» 20 nov 2017

Artico Scirocco n° 3

ARTICO-SCIROCCO-n-3

SCIROCCO-3-scontornata-verticale-HDCon il livello tecnologico raggiunto in questi anni, nel variegato universo della pesca sportiva,  è ormai difficile per non dire impossibile che possano nascere prodotti realmente innovativi e “rivoluzionari”, tali  da segnare la cosiddetta svolta epocale. Ma quando la passione artigianale e le competenze tecniche del costruttore, si abbinano alle esperienze sul campo dei pescatori e degli agonisti, allora può succedere qualcosa di veramente entusiasmante. Ciò che fa la differenza “vera”  in questa nuova canna da surf casting della Artico, la Scirocco n°3, e la discosta totalmente da tutte le altre competitors, èSCIROCCO-3-part-serigrafie-canna racchiusa tutta nella sua genesi. Figlia di un progetto sulle canne da surf in 3 sezioni classiche nato in casa Artico quasi 10 anni fa con le apprezzatissime serie Gladius e Silente, la Scirocco n°3 ha avuto una gestazione lunga ben 2 anni. Nata a seguito delle pressanti richieste dei surfcastmen   Stefano Teodori e Federico Marchetti e grazie alla preziosa collaborazione e consulenza del campione italiano della specialità Long Casting Roberto Perugini con l’intento di fornire agli appassionati della pesca dalla spiaggia uno strumento facile da usarsi ma dalle performances assolutamente al top.Artico-Scirocco-Roberto-Perugini-logo

Qui è entrata in gioco tutta l’abilità e la cura dell’attenta scelta dei materiali e dei profili del blank dei tecnici Artico. L’utilizzo di Carbonio Composito Unidirezionale, con le fibre tutte disposte in un unica direzione, montate con il collaudato sistema V.AR.AM. che consiste nel taglio accurato di losanghe di diverso disegno  e nel loro incastro e sovrapposizione  perfetta , allo scopo di ottenere fusti ad azione differenziata, ha fatto il resto. Una tecnologia dove la sensibilità ed esperienza dell’operatore sono essenziali per ottenere il giusto mix di azione richiesto ai diversi segmenti che compongono la canna.  ARTICO-SCIROCCO-3--part-innestoOgni singola sezione della canna deve rispondere infatti a dei requisiti differenti ma allo stesso tempo deve armonizzarsi con gli altri per raggiungere quella particolare azione richiesta. Il pedone, elemento portante di tutto l’attrezzo di cui costituisce il manico, deve avere nerbo e rigidità per consentire un caricamento adeguato della zavorra da lanciare, la sezione intermedia è la parte che conferisce la maggiore progressione durante la fase del lancio, immagazzinando e restituendo l’energia necessaria, il cimino ha l’essenziale funzione di molla per restituire rapidamente  tutta l’energia cinetica raggiunta durante la max curvatura dell’attrezzo, senza eccessive oscillazioni, ed al contempo una indispensabile sensibilità sulle tocche a lunga distanza e sul recupero delle prede.ARTICO-SCIROCCO-3--part-anelli-Fuji-K

Ovviamente una canna di qualità deve poter contare su accessori al top e per questo in Artico, come al solito, hanno previsto,  oltre ai Fuji Alconite K Anti Tangle, del modello nelle foto ricevuto per la prova e la recensione,  la possibilità di montare i Fuji BNOG e i Pacific Bay Minima a doppio ponte.

VALUTAZIONI FINALI

Per completare la scheda tecnica della Scirocco n°3 aggiungiamo il peso di poco superiore ai 600gr, con un  ingombro di 160 cm e una sezione al pedone di 0,20cm. Portamulinello Fuji DNPS M e figthing butt in gomma Fuji BRC legature molto semplici e sobrie in nero, sugli anelli e sugli innesti rovesci, in nero con striscia bianca sui raccordi del portamulinello e sul primo innesto con il logo Artico. Una striscia rifrangente sotto l’apicale, per visualizzare meglio il cimino durante le ore notturne.ARTICO-SCIROCCO-n-3-apicale

Leggera e sottile questa tre pezzi ha una lunghezza complessiva di 4,63 mt,  e si carica molto facilmente con i più tradizionali ed utilizzati  lanci da pesca, come l’Above cast  (lancio sopra la testa con piombo sospeso) ed il Side cast (lancio laterale con piombo a terra max 170 gr). Con questa canna anche un pescatore comune può già raggiungere gittate abbastanza interessanti, anche in considerazione del piombo, delle montature e delle esche utilizzate. Ovviamente in questi anni le prove effettuate sono state molteplici e proprio recentemente con i modelli della produzione finale l’agonista Roberto PeruginiARTICO-SCIROCCO-n-3-portamulinello-Fuji ha ottenuto la distanza di 232 mt con un lancio tecnico come il pendolare, piombo da 4 oz ed il mulinello rotante, in una configurazione classica da long casting. Ma anche con un lancio tecnico da pesca come il Ground Cast  si sono ottenute con facilità distanze oltre i 215 mt. Prestazioni se vogliamo eccezionali se racchiuse in un unico attrezzo ed appannaggio precedentemente solo di modelli specifici ed esclusivi. La progressione con la quale la canna si curva nel caricamento è fluida  e lineare e il rilascio del lancio avviene senza eccessivi tentennamenti della pur sottile cima. In pesca la cima  decisamente sensibile, evita di spiombare con facilità su fondali a media granulosità sabbiosa in presenza di vento e correnti laterali, inoltre  segnala persino le tocche piùARTICO-SCIROCCO-n-3-fighting-butt timide mentre nel recupero asseconda prontamente le sfuriate delle prede. Ma non si pensi  alla Scirocco n°3 come una canna “all around”  senza nerbo e carattere,  unica per tutte le occasioni, secondo indiscrezioni infatti è già in cantiere una “sorellina” più piccola per le situazioni più tipiche di PAF e una “sorellona” più tosta dedicata al lancio pendolare e ground tecnico per gli anglers inglesi d’ oltre Manica, dove per le particolari conformazioni delle loro spiagge la distanza di pesca non è un optional.  Di sicuro c’è il fatto che una canna con queste caratteristiche così particolari non esisteva sul panorama  già molto o forse meglio dire “troppo” affollato degli attrezzi da  surf casting. Solo una lavorazione artigianale completamente Made in Italy  e “customizzata” su indicazioni precise di appassionati ed agonisti poteva portare a questo risultato…difficilmente clonabile e riproducibile. Per avere maggiori info sulla disponibilità dei modelli, prezzi e quant’altro vi consiglio di inviare una mail ad info@artico.it   cliccate sulla pagina web del sito aziendale a questo LINK oppure andate sulla pagina Facebook di Artico .


 

LEGGI ONLINE GRATUITAMENTE KAYAKERO MAGAZINE DI LUGLIO 2017001--KFTJUNE-2017

SCARICA L’ APP ISSUU READER PER ANDROID QUI

Condividi su: