» 26 set 2018

Cut Backer Jackall

Jackall-Curt-Backer-cover

E’ da qualche anno che in Giappone ci propongono una rivisitazione dei classici cucchiaini ondulanti, varie fogge, pesi e baricentri differenti ma tutti accomunati da fatto di avere, a differenza dei cucchiaini ondulanti classici tipo Abu Toby, per intenderci, un attacco  sulla parte inferiore per un ancoretta posizionata al centro dell’artificiale. Non è solo una variante fine a se stessa ma risulta un aggiunta funzionale proprio perché questo tipo di ondulanti in Giappone vengono utilizzati quasi esclusivamente dalle spiagge, per la pescaJackall-Curt-Backer-cover-a dei pesci piatti, sogliole, rombi e “Flatheahd”.  E’ uno spinning abbastanza praticato da quelle parti proprio per la ricerca di quei particolari pesci che popolano numerosi le loro coste. Il Cut Backer di Jackall  distribuito da  Plus Fishing si presenta come una delle ultime realizzazioni di questo particolare ambito dello spinning. Presenta la classica curvatura dei cucchiaini ondulanti, la forma allungata a foglia lanceolata con la parte posteriore più grossa, è qui che viene concentrato il peso dell’artificiale perJackall-Curt-Backer-viste-generali consentirgli un assetto in volo il più aerodinamico possibile. Dalle viste generali della foto in alto si può ben vedere quanto appena detto dai diversi profili rappresentati, dall’alto la parte inferiore, il profilo laterale al centro e quello superiore in basso. In acqua il Cut Backer si comporta nel recupero come la maggior parte degli ondulanti…cioè sculetta ondulando lievemente da un lato all’altro, semplicemente come il suo nome suggerisce.Jackall-Curt-Backer-livrea-olografica Jackall-Curt-Backer-part-testaRealizzato in una lega metallica e poi rivestito con una particolare pellicola olografica di grande effetto visivo che unito agli occhi tridimensionali grandi ed in rilievo costituisce un discreto appeal…almeno agli occhi dei pescatori. L’ancorotto centrale è decorato con una larga strip iridescente fermato sul gambo con un tubetto in plastica  trasparente. Da segnalare che si tratta di ancorette particolari studiate per resistere alla corrosione ed allaJackall-Curt-Backer-part-ancoretta-centrale ruggine, molto robuste ed acuminate.  Disponibile in 3 misure e grammature  68mm/77mm/85mm e #18gr#28gr#38gr in 10 colorazioni differenti. Il Cut Backer è un artificiale per raggiungere grandi distanze pescando dalle spiagge di varia natura, ed è studiato per la cattura dei pesci piatti. Detto questo per un suo utilizzo sui nostri litorali, consiglierei come già fatto in precedenti recensioni, di eliminare l’ancoretta centrale per insidiare  le diverse prede che di volta in volta potremo incontrare sulle nostre spiagge. Spigole, serra e lecce amia le prede più probabili e possibili, anche se per il tipo di recupero regolare e omogeneo questo tipo di artificiali non è molto gettonato, almeno dalle ultime due specie ittiche. Qualche chance  in più di sicuro l’abbiamo  sulla scogliera bassa e media in presenza della solita schiuma e risacca con il modello da 18 gr argentato e le sue varianti, da  recuperare con attenzione e concenttrazione  appena sotto la superficie, per insidiare le solite immancabili spigole che da sempre sembrano quasi  le uniche prede interessate a questo tipo di artificiali. Li trovate da Sergio Pesca a questo LINK.


LEGGI ONLINE GRATUITAMENTE KAYAKERO MAGAZINE DI GIUGNO 2018001-KFTCOVERDECEMBER-2016-new-version

SCARICA L’ APP ISSUU READER PER ANDROID QUIgoogl_button_thumb

Condividi su: