» 18 ott 2017

Artico The Boss Jigging

Artico-The-Boss-Jigging-cover-Recuperato

Artico è stata la primissima azienda che circa una decina d’anni fà, quando si stava appena iniziando a parlare di vertical jigging, decise di produrre   ad importare poi  attrezzi specifici direttamente dal Giappone; forte di quell’esperienza maturata in quegli anni oggi rilancia una serie di canne da vertical jigging in edizione limitata. La serie si presenta completamente rivisitata direttamente da Sergio Artico e per questo motivo viene denominata “The Boss”. Artico-The-Boss-Jigging-stillIl tutto è reso possibile dalla costruzione del fusto utilizzando lo speciale carbonio Prepreg Ferrari,  un esclusiva assoluta di Artico che può così avvalersi di un compositoArtico-The-Boss-Jigging-part-serigrafie alto modulo M80  decisamente superiore, leggerissimo ma estremamente resistente. Una particolare stratificazione differenziata  e resine epossidiche speciali conferiscono a questo fusto lungo 1.70 mt (5’7”) una azione di punta ”soft” che permette di lavorare con facilità jigs anche pesanti e ad elevate profondità senza stancarsi come invece accadrebbe con attrezzi più rigidi. La cima “morbida ed elastica” ha come l’effetto di una molla perenne che conferisce all’azione di recupero del jig  la giusta cadenza e ritmo. Il modello giunto per il test è una canna monopezzo classica.Artico-The-Boss-Jigging-part-apicale indirizzata al jigging pesante e tropicale e  quindi progettata  per l’ abbinamento con grossi mulinelli a bobina fissa di classe 20000 o più  e trecciati PE 8.0 cioè circa 80 e più lbs. Per distribuire ed agevolare l’uscita del filo e l’imbobinamento, il primo anello è di generosa sezione e dimensione della serie Fuji K-Series™ Tangle-Free, tutti  a doppio ponte in Alconite fissati sul fusto con doppie legature. Sono 5 gli anelli + apicale di generose dimensioni.Artico-The-Boss-Jigging-part-anello  Completano l’accessoristica il nuovo  CAH-LX  portamulinello Alps in alluminio anodizzato, inserto in carbonio  con doppia ghiera per bloccare stabilmente il mulinello nella sua sede, leggerissimo ma estremamente robusto e sicuro. Il manico in EWA ad alta densità  si allunga sensibilmente sul fusto per offrire un adeguato appoggio durante i combattimenti più strenui e prolungati e un fighting butt in gomma per adeguarsi alle varie cinturine da combattimento. La finitura è realizzata in un bel “rosso Ferrari” acceso, il peso complessivo della canna montata con tutti questi accessori è di circa 388 gr.

VALUTAZIONI FINALI

Occorre fare una piccola premessa in questa sede, più che adatta ad inquadrare e percepire appieno tutta  la classe del nuovo  prodotto realizzato da Artico. Si conosce più o meno la parabola un tempo in velocissima ascesa del vertical jigging in Italia e poi la rapida caduta di questi ultimi anni e il disinteresse verso questa splendida tecnica che ancora continua però a dare belle soddisfazioni agli appassionati che non hanno appeso i  jigs al chiodo. Vi siete chiesti qual’è stata una delle cause principali di un tale disamoramento dopo  il successo esplosivo dei primissimi anni?  Ciò che ha in parte affossato il jigging nel dimenticatoio è stato il fatto che molte aziende, assolutamenteArtico-The-Boss-Jigging-part-portamulinello sprovviste del necessario know how, hanno fatto realizzare o riciclato canne ed attrezzi che con la tecnica del vertical avevano davvero poco a spartire, semplici bastoni buoni per battere le olive e per spezzare la schiena e le braccia ai pescatori. La conclusione è stata che questa tecnica fosse troppo affaticante, impegnativa a livello fisico  e negli anni poco produttiva, sino a decretarne una fine prematura ed ingloriosa. Pochissimi avevano capito che per questa tecnica occorrevano speciali  canne con una azione di cima particolarmente elastica per facilitare il movimento di grossi  e pesanti jigs anche a buone profondità ed un azione del fusto progressiva.Artico-The-Boss-Jigging-part-logoE’ proprio questa l’azione della The Boss Jigging 5’7”, con una cima che flette elasticamente durante la fase della jerkata, assecondando e favorendo il movimento naturale del jig in acqua  ed un restante fusto che asseconda la curva con una progressione costante durante la fase del combattimento. Una potenza probabilmente infinita con un drag max dichiarato di 40 lbs (20 kg circa) che sono decisamente più di quanto un normale pescatore possa ragionevolmente gestire senza il rischio di volare fuori bordo, quando dall’altra parte della lenza abbiamo grosse prede XXXXLarge veloci e combattive. Corta per non offrire agli antagonisti una leva favorevole e allo stesso tempo  adatta al pompaggio deciso e rapido per non dare tregua all’avversario e costringere anche i pesci più ostinati a seguire le regole del pescatore, piuttosto che subire le sfuriate più potenti. Adatta sicuramente alle grosse prede, tonni e ricciole over 40 in Mediterraneo e GT , Dogtooth tuna e Big Cernie di barriera ai tropici. Realizzata e montata completamente  in Italia con materiali assolutamente di primissima scelta da Artico; per info su prezzi, disponibilità ed altre caratteristiche sulla gamma info@artico.it


300 PAGINE DI PESCA, VIAGGI, FOTOGRAFIA, AVVENTURE, COMPLETAMENTE GRATIS

NON PERDETE L’OCCASIONE DI SCARICARE IL VOSTRO MAGAZINE ONLINE DA QUI

Condividi su: