» 19 ago 2018

Dentice Corazziere record

dentice-corazziere-cover

Quando l’amico Giulio Salvo mi ha mandato sullo smartphone la foto di questo gigantesco dentice  corazziere,  non volevo proprio credere ai mei occhi! Una preda spettacolare per i nostri mari con la classica gibbosità sulla testa  dalle dimensioni esagerate catturata a light jigging con i classici inchiku era proprio una di quelle immagini che ti fanno sobbalzare sulla sedia e ti fanno esclamare …”cazzzzzzzzzzzzzz”…! Del resto l’amico Giulio, conosciuto in uno degli ultimi raduni di Sicilia in Jigging a Marina di Ragusa, non è nuovo a catture di questo tipo e basta vedere il tutorial a lui dedicato a questo LINK per rendersene conto. Dentex-GibbosusInsomma Giulio è un vero “killer di corazzieri” ed ha saputo mettere a frutto tutte le informazioni acquisite nei raduni e sul web, dimostrazione vivente che l’inchiku ed il jigging in tutte le sue varianti continua a mietere le sue vittime, a dispetto dei tanti che lo hanno dato prematuramente per spacciato e delle aziende che non hanno creduto sino in fondo in questa tecnica, dove sono necessari attrezzi di qualità ed affidabilità totale e non fondi di magazzino ai quali viene semplicemente appiccicata una serigrafia con finte scritte in giapponese…dentice-corazziere-coloriUna cattura eccezionale per come è stata portata a termine e che ci racconta lo stesso Giulio: “…giornata calda d’inizio giugno, insolitamente per il posto c’era una quasi totale assenza di corrente e soprattutto nessuna altra barca in pesca in quel tratto di mare. Eravamo su un fondale di 125mt con una lieve risalita e poi  quelle macchie che si materializzano all’improvviso sull’LCD, segnali  inequivocabili e che ormai saprei riconoscere tra mille. E’ un montone di corazzieri! Il Bottom Ship clone di 160gr affonda veloce e dritto sino ad arrivare sul fondo in poco tempo, al primo recupero dopo alcuni metri una violenta botta…ma niente. Avevo avuto simili esperienze altre volte, botte fortissime sull’inchicku ma nessuna ferrata ed avevo ormai imparato a lasciare l’artificialedentice-corazziere-dimensioni-e-rapporto Dentice-corazziere-Bottom-Ship-clonefermo al suo posto senza recuperare. La seconda botta è più forte e la canna ora si piega davvero tutta. Dico a mio padre che questo è pesce grosso mentre fatico a staccarlo dal fondo ma lui ad ogni metro che riesco a recuperarlo me ne prende 3/4 con fughe davvero paurose. Un elastico estenuante con un tira e molla che mi fa davvero temere per il leader ed il nodo sul trecciato.Sono stati davvero 5 minuti di vera sofferenza con questo “elastico” di pura potenza tutto sul fondo poi piano piano il pesce ha ceduto, non senza bloccarsi  e cercare di riguadagnare il fondo ad intervalli però sempre più lunghi. Circa una decina di minuti e vederlo poi aggallare a quasi 20 mt dalla barca temendo che l’amo potesse staccarsi per un improvviso allentamento. L’agitazione in barca non si può  descrivere e a casa il peso mi consegna l’ultima emozione pura della giornata…23.00 kg il mio record personale!…dentice-corazziere-pesata

Per gli scettici Giulio ci manda anche la foto del peso kg. 23.02  e per i patiti dell’attrezzatura anche la scheda tecnica: canna XZoga 6312, mulinello Avet SXJ 5.3 trecciato Sesame 8 fili PE Premium PE 2.0 (0,24mm 13,5kg) Bottom Ship 160 gr clonato e realizzato in casa da un amico con assist autocostruito, leader in fluorocarbon 0,52mm. nessun aggiunta di esca naturale varia, tentacoli di polpo, seppia o calamaro etc. Giulio ha catturato tutti i suoi corazzieri con l’inchiku “nudo e crudo” e a giudicare dai risultati funziona ancora a dispetto di quelli che dicono che il jigging non va più! Personalmente i miei più sentiti e sinceri complimenti all’amico che con costanza e testardaggine ha continuato anche quando tutti ormai avevano abbandonato, per un risultato così strepitoso ed un grazie per averci fornito foto e info!


300 PAGINE DI PESCA, VIAGGI, FOTOGRAFIA, AVVENTURE, COMPLETAMENTE GRATIS

NON PERDETE L’OCCASIONE DI SCARICARE IL VOSTRO MAGAZINE ONLINE DA QUI

Condividi su: