposizione di tariffe ponga il rischio che la pesca ricreativa venga tassata come uno sport solo per i ricchi”. Maggiori dettagli su tutti i prodotti inseriti nella lista che prevede un aumento del dazio sono visionabili sul sito web dell’ Amministrazione americana a questo LINK(Fonte: Angling International)


Logo-Kayakero-Magazine

LEGGI GRATIS LA TUA RIVISTA DI PESCA ONLINE KAYAKERO MAGAZINE


KAYAKERO MAGAZINE July 2019 n° 12

Condividi su: