» 17 nov 2019

Portaerei giapponesi Akagi e Kaga ritrovate nel Pacifico

74491843_2667569986611799_2765015428798349312_n

Paul_G._AllenNei giorni scorsi la nave oceanografica R/V Petrel,  specializzata nella ricerca di relitti, del miliardario statunitense Paul G. Allen, co-fondatore di Microsoft scomparso ad ottobre dello scorso anno, dopo una ricerca durata svariate settimane nelle 500 miglia nautiche del  Papahanaumokuakea Marine National Monument, nell’Oceano Pacifico nei pressi dell’atollo di Midway, ha rintracciato su un fondale di quasi 5500 mt i relitti quasi intatti  delle portaerei giapponesi HIJMS  Akagi e HIJMS  Kaga dopo 77 anni dal loro affondamento nella Battaglia di Midway.

rv-petrel-deploying-auv

Grazie agli elaborati  e collaudati sistemi di ricerca a bordo del R / V Petrel costituiti da sistemi di ricerca telecomandati AUV (autonomous underwater vehicle) e ROV (remotely operated vehicle) in grado di operare anche  grandi profondità ed una complessa mappatura dei fondali con speciali sonde ed ecoscandagli, è stato possibile individuare i resti di 2 delle 4 portaerei giapponesi affondate durante lo scontro aeronavale del 7 giugno 1942 ( HIJMS Akagi, HJIMS Kaga, HIJMS Hiryu e HIJMS Soryu )

HIJMS Akagi  -   赤城

Akagi 2

Akagi

74614864_2667570073278457_3020014083907780608_nVanto della marina imperiale da guerra nipponica, che fu la prima al mondo a costruire questo tipo di navi da battaglia,  la portaerei HIJMS Akagi entrò in servizio nel 1927 e subì diversi ammodernamenti sino al 1941 anno in cui il 7 dicembre partecipò all’attacco giapponese contro la base americana di Pearl Harbour. In seguito partecipò ad altre azioni navali durante l’espansione giapponese nel sud est asiatico sino al 4 giugno 1942, come nave ammiraglia  della 1ª Flotta Aerea del  viceammiraglio Chuichi Nagumo nell’attacco giapponese a Midway che aveva lo scopo di invadere l’atollo ed eliminare definitivamente la flotta statunitense del Pacifico. Poteva portare 92 aerei a bordo, con piloti espertissimi,  invece fu colpita alle 10,26 da alcuni bombardieri in picchiata Douglas SDB Dauntless, partiti dalla portaerei USSS Enterprise che sorpresero la squadra navale giapponese  e colpirono il ponte della HIJMS Akagi. Affondò alle 3,25 del giorno seguente. E’ stata ritrovata dal R / V Petrel il 20 ottobre 2019 a 5.346 mt.

HIJMS Kaga加賀

d9bdd3s-0ec3801b-6d60-4f0b-a7c0-26877e4de71f

 Japanese_aircraft_carrier_kagaPortaerei giapponese  HIJMS Kaga_109318578_kagagunmountLa HIJMS Kaga nata originariamente come nave da battaglia dovette essere trasformata nel 1923  in portaerei nella base navale di Yokosuka a seguito delle restrizioni imposte dalla Conferenza navale di Washington. Operò nel 1932 durante la guerra cino-giapponese, nel 1939 subì importanti modifiche ed ammodernamenti, partecipando anch’essa nel 1941 all’attacco di Pearl Harbour.  Assieme alla HIJMS Akagi fece parte della 1 Divisione Portaerei nell’attacco a Midway del 1942, entrambi superiori sulla carta a qualunque altra unità analoga statunitense. Subì anch’essa l’attacco dei bombardieri SBD Dauntless della USS Enterprise che colpirono il ponte di volo con 4 bombe che provocarono un incendio indomabile. Affondò alle 19,25. E’ stata rintracciata il giorno 18 ottobre 2019 dalla nave di ricerca R / V Petrel a 5.400 mt di profondità. Kaga,_Akagi_and_Soryu_under_attack

Dauntless_Chile_1_Print

La battaglia di Midway costituì la svolta decisiva nella guerra aeronavale del Pacifico tra Giappone e Stati Uniti. Pur in notevole inferiorità numerica, e carenti di esperienza rispetto ai piloti giapponesi, gli americani riuscirono a sfruttare perfettamente il vantaggio tecnologico del radar e il fatto di aver decifrato il codice della marina imperiale nipponica. I giapponesi commisero l’imprudenza di lasciare senza protezione 4 delle loro portaerei più potenti, commettendo in seguito numerosi errori strategici e tattici. Questo rese caotica l’attività degli aerei sui ponti delle unità giapponesi, per il cambio repentino del carico bellico e grazie al sacrificio della prima ondata di aerei americani, consentì alle ondate successiveDouglas SDB Dauntless attaccano la HIJMS Akagi (2) di poter sorprendere le portaerei giapponesi senza  la copertura dei caccia. I Douglas SDB Dauntless  scendendo in picchiata da 800/700 mt centrarono con le loro bombe, il ponte di volo delle portaerei nipponiche, che non aveva corazzatura supplementare, scatenando un susseguirsi di esplosioni ed incendi indomabili. In poche ore 4 grandi portaerei giapponesi, che avevano partecipato all’attacco di Pearl Harbour,  colarono a picco ( HIJMS Akagi, HJIMS Kaga, HIJMS Hiryu e HIJMS Soryu ). “The Infamy Day” era stato vendicato e per l’impero del Sol Levante inizierà la lenta agonia prima della sconfitta finale. Oggi dopo ben 77 anni parte di quel passato di guerra riaffiora alla memoria.


Logo-Kayakero-Magazine

LEGGI GRATIS LA TUA RIVISTA DI PESCA ONLINE KAYAKERO MAGAZINE


KAYAKERO MAGAZINE July 2019 n° 12

Condividi su: