» 12 dic 2017

Rufus Light Tenya Special RMGS-230MH

RUFUS-Tenya-Palms-cover-test

Da un pò di tempo ormai si parla di Tenya fishing  ma francamente pochissimi sanno di cosa si tratta e soprattutto quali canne specifiche utilizzare in questa particolare tecnica ibrida. Non dimentichiamo che il Tenya style infatti rientra in quello che potremo classificare come Light jigging ma si pratica con esca naturale abbinata ad una testa piombata. Un particolare non di poco conto ma che caratterizza tutta la particolare azione che le canne dedicate a questa disciplina devono possedere.

RUFUS-Tenya-Palms-still-canna

La Palms Elua ha recentemente messo in commercio alcune canne dedicate appunto a questa tecnica tradizionale giapponese che affonda le sue origini davvero nella notte dei tempi. La serie Rufus comprende ben 6 modelli e copre praticamente tutte le grammature disponibili, il modello RMGS-230MH, ricevuto per i test, è lungo 2,30mt e pesa 138gr e dovrebbe essere quello più “potente” adatto a pesi da #3 a #12 che tradotto nel nostro sistema di misurazione   è da intendersi per 11,25gr sino a 45gr (ogni unità #1  in giapponese corrisponde infatti a 3,75gr).RUFUS-Tenya-Palms-serigrafie Questi dati essenziali si ottengo però solo consultando il catalogo Palms, in quanto le serigrafie tecniche (lunghezza, peso, potenza, max drag, etc.) solitamente stampigliate sul blank  delle canne sono qui praticamente inesistenti e sul fusto troviamo solo il logo e la sigla. Le Rufus hanno innesto “offset” con il fusto che si inserisce con estrema precisione e una minima tolleranza sul manico,   conferendo  una ottima continuità d’azione alla canna che praticamente può considerarsi quasi una monopezzo.

RUFUS-Tenya-Palms-particolare-innesto-offset

RUFUS-Tenya-Palms-serigrafie-anello-FujiMontano anelli monopiede Fuji Antitangle in SIC sottili e leggerissimi nel numero di 8 + l’apicale con una sequenza di diametri davvero piccoli che segue perfettamente la curva accentuata del tip dove le ultime 4  legature sono del tipo fluorescente orange per meglio seguire visivamente anche i più piccoli segnali sul cimino.  Questa canne infatti hanno una conicità ben accentuata che grazie a compositi di ultima generazione e  ridotti spessoriRUFUS-Tenya-Palms-apicale permette di ottenere cimini sottilissimi e cavi, il che conferisce una particolare azione alla canna sotto sforzo   con una curva profonda del tip  e della  parte centrale del fusto che però viene supportata da una rigidità maggiore della porzione immediatamente adiacente al manico. Questo è di tipo classico  lungo complessivamente 502mm con un rear grip di 320 mm dal portamulinello che è un Fuij conRUFUS-Tenya-Palms-portamulinello l’impugnatura ergonomica su cui spicca il piccolo logo rosso che raffigura un Madai o “pagro giapponese”.

VALUTAZIONI FINALI

Canna sottile e leggerissima con il cimino sensibilissimo proprio per percepire le piccole e ovattate tocche degli sparidi rosa nostrani come i pagelli in primis ed i pagri che a volte “spizzicano” il gambero con estrema delicatezza prima di decidersiRUFUS-Tenya-Palms-serigrafie-madai all’abboccata finale. In questa circostanza un cimino cedevole e morbido si aiuta e ci salva in quelle situazioni nelle quali non siamo abbastanza veloci ad abbassare la canna sull’acqua alla prima e debole percezione dell’assaggio dell’esca. La lunghezza più accentuata rispetto ai modelli da kabura o inchiku va ricercata nella necessità di opporre una ampia  ferrata e nell’ azione  tipica da effettuare con il tenya,  cheRUFUS-Tenya-Palms-particolare-rear-butt consiste spesso nel sollevare la canna con un costante movimento verso l’alto per poi assecondare la lenta discesa del tenya sul fondo, che spesso rappresenta il momento topico dell’abboccata. E’ chiaro che una canna lunga agevola entrambe le operazioni e anzi ne esiste un modello simile che arriva a 2,50 mt. La Rufus è ben rifinita, legature buone e componenti di qualità,  come le realizzazioni jap  di una certa classe ci hanno ormai ben abituato. Anche questa, proseguendo del solco della tradizione è montata solo per mulinelli a bobina fissa, che paiono essere preferiti da tutti gli specialisti giapponesi del Tenya.RUFUS-Tenya-Palms-particolare-portamulinello-ergonomico E’ adatta per fondali medi sino a 70-80 mt di profondità su fango e pietrine, in condizioni di mare e scarroccio limitato a patto di usare PE sottile a partire da un PE 0.4 sino a PE 0.8 max con un leader in fluorocarbon dello 0,26mm abbinato ad un mulinello di classe 3000. Tutto in queste Rufus Tenya Special  è  all’insegna della massima sensibilità quindi suggerisco caldamente  di non superare le grammature consigliate, in considerazione del fatto che già l’innesco del gambero provoca un discreto  aumento del volume di tutto il sistema pescante con ovvie conseguenze di  maggior attrito in acqua. Il Tenya style non va inteso  solo come una “specie di bolentino” ma come un sistema in grado di selezionare a volte la taglia dei pesci che altrimenti non abboccherebbero mai ai terminali classici e dove la sensibilità e la leggerezza sono prerogative essenziali per ottenere buoni risultati con una certa costanza. Ci si deve dedicare completamente insomma e  vista la classe dell’attrezzo concludiamo dicendo che come al solito il prezzo è adeguato al prodotto ma in questo caso anche  alla passione ed …al portafoglio del pescatore.

CARATTERISTICHE TECNICHE 

Schema-tecnico-canneLA TROVATE DA

logo Fishing Evolution

Condividi su:

Lascia un Commento: