» 23 ago 2017

Varivas Violente VLJ-64LS-T

VARIVAS-VIOLENTE-ROD---Manico-con-pistol-grip

Dedicata al Kabura Fishing

Esclusiva novità dedicata a tutti gli appassionati del light jigging; una tecnica che, dopo il necessario periodo di prova, comincia a dare tangibili risultati anche nelle nostre acque. Conoscevamo da tempo il marchio Varivas, sono stati per molto tempo quasi gli unici multifibre da vertical jigging specifici e dedicati a questa tecnica, poi gli ami per gli assist hook e adesso la casa giapponese ci sorprende con una serie di canne da light jigging, tai jigging, madai fishing o kabura fishing, o come diavolo vogliamo chiamarla; insomma la pesca leggera praticata con quei particolari “aggeggini colorati” i kabura appunto, dotati di gonnellino e lunghe codine di gomma. Una tecnica ricordiamolo assai antica in Giappone, tornata in auge in questi ultimi anni grazie allo sviluppo di nuovi materiali, nuove canne e multifibre dai diametri estremamente sottili ma sicuramente affidabili. VARIVAS-VIOLENTE-ROD---Still-life-canne

Il nuovo concetto espresso con queste canne è una sorta di recupero degli artificiali estremamente lento, niente a che vedere con i classici movimenti o “jerkate” che abbiamo invece nel vertical jigging più tradizionale con i jig metallici.VARIVAS-VIOLENTE-ROD---Manico-con-pistol-grip-1

Se non si comprende appieno questa filosofia non si può neanche arrivare a capire come sia possibile con canne estremamente sottili, sensibilissime e leggerissime come queste, gestire i pesi che vi sono indicati e soprattutto catturare pesci che al di là dei piccoli e medi pagelli possono in qualche caso essere anche pagri, dentici e persino cernie e a volte anche specie decisamente inconsuete ed inimmaginabili. Le Violente di Varivas non sfuggono a questa logica che conferisce al fusto una azione molto particolare e diversificata che ne consente un range di utilizzo esteso, si parte infatti da poche decine di grammi sino ad oltre 100 e passa grammi.VARIVAS-VIOLENTE-ROD---Particolare-serigrafia-dati-tecnici Nell’azione di pesca, che prevede di lasciare affondare i kabura sul fondo e recuperarli pianissimo o farli brevemente strisciare smuovendoli appena con delicatissimi richiami del cimino alternati ancora a brevi e lenti recuperi sul mulinello, infatti la cima si piega decisamente trasmettendo ogni più piccolo movimento e ogni più delicata tocca delle prede che mordicchiano le codine; la sensibilità di cui abbiamo detto. Durante il necessario scarroccio, indicatissimo per il fatto di far ondeggiare alternativamente e soavemente il kabura sul fondo, l’effetto molla che accentua anzi il rollio, imitando appunto le movenze di un cefalopode, la curva della canna va mantenuta leggermente alta sull’acqua e quando si avvertono le prime tocche la flessibilità fa si che non viene opposta quasi nessuna resistenza all’abboccata mentre si abbassa il cimino sulla superficie.VARIVAS-VIOLENTE-ROD---Particolare-manico-sdoppiato Non si deve operare infatti nessuna ferrata, anche in considerazione della azione decisamente ultrasoft che non lo consentirebbe e anche ragionando rispetto ai piccoli ami in dotazione, che più che bucare le mandibole possono al massimo appuntarsi sui labbroni carnosi delle nostre prede. A questo punto la canna si arcua completamente con una curva “parabolica profonda” che in molti casi, a seconda delle prede, interessa tutto il fusto sino all’attaccatura del manico e che asseconda perfettamente tutte le sfuriate, evitando così le slamature che una canna un pelino più rigida in accoppiata alla totale assenza di elasticità dei miltifibre comporterebbe; l’effetto di resistenza quasi senza fine che completa la trilogia di base per gli attrezzi dedicati al light jiggin. Era indispensabile spendere due parole in più su tutto questo insieme di azioni che identifica univocamente lo stile “slow” e che quindi impone attrezzi che a prima vista potrebbero sembrarci troppo “molli” se non addirittura fragili ed inadeguati, ma che invece svolgono egregiamente il loro compito.

SENSIBILITA’, LEGGEREZZA ED EQUILIBRIO

Sottilissime, realizzate con il classico sistema dell’innesto a spigot disposto poco sopra il manico, le Violente hanno un diametro del fusto decisamente esiguo che si condensa in una conicità esasperata. Realizzate in un mix di carbonio alto modulo e grafite questi attrezzi sono anche ultraleggeri, appena 140 gr il modello più “potente”, la VLJ-64LS-T per mulinello rotante, come si evince dal particolare portamulinello con il “pistol grip” ricevuto per il test e in grado di gestire artificiali da 18gr. a 140gr come recita la brochure.VARIVAS-VIOLENTE-ROD---Manico-con-pistol-grip-1 Particolare cura in queste canne è posta nell’equilibratura e disposizione dei pesi che si deve accordare perfettamente con l’adozione di mulinelli conventional del tipo “Low Profile” piccoli, compatti e bassi sul portamulinello, quindi con l’uscita del filo il più possibile vicino al fusto.VARIVAS-VIOLENTE-ROD---Particolare-anello-titanio-SIC E’ una prerogativa tutta   VARIVAS-VIOLENTE-ROD---Particolare-anello-titanio-SIC-monopiede

jap quella di usare questi mulinelli che a parità di peso e prestazioni consentono una maggior potenza di recupero, una modulabilità della frizione maggiore e sono impeccabili per il modo unico di contenere il filo in presa diretta con la linea degli anelli sulla canna. Per questo motivo questa Violente da rotante è montata con ben 10 anelli Fuji SIC Titanium, a doppio ponte i primi 4 e a ponte singolo e inclinati gli altri 5+l’apicale. Il portamulinello è Fuji, del tipo grip pistol, con lo spazio libero sul fusto passante che viene così a contatto durante la presa, sul dito mignolo, trasmettendo così direttamente le vibrazioni dell’artificiale ed aumentando la sensibilità dell’attrezzo. Eccezionali le finiture che vanno dagli inserti metallici del manico sdoppiato, all’incisione realizzata sullo stesso del logo Varivas , sino alla protezione morbida del fighting butt e la doppia mescola in EWA sull’impugnatura superiore elegante ed ergonomica.VARIVAS-VIOLENTE-ROD---Particolare-fondo-manico Perfette le legature sui corti piedini degli anelli a doppio ponte per non modificare in alcun modo la risposta del profilo di curva del fusto, esaustive le serigrafie con l’indicazione del peso degli artificiali, del PE utilizzabile e del drag max consigliato ed adeguata alla classe dell’attrezzo la custodia con inserti semirigidi per proteggere l’esile cima.VARIVAS-VIOLENTE-ROD---Particolare-innesto-fusto-su-manico Le Violente Bay Craze si confermano come un prodotto di fascia alta, realizzato secondo i canoni estetici jap e rispettando in pieno le severe specifiche tecniche giapponesi imposte dal light jigging, classificandosi quindi come attrezzi per specialisti e veri appassionati di questa tecnica emergente.

 


VALUTAZIONI

Un attrezzo davvero specifico dove sensibilità e leggerezza si accoppiano dando origine ad una canna realizzata senza alcun compromesso, a iniziare dalla elevata qualità del carbonio che conferisce al fusto una azione parabolica profonda che mantiene nel terzo del manico una buona dose di resistenza e potenza adeguata ovviamente alla classe di utilizzo e i componenti di montaggio di eccellente qualità. Stiamo parlando di light jigging e di kabura, artificiali che al massimo possono arrivare a pesare 70-100 gr (queste le grammature testate e consigliate)  e di trecciati PE 0,8 max PE 1,5 con leader dello 0,30mm. La cima sottilissima consiglia una certa cautela nell’utilizzo, mai sollevare troppo la canna sino a superare i 90° sotto sforzo, si riduce drasticamente il drag max e il rischio di rotture è elevatissimo e nel caso di incagli mai tirare con forza con la canna ma prendere il filo con i guanti operando una trazione costante.


 

 

Schema-tecnico-canne-copia.Varivas

Condividi su:

Commenti

  1. Salve Kayakero,
    Bellissima ed esaustiva recensione.. come sempre daltronde!
    Nella lettura mi è venuto un dubbio,ho intenzione di comprare la canna in oggetto ma nella versione che dichiara un reange massimo di 120 gr. L’intenzione sarebbe quella di poter pescare con Kabura pesantucci.. diciamo dai 75 gr fino al 115 gr.
    Quale modello di violente varivas mi conviene comprare quella fino a 120 gr o il modello della recensione che dichiara 140 gr?
    Grazie

  2. Grazie,
    Disponibilissimo e gentilissimo come sempre !!
    I miei ossequi..
    Emilio

Lascia un Commento: