» 21 mag 2018

Da S.M.N. (FI) a S.M.N. (OG)

Libro-Andrea-Tilli-coverIMG_0090In un epoca dominata dalla comunicazione virtuale, dove libri e giornali sembrano ormai quasi destinati a sparire, mi ha fatto piacere il regalo ricevuto allo scorso Pescare Show, dall’amico “Santiago” nickname per Andrea Tilli.  Una conoscenza prima “virtuale” appunto grazie al forum BigGame  che per diversi anni ha riunito idealmente pescatori sportivi da tutt’Italia. Proprio da questa considerazione comune l’amico “Santiago” ha voluto dedicare questa pubblicazione, poco meno di una quarantina di pagine patinate di ottima carta stampate con belle fotografie e poche note,  agli amici comuni conosciuti  attraverso il forum e poi realmente in mare. Libro-Andrea-Tilli--1

Nella prima pagina sono infatti citati alcuni di loro, con un preambolo che vuole spiegare questo piccolo sforzo editoriale. Sono nickname che solo agli utenti di BigGame dicono qualcosa ma che  corrispondono a persone vere e soprattutto a pescatori appassionati accomunati da questa insana mania dell’andar per mare ad acchiappare pesci. Molti di costoro qui elencati appartengono a quello che io poi ebbi a definire il “Granducato Toscano” tutti residenti tra Firenze, Pisa e Livorno.Libro-Andrea-Tilli--La-PescaPoi ci sono le pagine dedicate alla pesca e qui si comprende fnalmente anche l’ enigmatico titolo criptico del libro, “Da Santa Maria Novella a Santa Matia Navarrese” dalla Toscana alla Sardegna, dove l’amico Andrea trascorre gran parte dei suoi week end  liberi e alcuni mesi estivi. Nelle foto infatti si riconoscono le bianche falesie dell’Ogliastra dai fondali quasi ancora del tutto “vergini” dove il nostro “Santiago” esercita con notevole successo  la tecnica della traina con il vivo. Anche se in qualche foto occhieggiano in bella vista un paio di canne da inchiku e jigging…

Libro-Andrea-Tilli--Gli-AmiciMa non si tratta della solita autocelebrativa galleria di catture e record personali, piuttosto è un voler quasi ricordare emozioni e momenti, con alcune  delle persone con le quali si sono vissute le più belle giornate di pesca. Prevale l’aspetto goliardico e autoironico che contraddistingue gran parte dei toscani, ed allora sono le foto conviviali quelle che poi in definitiva prevalgono, tra feste di compleanno, pranzi e bisbocce tra amici  pescatori. Le prede giustamente onorate e santificate  in cucina, le lunghe  tavolate imbandite con ogni ben di Dio lasciano ormai il posto, anche secondo la corretta successione temporale alle foto con le prede in mare. Libro-Andrea-Tilli--In-Cucina

E la narrazione sfocia irruente in un autentico tripudio ittico/gastronomico, la parte che decisamente più prediligo, con still life di piatti di pesce da far invidia a ristoranti pluristellati. Dalle foto s’indovina persino  la totale freschezza del prodotto trattato con amore, maestria, creatività in quel trionfo di toni rosati, gran capolavori culinari  di cotture perfette e di tartare e carpacci sontuosi  che parlano da soli. Resta davvero il rimpianto di non essere  stati presenti all’allegra brigata, chiassosa, di quel  chiacchiericcio  colorito  di racconti di pesca, di vino, di donne. Questo è il senso vero della pesca che si ritrova nella freschezza “naif” di queste belle pagine di ricordi. E forse è in definitiva anche il vero senso della Vita. Grazie Andrea per tutto!


LEGGI ONLINE GRATUITAMENTE KAYAKERO MAGAZINE DI GENNAIO 2018001--KFTJANUARY-2018

SCARICA L’ APP ISSUU READER PER ANDROID QUIgoogl_button_thumb

Condividi su: