» 13 dic 2018

Emeraldas Day Sergio Pesca 2018 report

EMERALDAS-DAY-Sergio-Pesca-2018-cover

Si è svolto questa domenica 18 novembre, appena passata, l’ Emeraldas Day  raduno di Eging, organizzato dal negozio Sergio Pesca di Alghero, uno tra i primi ad aver scommesso sulla diffusione di questa tecnica. Quest’anno all’evento si è aggiunta la partecipazione di Daiwa Italy, che è sbarcata in forze in terra sarda con i suoi maggiori dirigenti e pro staff italiani e giapponesi. Puntualissima, una piccola folla di appassionati alle 14,00 si è data convegno presso i locali del negozio in via degli Orti, 93 ad Alghero. EMERALDAS-DAY-Sergio-Pesca-2018-aNumerosi i partecipanti, giunti da ogni parte della Sardegna, attratti non solo dal fatto che il raduno, come tutti quelli organizzati da Sergio Pesca è assolutamente gratuito ma anche dal ricco montepremi e dalla irripetibile possibilità di avere un breve meeting con una delle più famose e conosciute pro staff Daiwa nel settore dell’Eging, Miss Reiko Kojima e per l’Italia con il prostaff Nicola Vozzo che ha infatti presentato alcune novità di casa Daiwa dedicate all’Eging.EMERALDAS-DAY-Sergio-Pesca-2018-e

Miss Reiko Kojima, coadiuvata da un interprete ha riassunto assai in breve e semplicemente, i concetti di base per la pesca delle seppie e dei calamari da terra con l’impiego delle totanare, i diversi gradi di affondamento, brevi note sui colori etc. Peccato solo non aver avuto più tempo per sviscerare altre problematiche più interessanti per gli appassionati numerosi accorsi all’incontro. Di seguito un breve video che riassume alcune delle cose dette sin qui.
EMERALDAS-DAY-Sergio-Pesca-2018-i

Poi Gabriele della Chiesa ha dato le ultime disposizioni ai partecipanti, rammentando che il raduno avveniva su scelta dello spot libera, indicando gli orari d’ inizio e di termine gara,  i limiti delle aree consentite che prevedevano l’esclusione dell’Area Marina Protetta di Capo Caccia e Porto Conte quindi da Capo Galera, Punta del Giglio, Porto Conte, sino a Capo Caccia e a nord Cala Bàntine Sale. EMERALDAS-DAY-Sergio-Pesca-2018-f

A questo punto tutti i partecipanti si sono sguinzagliati nelle restanti aree alla ricerca dell’hot spot fortunato. Il Pirata, pur essendo in gara, ha dovuto fare gli onori di casa, accompagnando gli ospiti  giapponesi proprio presso uno di questi hot spot, individuato per l’esattezza dei pressi della scogliera adiacente la spiaggia del Lazzaretto. Qui miss Reiko Kojima si è prodotta in una serie di lanci e recuperi sullo sfondo della Torre del Lazzaretto. Purtroppo il gruppo è rientrato prima del momento più propizio, calamari e seppie hanno infatti cominciato ad affacciarsi presso la spiaggia quando mancava poco piùEMERALDAS DAY calamaro da terra di mezz’ora alla fine della gara, Il Pirata è infatti riuscito a scappottarsi proprio quasi al termine del raduno con alcune nuovissime totanare appena arrivategli per un test…direi piuttosto fortunato. Il rientro per la pesatura alle 19,00 vedeva una piccola folla assembrarsi sotto i Portici di via degli Orti attorno alla bilancia. Sono state circa 103 le prede pescate per un totale di 16,370 kg  tra calamari e seppie con alcuni “tuboni”davvero ragguardevoli. Sono stati una trentina i concorrenti che hanno portato prede alla pesatura.EMERALDAS-DAY-Sergio-Pesca-2018-m

Ad aggiudicarsi il primo premio costituito da un buono acquisto di 500 € è stato il cagliaritano Simone Loi con 3 calamari per un peso totale di di 1370.grEMERALDAS-DAY-Sergio-Pesca-2018-n

Al secondo posto si piazza Fanis Thomas con 4 calamari per 1355 gr guadagnando il buono da 300 €EMERALDAS-DAY-Sergio-Pesca-2018-l

Infine 3° classificato è Fabio Ruggiu con 5 calamari e 2 seppie per un peso complessivo di 1060 gr che così vince anche il buono d’acquisto da 200 €. Alla manifestazione hanno partecipato ben 86 appassionati, Elenco Partecipanti quasi un record per la Sardegna, vista anche la destinazione Alghero, non certo facilmente raggiungibile e niente affatto equidistante da ogni angolo della Sardegna. EMERALDAS-DAY-Sergio-Pesca-2018

Una bella manifestazione, senza ansie agonistiche, contestazioni o polemiche che spesso animano purtroppo questi eventi, e soprattutto senza restrizioni o l’imposizione di utilizzare solo gli artificiali dello sponsor, come accade purtroppo in raduni analoghi. L’esaltazione della sportività, dell’amicizia e del sano divertimento, quello che in realtà dovrebbe essere sempre perseguito in simili occasioni. Foto finale con il team Daiwa, e lo staff Sergio Pesca a conclusione di una giornata memorabile. Alla prossima e grazie a tutti gli intervenuti!


LEGGI ONLINE GRATUITAMENTE KAYAKERO MAGAZINE DI GIUGNO 2018001-KFTCOVERDECEMBER-2016-new-version

SCARICA L’ APP ISSUU READER PER ANDROID QUIgoogl_button_thumb

Condividi su: