» 20 nov 2017

Drop Shipping nel mercato della pesca sportiva

DROP-SHIPMENT-cover

Che il mercato della pesca sportiva in questi ultimissimi anni sia cambiato quasi radicalmente non è certo una mia opinione personale. Partendo dall’inizio di questa evoluzione abbiamo assistito tutti alla nascita dei vari negozi on-line, prima in U.S.A con il famoso Cabelas e più recentemente in Giappone con Plat tanto per citarne solo alcuni dei più famosi, anche se oggi l’elenco sarebbe decisamente lunghissimo. Analogamente in Italia, più o meno in quello stesso periodo,  c’erano i pionieri dell’e-commerce nostrano riservato alla nicchia merceologica della pesca sportiva, mi riferisco ad Island ParadiseFishing-E-Commerce ed a Sergio Pesca ed anche qui mi fermo altrimenti staremo sino a domani, visto che in questi pochissimi anni ne sono nati a centinaia solo in Italia…analogamente alle diverse migliaia di Pagine di Negozi  su Facebook , ma questa è un altra storia e non è detto che non ci ritorneremo. Il web ormai, che ci piaccia o no,  sta assorbendo e si sta sostituendo al tradizionale negozio sotto casa, in USA, nostro obbligatorio termine di paragone si stima che tra meno di 10 anni circa l’ e-commerce costituirà quasi più dell’ 80% del commercio totale. In questa sarabanda senza freni, spesso senza regole precise dove tutti pare vogliano salire, come su una scialuppa di salvataggio, spinti dalla disperazione di una crisi che azzera i consumi dei generi voluttuari, si inserisce la pratica commerciale del Drop Shipping. Niente di nuovo se vogliamo essere precisi, gli yankeeDROP-SHIPMENT-in-5-passaggi lo hanno cominciato a praticare circa una decina di anni fa…Ebay ,  la piattaforma web di acquisti ed aste online, ne è la creatura più famosa, anche se ultimamente sta perdendo colpi davanti ad altri agguerriti competitors. Nello schema in alto è spiegato in pochi semplici passi cosa è la pratica del Drop Shipping o Drop Shipment:  ( 1 ) il Cliente (Customer) cerca online un prodotto, nel nostro settore una canna, un mulinello un artificiale, ( 2 ) trova l’articolo desiderato ad un prezzo vantaggioso sul sito di un Venditore (Seller) che però non ha fisicamente la merce in magazzino, bensì mette a disposizione il suo sito di E-Commerce  ad una serie di Fornitori (Drop Shippers), il Cliente a questo punto  paga al Venditore il prodotto selezionato come al passo ( 3 ), il Venditore a sua volta paga l’articolo al Fornitore, trattenendo una sua percentuale e trasmettendo l’ordine, l’atto finale ( 5 ) prevede che il Fornitore spedisca direttamente alAMAZON-FISHING Cliente l’articolo. Beh? E dov’è la notizia? Sento già i soliti “espertoni navigati”…che nel mare del web non mancano mai! Più che una notizia si tratta di una considerazione che sino a qualche anno fa non avrei avuto  assolutamente modo di esprimere. Cioè stiamo parlando del fatto che se sino a pochi anni addietro, il segmento che riguardava il commercio della pesca sportiva era esclusivamente limitato ai siti di “settore” oggi, ed in appena 2/3 anni, della pesca sportiva si sono accorti colossi che lavorano in Drop Shipping come Amazon, Alibabà e soprattutto Aliexpress che assorbe ormai tutta l’enorme produzione cinese e dell’ estremo oriente. Ho seguito personalmenteALIEXPRESS-Fishing questa velocissima evoluzione che nel giro di poco tempo ha letteralmente infestato il web di prodotti per la pesca sportiva. Non mi riferisco solo alle solite “cineserie” spesso liquidate troppo frettolosamente come prodotti di bassa qualità, quando poi gli stessi prodotti ci vengono proposti invece da altre aziende sia nazionali che brand internazionali a prezzi “gonfiati”. Oggi non è per niente difficile trovare su Amazon mulinelli al top come Stella e Saltiga Daiwa senza parlare degli artificiali e delle canne, anche se queste ancora  in misura minore per via del loro più alto costo di spedizione da paesi extraeuropei.  Stiamo parlando ovviamente di aziende che ormai sono diventate dei giganti mondiali del commercio online con fatturati di centinaia di miliardi di dollari…mica noccioline. Drop Shipping niente magazzino

Ma tornando al titolo iniziale  ed al Drop Shipping by Italy, come siamo messi  noi? Beh direi che, come sempre, siamo molto in ritardo anche se numerosi Fornitori, intesi soprattutto come negozi,  da qualche tempo tentano queste strade con alterne ma spesso scarse fortune su Amazon ed Ebay, e nel caso di vendita effettuata, pagando però delle provvigioni elevate pur di dare visibilità alla loro merce, veicolata da questi grandi siti. Da noi i veri siti in Drop Shipping sono rarissimi perché chiaramente il mercato domestico italiano della pesca  è quello che è, complesso, deregolato e decisamente provato da una lunga  crisi economica e finanziaria. Gli elevati numeri di insoluti da parte dei negozi e la spietata concorrenza del web hanno però fatto avvicinare gli importatori e le aziende a questa pratica. Non solo importatori ma anche grossi produttori che si trovano con immani quantità di  merce invenduta nei magazzini o piccole aziende artigianali che hannoLogistics concept flat illustration. la necessità di avere  visibilità  sul web  per i loro prodotti ma non possono permettersi una articolata rete di negozi e rappresentanti; sono tutti soggetti che, per vari motivi,  si indirizzano  verso questa pratica, a volte spinti dalla necessità di provarle tutte pur di rimanere a galla. Dall’altra faccia della medaglia c’è poi lo spinoso problema per tutti, sia produttori che  distributori ed importatori che non vogliono esporsi eccessivamente e  direttamente  in questa pratica del drop shipping, per non irritare troppo la rete dei loro negozi, ai quali invece si esige  di effettuare ordini e di fare “magazzino”, pagando quindi anticipatamente la merce, che invece al Seller on-line non viene chiesto.  E per questo motivo, anche qualora lo facciano, non vanno certo a sbandierarlo ai 4 venti. Alla fine della storia, quale sarà l’evoluzione del mercato della pesca in Italia nei prossimi anni venturi non è facile da prevedersi, ma sicuramente in futuro non potrà più essere quella che abbiamo conosciuto e scritto sino ad oggi.


LEGGI ONLINE GRATUITAMENTE KAYAKERO MAGAZINE DI LUGLIO 2017001--KFTJUNE-2017

SCARICA L’ APP ISSUU READER PER ANDROID QUIgoogl_button_thumb

Condividi su: