» 17 nov 2019

Mary Ellen Mark

210K 116 010, 10/14/04, 4:50 PM, 16G, 5680x5728 (319+1088), 100%, Eakins, 1/120 s, R62.1, G45.6, B68.5Mary Ellen MarkQuesta foto di una   famiglia americana, con il padre, la moglie  e i loro due figli costretti dalla crisi a dormire nella propria auto è una delle immagini di Mary Ellen Mark tra le più attuali anche se fu scattata alla fine degli anni ’80.  La ritengo personalmente una delle più simboliche e moderne che concentra tutto il lavoro di oltre 40 anni di questa fotografa che ci ha lasciato nel pomeriggio dello scorso lunedì 25 a Manhattan386443644_1280x720 New York.  Mary Ellen Mark è stata una dei pionieri di quella “street photography” o fotografia di strada che è uno dei generi fotografici che coinvolge ancora oggi tantissimi appassionati. Certo a quei tempi non si chiamava così ma piuttosto la si definiva come fotografia “social” un occhio impietoso e freddo che frugava tra homeless, vagabondi, gang giovanili, disadattati di strada, prostitute, tossicodipendenti,P4847-0176, 5/13/08, 3:31 PM, 16G, 3534x5004 (666+468), 75%, Custom, 1/100 s, R42.8, G27.3, B50.1 insomma quella feccia della società che si vorrebbe nascondere come la polvere sotto il tappeto e che di solito non interessa a nessuno. Le sue foto in bianco e nero hanno ritratto una società ben lontana dal sogno americano ed erano un autentico pugno nello stomaco della società benpensante di colletti bianchi e villette con prato all’inglese. Era nata a Philadelphia il 20 marzo del 1940 e dopo il liceo  alla Cheltenham High School e gli  studi artistici allamary-ellen-mark-3 Pennsylvania University aveva scelto la strada del fotogiornalismo alla Penn’s Annenberg School of Communication con un master conseguito nel 1964. Colpita  per sua stessa ammissione dalle foto di Henri Cartier-Bresson e Irving Penn e dal mito dell’ “istante  decisivo” inizia la sua carriera di fotografa nel 1966 a New York fotografando il dissenso e le manifestazioni pacifiste  contro la guerra del Vietnam, i raduni per l’emancipazione femminile ef937563ae9a77f9e3f93af215d124e3b6c5d3cd9 quella omosessuale e    pubblica nel 1968  un reportage sulla droga a Londra per la rivista Look. Da quel primo lavoro ad oggi Mary Ellen Mark ha tenuto sempre fede ai suoi primi ideali, una simpatia totale per le classi sociali dimenticate e più reiette che ha fotografato per anni in tutti gli angoli della terra. “Sono interessata alle persone borderline. Provo affinità con coloro che non hanno sfondato nella nostra società. Quello che voglio fare più di ogni altra cosa è riconoscere la loro esistenza”. Come ebbe a dire lei stessa in un intervista rilasciata nel 1987 , un concetto semplice, ribadito  anche  prima della sua morte …”sono una fotografa documentarista. Questo è quello che ho sempre voluto essere; è lì che si trova  il mio cuore e la mia anima  “… Quasi un testamento spirituale!FALKLAND-ROAD-BOMBAY-IndiaFalkland Road nel 1981 è uno dei suoi primi libri fotografici che le porta la notorietà internazionale,  raccoglie le immagini di un lungo servizio effettuato a Bombay in India sulla Falkland Road la strada dei bordelli delle prostitute bambine.Passport-book-1In effetti già nel 1974 aveva pubblicato un libro presso la Lustrum Press di New York dal titolo Passport che raccoglieva le prime immagini scattate in giro per il mondo negli anni dal 1963 al 1973.WARD-OREGON-STATE-HOSPITAL Sempre nel 1981 pubblica WARD  (Simon & Shuster NY)  un toccante reportage realizzato presso l’Ospedale  Femminile per Malattie Mentali dello stato dell’ Oregon.MADRE-TERESA-DI-CALCUTTA

Nel 1985 dopo aver realizzato un reportage su Madre Teresa di Calcutta ed il suo lavoro pubblica il libro PHOTOGRAPHS OF MOTHER TERESA’S MISSIONS OF CHARITY IN CALCUTTA (1985, The Friends of Photography, Carmel, California). PIKE-STREET-Baby-Gang

E’ poi la volta di STREETWISE  (1988, Aperture, New York Originally published by University of Pennsylvania Press) dove Mary Ellen Mark si sofferma a descrivere gli aspetti più inquietanti del disagio giovanile nelle strade di Seattle.WORLD

Nel 1990 pubblica THE PHOTO ESSAY (1990, Smithsonian Institution Press. Published in association with Constance Sullivan Editions) una raccolta di sue fotografie.STREET-PHOTOGRAPHY In occasione dei suoi primi 25 anni di attività esce MARY ELLEN MARK: 25 YEARS  (1991, Bulfinch Press, Boston) una raccolta delle sue migliori fotografie pubblicata in collaborazione con il Museum of Photography at George Eastman House ed il supporto della Professional Photography Division, Eastman Kodak Company.AMERICAN-ODISSEYCon AMERICAN ODISSEY  (1999, Aperture, New York) M.E.M. pubblica un libro sugli aspetti meno convenzionali dell’America con uno sguardo che indulge sulle differenze e paradossi.GEMELLITWINS (2003, Aperture, New York) uno dei suoi libri più famosi dove raccoglie decine di ritratti di gemelli di tutte le età.RITRATTI

Mary Ellen Mark è stata anche una famosa ritrattista che oltre a riprendere la gente comune per strada ha scattato immagini ad attori, artisti, scrittori, ballerini, registi, personaggi famosi della politica e della scienza, condensati in alcuni libri come questo  PORTRAITS insolitamente stampato da un editore italiano Motta Fotografia nel 1995.Burattinaioe-figlio-India-1979 Mark è stata, infine, fotografa di scena nel mondo della cinematografia su vari set, tra cui “Alicès Restaurant” (1969), “Comma 22″ (1970), “Conoscenza carnale” (1971) e “Apocalypse Now” (1979). Per la rivista “Look” ha realizzato un reportage sul set del film Satyricon” (1969) di Federico Fellini. Ha pubblicato oltre 16 libri, realizzato reportage per riviste prestigiose come LIFE, PARIS MATCH, ROLLING STONE, NEW YORK TIMES, VANITY FAIR, sue collezioni sono custodite in centinaia di musei e gallerie private in giro per il mondo, (Museum of fine arts di Houston, Museum of contemporary photography di Chicago, etc.)  ha ricevuto riconoscimenti internazionali come il Cornell Capa Award, il George Polk Award, il Robert F.Kennedy Journalism Award ed il Photographer of the Year Award. Una leggenda vivente della Fotografia che ci ha lasciati. R.I.P. Mary…

(All photographs copyright © 1963-2015  Mary Ellen Mark – See more at: http://www.maryellenmark.com/contact/contact.html#sthash.k3LKAUHo.dpuf )


300 PAGINE DI PESCA, VIAGGI, FOTOGRAFIA, AVVENTURE, COMPLETAMENTE GRATIS

NON PERDETE L’OCCASIONE DI SCARICARE IL VOSTRO MAGAZINE ONLINE DA QUI

Condividi su: