» 26 mag 2019

Calamari con Oppai da terra

Arukazik SLS cover

Non è certo una novità che in Giappone, patria d’elezione dell’Eging o della pesca ai cefalopodi con artificiali, oltre che alle classiche totanare si utilizzino anche da terra i piccoli Oppai, una variante degli Egi che ha riscosso un certo successo anche da noi, soprattutto nella pesca ai calamari dalla barca. Qualcuno usava gli oppai anche da terra, montandoli poco sopra il classico egi finale che costituiva insieme zavorra e artificiale,Arukazik SLS con speciale zavorra secondo il classico montaggio utilizzato anche dalla barca. Seguendo questa tendenza piuttosto in voga in Giappone, l’azienda Arukazik ha elaborato uno speciale oppai che nell’insieme generale non si discosta molto da altri del suo genere ma che è stato progettato per essere utilizzato con particolari piombi. In sostanza poiché l’oppai non ha un notevole peso specifico, per via delle sue modeste dimensioni, per poter essere utilizzato singolarmente ha bisogno di particolari zavorre per essere lanciato.Arukazik-SLS-combo-eging Arukazik-SLS-piombo-componibile

Per questo vengono utilizzati dei particolari piombi componibili, contenuti dentro una custodia affusolata trasparente, alternata a dischi fosforescenti, che vengono inseriti a scorrere  sul leader in fluorocarbon e fermati al di sotto da una piccola girella, a questa si collega un altro  spezzone di fluorocarbon di 50/60 cm che costituisce il terminale vero e proprio al quale si collega l’oppai. Questo sistema consente di calibrare perfettamente l’affondamento di tutto il sistema pescante, in funzione di corrente, profondità e quota di stazionamento dei cefalopodi. Arukazik-SLS-split-sinker

Esiste anche una seconda possibilità che prevede delle piombature di varia grammatura che possono inserirsi con facilità grazie alla scanalatura centrale, si fissano sulla lenza alla distanza desiderata grazie a dei cappuccetti in plastica colorati.  In questo caso si può anche non  aggiungere una piccola girella. 047-559x419

Arukazik-SLSGli oppai dell’ Arukazik, come abbiamo detto prima, hanno una piccola deriva in piombo sotto la testa che ne stabilizza l’assetto in acqua e gli consente un ulteriore movimento quando vengono recuperati con il caratteristico jerking sulla canna che si vede in tanti video jap. Hanno un cestello a 12 punte, il corpo trasparente ed un grosso occhio.Arukazik-SLS-combo-eging-2Come risulta evidente dalle foto e dal video che conclude il post, in Giappone  l’Eging ai cefalopodi viene praticato anche durante il giorno e soprattutto con questo particolare sistema che vede l’utilizzo di oppai abbastanza minuti e semitrasparenti e di attrezzature molto light, sia come diametro dei fili che come canne e mulinelli. Al momento questi particolari oppai e gli accessori descritti,  non sono importati in Italia.



LEGGI ONLINE GRATUITAMENTE KAYAKERO MAGAZINE DI DICEMBRE 2018001----KFTCOVER-1-bis

 

SCARICA L’ APP ISSUU READER PER ANDROID QUIgoogl_button_thumb

Condividi su: