» 23 feb 2020

Jackall Riser Bait 009P

JACKALL-RiserBait-POP-still-black-cover

Ci siamo ampiamente dedicati a questa nuova ed inedita famiglia di artificiali già in passato parlando del Jackall Riser Bait 008 e del Riser Bait Type-P 150  rispettivamente il modello piccolo da freshwater e quello più grandicello da saltwater. In questo post parliamo del Jackall Riser Bait  009P che si pone a metà strada tra i due artificiali che abbiamo nominato prima che trova il suo utilizzo ideale sia in acqua dolce per black bass che in mare per vari tipi di predatori. JACKALL-RiserBait-POP-still

Anche questo è caratterizzato come tutta la serie dei Riser Bait, dalla particolare lamina metallica anteriore posta in alto sul capo e come la serie P lascia intendere, dalla ampia apertura frontale sulla testa dell’artificiale che lo assimila alla famiglia dei poppers. Visto il peso notevole e la generosa  zavorra fissa all’interno del corpo, questo non è un artificiale galleggiante come si potrebbe erroneamente essere portati a pensare. E’ lungo 85mm e pesa ben 22gr il che lo rende un esca dalle incredibili distanze di lancioJACKALL-RiserBait-POP-viste-globali raggiungibili. La cavità anteriore, larga, profonda e squadrata, ne costituisce, assieme alla particolare lamina metallica, la caratteristica più evidente e originale. Due aperture laterali, in prossimità del rilievo delle branchie, convogliano l’acqua e l’aria che viene sospinta nella “cup head” contribuendo a creare una vistosa scia di bolle oltre che a muovere una discreta quantità d’acqua che la lamina in metallo contribuisce a contenere.JACKALL-RiserBait-POP-part

JACKALL-RiserBait-POP-still-frontLa lamina metallica, che costituisce anche l’attacco dell’artificiale per la lenza,  è inglobata nel corpo in ABS come si vede in trasparenza nella foto in basso. Non abbiamo in questo modello un telaio passante per l’attacco delle ancorette come nel Type-P 150 ma questi, sono annegati nella plastica. Nei modelli trasparenti si può distinguere perfettamente anche la zavorra disposta sulla parte inferiore dell’artificiale con il peso che viene ad essere concentrato verso la coda, per consentire il perfetto bilanciamento nel lancio, oltre che assicurane la stabilità in acqua.JACKALL-RiserBait-POP-part-2

JACKALL-RiserBait-POP-part-3


VALUTAZIONI FINALI

Abbiamo portato il Riser Bait 009P in alcuni scenari dello spinning in mare per valutare le sue capacità di nuoto e per avere conferme sull’effettiva possibilità di raggiungere distanze di lancio notevoli. Nonostante la paletta metallica ed il profilo non certo aerodinamico questo artificiale effettivamente è un campione di long casting, sia per la sua notevole stabilità durante il volo, orientandosi subito senza indecisioni grazie al baricentro spostato verso la coda, che per le distanze di lancio raggiunte pur utilizzando un trecciato medio come un PE.2.0, eguagliato  solo da casting jig metallici di  grammatura superiore. Un risultato che ci ha personalmente meravigliato anche perJACKALL-RiserBait-POP-action-live-cover l’incredibile assetto ed equilibrio in volo. Una volta giunto in acqua ovviamente affonda repentinamente e bisogna iniziare velocemente il recupero appena tocca la superficie. Grazie alla paletta metallica durante il recupero regolare si mantiene a  galla e nuota con un corto “side to side” che crea a galla una vistosa scia, ben visibile in condizioni di mare calmo e senza vento. Aumentando la velocità del recupero e mantenendo la canna più alta emette un maggior numero di schizzi e scivola letteralmente sulla superficie. Del tutto inutile provare a farlo affondare per recuperarlo ad una profondità maggiore, perché risale subito a galla per via della portanza della paletta metallica. Questa dei Riser Bait  è una famiglia di artificiali decisamente fuori dal comune e purtroppo non abbiamo avuto la conferma definitiva con qualche buona cattura, complice una stagione davvero strana e la quasi totale assenza di pesce. E’ un artificiali che dovrebbe dire la sua in zone come le lagune, per stuzzicare spigole sospettose  in acqua calma e trasparente ma anche in zone portuali e scogliera. da provare scuramente nella prossima stagione delle lampughe che ormai sembrano diventate refrattarie a qualunque esca venga loro proposta. Buona la realizzazione d’insieme, da sostituire le ancorette per l’uso in saltwater. Importati in Italia da Plus Fishing li  trovate online  da Sergio Pesca.

 


Logo-Kayakero-Magazine

LEGGI GRATIS LA TUA RIVISTA DI PESCA ONLINE KAYAKERO MAGAZINE

001--KM-DECEMBER2019COVER-b

KAYAKERO MAGAZINE FEBBRAIO 2020 n°13

Condividi su: