» 19 ago 2018

Fishoppatori selvaggi

Facebook Fishoppatori 1

Ho dovuto creare un nome apposito “Fishoppatori”  dopo l’ennesimo caso di fotomontaggio o meglio “photoshoppaggio”  avvenuto su Facebook e segnalato prontamente ed ironicamente  in un post dell’amico Francesco Paolini.  Si perché ovviamente non è la prima volta che qualcuno, con la tecnica del ritaglio fotografico ora computerizzato, si appropria indebitamente dei pesci pubblicati dagli altri.  La pratica di “riutilizzo” dello stesso pesce è cosa ben risaputa ed ampiamente utilizzata ed ora è resa più precisa proprio dai tanti programmi di software di elaborazione fotografica. Fishoppatori-2

Intendiamoci bene, qui non stiamo parlando di quelle immagini, dove il fotomontaggio è esclusivamente fine a se stesso, ed è usato per strappare una risata, tanto assurdo ed impossibile risulta a tutti. E’ il caso di quel famoso “big shrimp” gamberone gigante che ha imperversato sui social per lunghe stagioni  o quella immagine  volutamente esagerata di un pesce notoriamente piccolo come i “crappies” che appare invece in foto delle dimensioni di un tonno, in relazione alla figura umana. Si tratta ovviamente di “humor” più o meno ben riuscito ma l’intento è quello.5082113208_f1f3f5c410_bE del resto neppure di fotomontaggio “satirico” a sfondo politico o pseudo tale come nel caso del nostro amico “Berlusca” in una sua improbabile versione da carpista, anche se lo abbiamo visto nei panni rispettivamente di “operaio”, “minatore”, “muratore”, e via dicendo nelle sue innumerevoli ed esilaranti performances teatrali, ruolo nel quale sa esprimere il meglio, oltre che nel suo capolavoro che resta sempre il “puttaniere di Arcore”. Fishshoppatori 2

Se poi fate una ricerca su internet, c’è un sito che propone tutta una serie di fotografie dove il viso è stato eliminato da una maschera bianca, sulla quale ognuno può attaccarci il proprio ritratto o, come nell’elaborazione che ne ho fatto io, quello di un altro. Nel nostro caso proprio l’”ebetino toscano” che pare sia stato visto lungo vari corsi d’acqua giusto per rilassarsi delle ultime solenni e sonore batoste politiche, che pare anche dall’espressione, non deve ancora aver ben digerito del tutto. E dire che anch’io, per stupire i tanti followers avevo pensato a qualcosa di talmente eccezionale da entrare nel guinnes deiFishshoppatori-1 primati con un immagine davvero fuori dall’ordinario. Ed ora che siete tutti “sgamati” me lo dite che  accidenti ci faccio io, con questo Salmo bufal subspecie sulcitana  di proporzioni inusuali, catturato con canna Kaiser Special Fist, filo a 42 trecce #PE 2,0  NunSeRompMai  ed artificiale lipless PresNaMunnezz da 3/8 di oncia colore CaneFuente. Eh che cazzzzzz…state sempre a rovinare i progetti degli altri! Del resto, “signori miei” a fa’ i fotomontaggi  per benino, bisogna pure essere capaci.Caras Yonut fishy island Erik Johansson

Insomma amici cari tutti, i fotomontaggi lasciateli fare agli esperti, che li sanno fare per davvero e che ci hanno impiegato una vita a raggiungere livelli eccelsi tanto da sfiorare l’arte pura con la loro creatività. Se proprio volete magari “ingrandire” le vostre catture, vi consiglio di seguire l’esempio di tal giapponese che è maestro nell’ allungare le mani davanti all’obiettivo grandangolare,  per aumentare la taglia dei pesci catturati, e che per rendere ancora più credibile il tutto, assume delle pose da attore, fingendo uno sforzo sovrumano.Fishoppatori jap Se proprio non ne siete capaci…beh allora non vi resta che un ultima alternativa. Si chiamano Fishyhands e qualche tempo fa apparvero sul web in un progetto di kickstarter o di finaziamento pubblico, da parte di una ditta danese che ebbe la geniale pensata di produrre delle mani finte telescopiche. Come si vede dalle foto sono degli aggeggi che riproducono le mani, hanno solo l’alluce opponibile (io suggerirei di rendere snodate tutte le dita così da poter fare anche l’universale gestaccio del dito medio) addirittura l’azienda può personalizzare la mano su un calco attraverso programmi in 3D.Fishyhands-2 still  a21bb3511792bdfce42ff7ddf851686a_original

Fishyhands 1

Se non siete soddisfatti delle dimensioni delle vostre catture e volete dei selfie che spakkano e che vi apriranno immediatamente le porte dell’ Olimpo della Pesca con tutte le aziende che faranno a spintoni pur di avervi tra i loro Prostaffe, non vi resta che ordinare subito Fishyhands, se siete “abbronzato” niente paura c’è anche la versione “colored”. L’uso, come spiegano benissimo le foto è facilissimo, prendete il pesce stringendolo  per tenerlo fermo, con l’ alluce opponibile delle vostre Fishyhands, allungatelo verso il549fd3ef420d237b67e816990383978f_original cellulare del vostro fidato amico, badando di avere una angolazione tale da non inserire nella foto le impugnature. Scattate assumendo una posa entusiasta/incredula/esaltata, insomma da vero “Pro” ed il gioco è fatto, nessuno si accorgerà dell’inganno perché le mani sono realizzate su una scala più piccola, proprio per apparire in proporzione  più  normali. Finalmente anche una piccola boga raggiungerà le dimensioni e peso stimato da vero record….e non dovrete più perdere tempo prezioso dietro ai programmi di fotoritocco!


LEGGI ONLINE GRATUITAMENTE KAYAKERO MAGAZINE DI GENNAIO 2018001--KFTJANUARY-2018

SCARICA L’ APP ISSUU READER PER ANDROID QUIgoogl_button_thumb

Condividi su: