» 21 lug 2018

PESCARE MARE chiude dopo 30 anni

PESCARE-MARE-Chiude-cover

La notizia, improvvisa ma non certo inattesa,  della chiusura della storica rivista PESCARE MARE mi aveva raggiunto poco prima della mia partenza per l’EFTTEX di Amsterdam. Ho riflettuto a lungo se fosse opportuno o meno scrivere due righe, visto che personalmente tutta la travagliata  vicenda mi ha visto co-protagonista per 30 anni e quindi emotivamente troppo coinvolto per poter forse mantenere la giusta distanza dai fatti. Si proprio nell’anno in cui PESCARE MARE compiva i suoi 30 anni di età, la nuova proprietà ha deciso di sospendere le pubblicazioni a partire da questo Luglio 2018, inviando uno scarno comunicato sotto forma di mail ai vari nuovi collaboratori. Si spera solo che si possa trovare linfa nuova per tentare un salvataggio in extremis.PESCARE-MARE-Chiude

Ma 30 anni di Storia di questa rivista che ha seguito e formato generazioni di pescatori sportivi e soprattutto i tanti collaboratori che con passione e dedizione ci hanno dedicato una vita,  non potevano non essere almeno ricordati. La rivista PESCARE MARE nasce nel 1989, negli anni immediatamente successivi al successo editoriale di PESCA IN MARE, rivista fondata da Alessandro Magrini che precedentemente era redattore per il mare di PESCARE, storico magazine dell’Editoriale Olimpia. PESCARE-MARE-Copertina-numero-2I primi anni non avranno  cadenza mensile, l’editore credeva poco al fenomeno della pesca in mare e la rivista esordì in edicola come “quarterly” cioè come trimestrale con 4 numeri all’anno. Questa è la copertina del numero 2 del Luglio 1989 con Arnaldo Cocchi che all’interno descrive la fortunata cattura di un pescespada a traina.PESCARE-MARE-sommario

La redazione della rivista ha sede a Livorno, cioè a casa di Giorgio Giannini che assieme a Antonio Brandi ed Emanuele Pastori da Firenze ne cureranno l’editing per svariati anni. I primi collaboratori storici di quei primi numeri saranno: Roberto Melandri, Sandro Meloni, Marco Falchi, Alberico Nappi, Arturo Aliboni, Gianni De Marpillero, Gian Domenico Bocchi, Settimio Campanelli, Elvè Cerri, Arnaldo Cocchi,PESCARE-MARE-Didattica Lorenzo Donato, Stefano Cannavacciuolo, Alberto Marchi, Paolo Equisetto, Massimo Giglio, Stefano Lo Presti, Santino la Macchia e il sottoscritto. La grafica per allora è modernissima, le numerose rubriche e servizi sono corredati da bellissime illustrazioni e si fa largo uso delle foto anche a doppia pagina.PESCARE-MARE-Drifting-tonni

Era il periodo della febbre del tonno rosso con le prime catture dei veri giganti, esemplari che oggi si possono solo sognare e guardare appunto sulle riviste di una volta. Questo un servizio di Gianni De Marpillero.PESCARE-MARE-Surf-casting

Il surf casting furoreggiava già dai suoi primi vagiti grazie ai servizi di Sandro Meloni e Marco Falchi e PESCARE MARE poteva vantare in questa disciplina due autentici outsider.PESCARE-MARE-Pesca-dalla-costa la pesca generica dalla costa aveva in Alberto Marchi, collaboratore storico di Pescare e di Editoriale Olimpia uno dei personaggi chiave con i suoi servizi sempre tra i più letti.PESCARE-MARE-Spinning-in-mare

Tra questi giganti, veri guru del Gotha della pesca sportiva in Italia, si inseriva in punta di piedi un giovane di belle speranze, tal Alfio E. Quattrocchi che muoveva i primi passi in una tecnica allora nuova e rivoluzionaria: lo spinning in mare. Per me iniziava un avventura che prosegue ancora oggi.PESCARE-MARE-Nautica Insomma PESCARE MARE sin dai primi numeri ha delineato e dettato le mode e le tendenze della pesca sportiva in mare in Italia parlando per primo e diffusamente di spinning in mare, poi di jigging e delle varie specialità ad esso legate e di Kayak Fishing, battendo per primo, rispetto alla concorrenza, strade e tecniche innovative ed originali. Altri nomi si uniranno negli anni ai collaboratori storici, Maurizio Pastacaldi, Sandropescare_mare_drifting2005_copert Onofaro, Roberto Ripamonti, Eros Bianchi, Gianni MannelliGiovanni Grimaldi, Mimmo Marfè, Gianluca Magri e mi scuso con gli altri per non averli nominati ma ci vorrebbe lo spazio di un enciclopedia per farlo. La rivista PESCARE MARE a metà degli anni 2000 è voce ormai autorevole e importante nel panorama delle riviste di pesca italiane. Il fallimento miserevole e miserabile dell’Editoriale Olimpia, trascinato in rovina da una gestione irresponsabile, diverse avventure recenti di scarso successo, la crisi endemica della carta01 stampata ed ancora una volta la scelta interessata di un nuovo editore al quale interessava evidentemente solo acquisire le testate dell’ex Olimpia in odore di guadagno sicuro, abbandonando  alla loro sorte tutte le altre, hanno portato a questo risultato. Nel redigere tristemente il necrologio della fine di un altro pezzo fondamentale  della Storia della Pesca Sportiva in Italia,  mi sento tanto come l’Ultimo dei Mohicani, sopravvissuto a mille avventure  ormai solo e sconfortato ma non sconfitto. E’ sempre avanti che bisogna guardare…ma ogni tanto fa bene soffermarsi sul passato, per ricordare a noi stessi da dove veniamo.


LEGGI ONLINE GRATUITAMENTE KAYAKERO MAGAZINE DI GIUGNO 2018001-KFTCOVERDECEMBER-2016-new-version

SCARICA L’ APP ISSUU READER PER ANDROID QUIgoogl_button_thumb

Condividi su: