» 21 mag 2018

Akios Tourno 555 MM3

AKIOS-TOURNO-555-MM3

Una recensione che sconfina questa volta nella disciplina del surf casting autentico, quello praticato con canne a ripartizione e mulinelli rotanti sino a  sfociare  nella naturale evoluzione del  lancio tecnico da pedana, una specialità che vede numerosi atleti italiani primeggiare a livello mondiale. Proprio prendendo spunto dalla difficile ed impegnativa tecnica del Tournament Casting nasce la Akios un azienda nata  non a caso nell’Inghilterra che è patria del pendulum cast e del Long Casting  e qui bisogna fare un piccolo e necessario preambolo aggiungendo  che da tempo gli agonisti hanno utilizzato e utilizzano ancora rotanti Abu Garcia modificati con componenti personalizzati di varie aziende come l’inglese QTC e l’italianissima Zzetatuning che producono telaio monoblocco in alluminio aerospaziale , assi, freni magnetici ed utilizzano speciali cuscinetti ed oli da elevata densità. AKIOS-TOURNO-555-MM3-vista-alto

AKIOS-TOURNO-555-MM3-vista-posteriore

AKIOS-TOURNO-555-MM3-vista-inferiore

AKIOS-TOURNO-555-MM3-vista-frontale

abu-garcia-ambassadeur-6500i-tsrIl riferimento all’azienda svedese, è   due volte necessario non solo per via del fatto che ha rappresentato per anni l’unico strumento nelle mani dei lanciatori ma anche perché da una delle ultime realizzazioni della ABU pare  poi derivare questa nuova serie dell’ Akios tra cui il Tourno 555 MM3 di cui stiamo parlando. E’ infatti dall’ultimo Abu da casting il 6500i tsr che nasce anche questo rotante monoblocco come si può ben vedere nell’immagine qui sotto che ne mette a confronto il telaio. AKIOS-TOURNO-555-M3-telaio-ambassadeur

Così quando la Abu, qualche anno fa, decise di trasferire la sua produzione da Taiwan, in un altro paese asiatico, Simon Bradbury,  il titolare dell’Akios, che aveva  lavorato per lungo tempo presso l’ Abu U.K. grazie alla sua enorme esperienza acquisita, intravide la possibilità di sviluppare dei progetti in proprio, con la stessa azienda taiwanese che sino ad allora aveva realizzato tutta la produzione per conto dell’Abu. Questo Akios Tourno 555 mm3 è il più piccolo di una trilogia di mulinelli  che migliorano e completano appunto l’Abu 6500i tsr elaborando una gamma di rotanti dalle prestazioni elevate, adatti per la pesca ma già perfettamente predisposti per il long casting agonistico. AKIOS-TOURNO-555-MM3-particolare-MonoMag

AKIOS-TOURNO-555-M3-telaioIl Tourno 555 MM3 è costruito attorno ad un telaio monoblocco in alluminio anticorodal lavorato con macchine a controllo numerico per fornire la massima precisione  con tolleranze minime. Una struttura di questo tipo irrigidisce il mulinello evitando torsioni durante il violentissimo stacco del piombo e concentrando il peso inferiormente contribuisce a spostare il baricentro il più possibile vicino alla canna, inoltre poiché il piedino di attacco è integrato si è ulteriormente ribassato, garantendo  una presa più avvolgente  e sicura, infine la bobina è completamente scoperta per consentire un agevoleAKIOS-TOURNO-555-MM3-particolare-freno-centrifugo controllo sulla stessa. Come il modello da cui deriva è dotato di cuscinetti montati sulla bobina, di serie sono in acciaio inox,  leggerissima ed equilibrata su entrambi i bordi per una rotazione ottimale e monta sul lato dx due piccoli barilotti per il freno centrifugo (nell’Ambassadeur 6500i tsr  erano 6) che agiscono subito allo stacco per ridurre il numero dei giri della bobina ed evitare l’”overunning” sulla fase inerziale del lancio. Abbiamo nella confezione anche due cuscinetti ibridi ABEC 7, le sfere sono  in ceramica e il resto del corpo in acciaio, che sono da utilizzarsi nel caso si debba usare il mulinello per il lancio tecnico. InAKIOS-TOURNO-555-MM3-cuscinetti-ABEC7 questo caso le sfere di ceramica essendo totalmente esenti da porosità superficiale diminuiscono l’attrito da contatto  ed essendo  più leggere favoriscono un rotolamento più fluido mantenendo inalterate  nel tempo le loro caratteristiche superficiali. Sulla guancia sx. abbiamo di serie il bottone del monomag la piccola ghiera  posta sotto il regolatore del freno meccanico che agisce su un magnete avvicinandolo o allontanandolo dal bordo della bobina e quindi frenando o meno la corsa della stessa, questa ghiera si usa nella parte finale del lancio. Il sistema non fa uso di molle comeAKIOS-TOURNO-555-MM3-MonoMag-web in altre realizzazioni ed è possibile aumentare la corsa di regolazione agendo sulla piccola vite inglobata nella testa della ghiera e allungando l’asse su cui è posto il magnete. In questo caso però si tratta di un settaggio da consigliare  solo ai lanciatori più esperti e soprattutto agli agonisti che vogliono poter gestire ogni singola fase del lancio per guadagnare metri preziosi. La grossa ghiera centrale agisce invece sul freno meccanico, spingendo un barilotto in ottone a battuta sul cuscinetto della bobina per regolarne i giri, va regolato agendo dalla posizione di “0” con la ghieraAKIOS-TOURNO-555-MM3-particolare-freno-meccanico completamente aperta che deve corrispondere alla “V” incisa su questa in corrispondenza del collare numerato, fatto questo si serra progressivamente e con delicatezza la ghiera sino al raggiungimento della tensione voluta, in base al peso e volume  dell’esca utilizzata, alle condizioni di vento, al nylon ed all’azione della canna…più difficile a spiegarsi che a farsi.AKIOS-TOURNO-555-MM3-gruppo-frizione

La meccanica interna è semplicissima ed essenziale ed è costituita dall’albero di trasmissione su cui è fissata la girante principale, il tutto in ottone, al cui interno è alloggiata la frizione costituita da dischi di carbonio e acciaio inox, dall’ingranaggio di trasmissione in acciaio inox e dal piatto del meccanismo per liberare la bobina con la leva del “free spool”. AKIOS-TOURNO-555-MM3-particolare-lato-dx

Esternamente ancora sul lato dx abbiamo la piccola ghiera a stella della frizione, la ghiera che regola lo spostamento laterale della bobina sull’asse e la piccola manovella di avvolgimento in alluminio anodizzato red con le due manopole. Non è presente il “click alarm” che in effetti con i sui ingranaggi seppur piccoli ed in plastica (nell’Ambassadeur 6500i tsr) tende a squilibrare ed appesantire inutilmente la bobina. la confezione è completata da 2 barilotti di ricambio per il freno centrifugo, una chiave/cacciavite che ci consente di aprire il mulinello ed intervenire per  la manutenzione, oltre ai due citai cuscinetti in ceramica abbiamo un flaconcino di olio ad alta viscosità e una pratica e funzionale custodia in neoprene.

VALUTAZIONI FINALI

AKIOS-TOURNO-555-MM3-freno-meccanico-webAvremo voluto saggiare in pedana questo “piccolino” sicuramente adatto a grammature dagli 80 ai 150 gr che ha una capienza complessiva di circa 240 yarde di monofilo da 15lbs pesa poco più di 330 gr con  un rapporto di recupero di 6.3:1 e un drag max della frizione di ben 17,5 kg. ma non ci è stato possibile per i numerosi impegni agonistici degli atleti contattati ma da quanto ci è dato di apprendere abbiamo avuto una serie di confortanti responsi da parte di lanciatori famosi di diversa nazionalità sulla fama che questi Akios si stanno conquistando sui campi di mezzo mondo.AKIOS-TOURNO-555-MM3-asse-web Come abbiamo detto si tratta di una versione riveduta e corretta dell’Ambassadeur 6500i tsr ma con la aggiunta del nuovo  comando monomag, la miglioria del freno meccanico direttamente sull’asse che risulta qui di dimensioni maggiori rispetto all’originale, l’abolizione del click alarm, la possibilità di montare 2 cuscinetti ibridi in ceramica. Nel complesso una realizzazione abbastanza curata e precisa, buoni i materiali utilizzati, bene anche la anodizzazione “total black” superficiale e red che ne distingue subito la tipologia di utilizzo, gli altri modelli più grandi sonoAKIOS-TOURNO-555-MM3--lato-sx-web rifiniti in green il 656 MM3 e violet il 666 wide. E’ la prima volta che gli agonisti possono trovare già  di serie in un modello di produzione industriale tutte quelle modifiche necessarie per il lancio tecnico che sino a ieri  era possibile solo attingendo al mercato delle personalizzazioni a cui abbiamo accennato in apertura, ovviamente con costi sicuramente più che triplicati. Chiaramente l’Akios Tourno 555 MM3 può anche essere utilizzato in pesca, in tutte quelle circostanze dove dobbiamo fare distanza in condizioni ambientali difficili per i mulinelli a bobina fissa. Lo trovate a € 299.00 da Christian Tagliaro a Roma distributore unico ufficiale dei prodotti Akios in Italia.


 

300 PAGINE DI PESCA, VIAGGI, FOTOGRAFIA, AVVENTURE, COMPLETAMENTE GRATIS

BOZZA-LANDING-PAGE-KFTMAG-GIF-ANIMATA-April-2014

NON PERDETE L’OCCASIONE DI SCARICARE IL VOSTRO MAGAZINE ONLINE DA QUI

Condividi su:

Lascia un Commento: