» 21 lug 2018

Tackle House Slow Jig

TACKLE-HOUSE-slow-jig-cover

La tecnica dello Slow Pitch Jigging in Giappone pare aver sostituito da tempo il jigging tradizionale, complice una certa facilità di esecuzione, una minor fatica ed un ampio ventaglio di prede catturabili, da quelle tipicamente di fondo sino a quelle pelagiche della mezz’acqua e a quelle della superficie. Questa totale versatilità ha spinto i progettisti della Tackle House ben oltre la realizzazione di un semplice slow Jig. Pur essendo orientatoTACKLE-HOUSE-slow-jig-modelliTACKLE-HOUSE-Slow-Jig-discesa-weballa cattura dei pregiati pagri giapponesi o “Madai” questo nuovo originale  jig si adatta a diversi utilizzi. Questa sua ampia versatilità è dovuta principalmente al suo particolarissimo profilo, una specie di barchetta con un chiglia a “V” decisamente accentuata con un corpo dai fianchi ampi ed un dorso piatto. Questo design o  “shape” gli consente intanto un affondamento assai speciale, dove l’artificiale durante la discesa  assume una posizione orizzontale e “frulla” con un rollio accentuato verso il fondo disegnando una linea sinusoidale, con scivolamenti avanti ed indietro, che generano un ampio numero di bagliori grazie al foil metallico dei fianchi.  Una discesa ( A ) decisamente innovativaTACKLE-HOUSE-slow-jig-discsa-e-risalita-movimenti rispetto TACKLE HOUSE slow jig viste globaliad altri jigs. Anche i movimenti durante la risalita ( B )sono leggermente diversi rispetto ad altri artificiali simili, in questo caso  ad ogni leggera jerkata,   il jig  effettua delle brevi rotazioni sull’asse come ben evidenziato nello schema in alto che si traducono in un recupero sinuoso. Agli appassionati di questa tecnica appare subito chiaro quale notevole varietà di movimenti sarà possibile effettuare durante l’azione di pesca, con lunghi eTackle-House-slow-jig-hook_eye ben cadenzati rilasci,  ampie e lente  jerkate, alternate a  recuperi più serrati per poi lasciar discendere verso il fondo ancora una volta questo artificiale. E’ evidente la cura dei progettisti perTackle-House-slow-jig-utilizzoTACKLE HOUSE montaggi ottenere una discesa  del jig non passiva, ma in grado di richiamare con il suo particolare fluttuare le prede anche da buone distanze.  A questo punto il discorso sembrerebbe esaurirsi qui, ma siamo appena agli inizi. Infatti questo jig si adatta perfettamente anche al casting, armato, oltre che con i due classici doppi ami in testa, con un corto e robusto assist in coda. Come vediamo nel disegno in alto infatti può essere lanciato a buone distanze, grazie alle notevoli  grammature ed al volume ridotto. Può essere recuperato poco sotto la superficie ( 4 ) in caso di evidenti mangianze a galla, in  cui può essere armato solo con un grosso e robusto assist hook solo in testa,  oppure lasciato affondare e poi recuperato con un recupero detto “a denti di sega” ( 3 ) o invece con un movimento  più lineare, sfruttando il suo leggero wobbling ( 2 )  quasi a sfiorare il fondo in quei casi di forte scarroccio. Ovviamente sono previsti anche i classici doppi ami tipici degli artificiali da Slow Pitch Jigging al n° ( 1 ) nel disegno.TACKLE HOUSE slow jig colori Disponibile in 6 diverse colorazioni ed in 2 modelli, uno da casting con pesi d 40gr e 60gr ed uno da slow jigging nelle grammature da 80gr – 100gr – 120gr.


LEGGI ONLINE GRATUITAMENTE KAYAKERO MAGAZINE DI LUGLIO 2017001--KFTJUNE-2017

SCARICA L’ APP ISSUU READER PER ANDROID QUIgoogl_button_thumb

Condividi su: