» 17 nov 2019

DEPS Gurkaknife

DEPS-Gurkaknife-Magnum-spoon

E’ nota a tutti la mia personalissima passione per i cucchiaini ondulanti, e francamente non potevo resistere a questa novità/provocazione che nasce nel Giappone fuori di testa per le big bait da Black Bass. Una moda/tendenza che ormai è ben consolidata nel Sol Levante, un po meno da noi. Qui invece che di jerk o stick bait jointed da 30/40 cm stiamo invece parlando di un ondulante metallico da 242 mm per oltre 130 gr e del “fratellino” più piccolo da 165 mm per appena 56 gr. Forse più  un Jig da vertical che unDEPS-Gurkaknife-Magnum-spoon-stillDEPS-Gurkaknife-spoon-particolari-2 ondulante a dire il vero, anche se l’artificiale in questione ha una vistosa piegatura sulla parte posteriore.  Certo che davanti a questa “cosa” diventano dei veri gingilli quei grossi ondulanti da luccio commercializzati in Scandinavia in epoche remote, e se qualcuno pensa ad una ennesima trovata, vorrei ricordare che con questo attrezzo è stato progettato seguendo alcuni suggerimenti di Manabu Kurita, detentore nel 2009 di   un record mondiale sul Black Bass, oltre che di numerose altre catture di Big, ovviamente inS__133193793 Giappone. La lamina metallica è leggermente piegata lungo l’asse longitudinale e presenta una decisa piegatura ad angolo sulla parte posteriore, in testa è presente una solida girella a barilotto per scaricare le torsioni sul filo. L’artificiale lavora anche in caduta, svirgolando lateralmente in modo scoordinato e nel recupero emette un numero notevole di bagliori, i quali, uniti al suo movimento irregolare simulano una preda ferita o comunque riescono a stimolare l’interesse dei grossi bass apatici. DEPS Gurkaknife spoon particolari

La DEPS consiglia di adottare differenti tipologie di armature per questo Gurkaknife Magnum Spoon suggerendo di montare la classica ancoretta in coda nel numero #3/0 per il modello da 242 mm e #2/0 per quello da 165 mm quando si pesca su fondali pietrosi, mentre se sul fondo è presente vegetazione infestante, allora è meglio optare per degli assist hook, quelli classici da jigging in mare, montati su assist line e ami Kinu rinforzati, quelli utilizzati per lo slow pitch jigging. Vanno montati in coda singolo e doppi in testa, nella misura minima del #3/0 per il modello più grande  e #2/0 ed #1/0 per il modello più piccolo. DEPS-Gurkaknife-Magnum-spoon-colori

Sono disponibili in 7 colorazioni differenti, dal Silver, Gold, Black, sino a diverse sfumature di Blue e Pink. Distribuisce i prodotti DEPS in esclusiva per l’Italia la ditta Plus Fishing alla quale vi consiglio di inviare una mail o consultare la loro pagina ufficiale di Facebook QUI, per avere maggiori info e news sulla disponibilità.


IL COLTELLO DEI GURKA KUKRI coltello dei Gurkha

Gurkaknife” il nome di questo artificiale deriva dal leggendario Kukri il coltello a lama ricurva dei Gurka,  guerrieri nepalesi, la cui fama in combattimento fu riconosciuta persino dagli inglesi che li arruolarono in apposite brigate sin dal 1815. Da allora i Gurka hanno partecipato a tutti i principali conflitti mondiali, nella  1 G.M. facendosi onore nel massacro di Gallipoli e nella 2 G.M. combattendo in Europa ed Asia e recentemente anche nelle Falkland, nella guerra del Golfo ed in Afganistan. Nelle due  guerre mondiali gurkha-ww1-use_3279869bpagarono un altissimo tributo di caduti, oltre 43 mila ed ottennero numerose medaglie per i vari atti di eroismo loro riconosciuto. Considerati guerrieri feroci, abilissimi ed imbattibili  nel corpo a corpo e temutissimi nell’ultima guerra  persino dai gruppi di elite tedeschi e dai giapponesi, sono tuttora inquadrati in alcuni battaglioni dei Royal Gurka Rifles. Il loro motto:  “Kaphar hunnu bhanda marnu ramro” (Meglio morire che vivere da codardo).


Logo-Kayakero-Magazine

LEGGI GRATIS LA TUA RIVISTA DI PESCA ONLINE KAYAKERO MAGAZINE

KAYAKERO MAGAZINE July 2019 n° 12

Condividi su: