» 11 dic 2017

Licenza Pesca in Mare 2017 Rinviata

LICENZA-PESCA-IN-MARE-STRALCIATA

Che l’argomento sulla licenza della pesca in mare sia di quelli davvero “hot” e non solo in quest’estate torrida, lo dimostra il fatto che il post da me pubblicato lo scorso aprile ha tenuto banco, sino ad oggi,  nelle posizioni dei 10 post più letti del mio personale Blog del Pirata. Ora è giunta la notizia che il famigerato articolo 12 della legge del testo unificato degli interventi per il settore ittico, quello che appunto prevedeva una “tassa” per i pescatori sportivi sia da terra che dalla barca da 10€  a 100€ è stato STRALCIATO assieme ad altri emendamenti e modifiche al testo  in data mercoledì 2 Agosto, durante l’ultima riunione della commissione preposta.  Lo potete vedere QUI. camera_deputati

Detto in parole povere per il momento immediato e quindi per i restanti mesi di   questo 2017, non si parlerà più dell’incombenza di una licenza di pesca in mare. Cosa sia realmente successo nei meandri del palazzo non ci sarà mai dato sapere con certezza, ma il Pirata non è tipo che si ferma alla mera superficie delle cose e siccome notoriamente non mi faccio mai i ca..i miei e dopo ricerche e documentazioni del caso, siamo arrivati ad alcune conclusioni. Innanzitutto, quello che non vi hanno ancora detto, se non di striscio,Associazioni-pesca-ricreativale varie associazioni che già strombazzano sul web e in filmati video estemporanei proclami di vittoria, è che il provvedimento è solo rinviato. Infatti l’articolo 13 del nuovo testo recita così:  ART. 13. Sostituire il comma 1 con il seguente: Il Governo è delegato ad adottare, entro dodici mesi dalla data di entrata in vigore della presente legge, un decreto legislativo per il riordino della normativa in materia di pesca sportiva e il suo adeguamento alle disposizioni dell’Unione europea. Per farla semplice quelli della commissione del MIPAAF delegata alla stesura del testo unificato,MIPAAF dopo innumerevoli tavoli di audizione con le associazioni della pesca ricreativa (a questo proposito è davvero istruttivo il dettagliato resoconto, anche con gli audio originali dei vari intervenuti a quella del 12 Aprile scorso che trovate integralmente QUI)   dei sindacati e delle associazioni di categoria dei professionisti, non hanno trovato di meglio che scaricare la patata bollente, che riguarda il settore della pesca sportiva, al prossimo governo che dovrebbe venire fuori dalle elezioni del 2018.  Niente di più e niente di meno, con buona pace di tutti. Ne riparleremo tra 18 mesi e per il momento andiamo con tranquillità a pescare!


LEGGI ONLINE GRATUITAMENTE KAYAKERO MAGAZINE DI LUGLIO 2017001--KFTJUNE-2017

SCARICA L’ APP ISSUU READER PER ANDROID QUIgoogl_button_thumb

 

Condividi su: