» 19 ott 2017

Major Craft Skyroad Sea Bass 862ML

Major-Craft-Skyroad-SKR-862ML-cover

Major-Craft-Skyroad-SKR-862MLUna linea di canne jap  da spinning  di Major Craft dedicate alla tecnica del  “seabass inshore” lanciando dalla riva, che riporta a lunghezze che pare in Italia molti hanno dimenticato per inseguire  la moda delle cannine monopezzo, più adatte alla barca che non alla costa. Stiamo parlando di spinning alla spigola in diverse condizioni, non solo in presenza di schiuma e risacca dalla scogliera, eppure nella terra del sol levante continuano a proporre le misure “lunghe”…chi ha ragione? Detto questo, tanto per un inciso, eccoci ancora davanti ad una realizzazione interessante e ben curata, pur se made in China, che non vuol dire solo roba di bassa qualità e ormai dovremo esserci

Major-Craft-Skyroad-SKR-862ML-particolare-portamulinello

abituati. Portamulinello Fuji ergonomico e integrato nel manico, anelli Fuji e finiture davvero buone,  alcune delle caratteristiche più appariscenti, winding check, inserti in composito, doppia ghiera di serraggio, manico in sughero e ewa ben sagomato e raccordato. La canna è lunga 8’6” circa  2mt. e 56cm. in due sezioni con innesto rovescio classico, un intreccio di tessuto composito rinforza il fusto a partire dal manico per gran parte del blank mentre il resto del fusto è liscio e verniciato in matt coat, non sappiamo però se si tratta di una vernice al teflon con caratteristiche antiaderenti.Major-Craft-Skyroad-SKR-862ML-serigrafie Le caratteristiche salienti della canna sono riportate con delle serigrafie sul fusto, dopo la sigla c’è la lunghezza espressa in piedi e pollici, e il lure weight, cioè il peso delle esche consigliato, in questo caso da 10 a 30gr. poi c’è range del trecciato da abbinare da PE 0.8 a PE 2.0  cioè da 8/14 lb.

VALUTAZIONI FINALI

Una canna che nonostante la lunghezza generale  è leggera e maneggevolissima, se abbinata ad un mulinello di classe 3000-4000 consente lunghe sessioni di pesca senza stancare polso e braccio.  Nell’ insieme buone le finiture e la componentistica, qualche dubbio per il diametro abbastanza ridotto della anellatura intermedia che potrebbe causare degli intoppi con leader lunghi e nodi troppo voluminosi, anche se c’è da dire che la lunghezza di oltre 2mt e mezzo consente un drop lungo con la possibilità di tenere il nodo  Major-Craft-Skyroad-SKR-862MLpart-anello-intermedio

Major-Craft-Skyroad-SKR-862ML-part-apicale

 di giunzione fuori dall’anellatura per scongiurare attriti dannosi. La Skyroad SKR-862ML come indicato nella sigla viene definita come power “ML” cioè Medium-Light con un range di pesi lanciabili e gestibili che va da 10gr a 30gr. Una indicazione come sempre di massima che non tiene conto dei volumi delle esche nè del loro attrito esercitato in acqua con il recupero. Diverso è il caso in cui stessimo lanciando e recuperando  un minnow slim da 10 gr o un popper anche solo di 24gr tanto per fare un esempio. Per questo abbiamo portato con noi questa canna su una scogliera media in presenza di una discreta risacca con jerkbait e darter da 18-21 gr. per saggiarne con solo le capacità di lancio ma anche la gestione del recupero.  L’azione di questa canna  viene definita “regular”  il che dice tutto e niente,  noi  abbiamo riscontrato una azione abbastanza progressiva con artificiali da 8Major-Craft-Skyroad-SKR-862ML-manico-splitsino ad un peso  di poco superiori ai 20 gr. il miglior range di utilizzo di quest’attrezzo senza forzature innaturali che non aumentano nè la gittata nè la sensibilità di recupero. La cima sottile consente una percezione totale dei movimenti dell’artificiale e il fusto irrigidito conferisce la giusta potenza sia sul lancio che nell’azione di recupero delle prede con un buon controllo delle stesse anche in presenza di risacca e correnti molto forti, ma non sognatevi nè tentate di sollevare di peso pesci importanti . Un buon compromesso insomma, che consente a questa canna una discreta versatilità nell’utilizzo di diversi artificiali apparentemente in antitesi tra di loro come gommine da 9-12 grammi e jerk più voluminosi e pesanti quasi il doppio. La lunghezza agevola, non è neanche il caso di aggiungerlo,  il raggiungimento di buone distanze e il controllo delle esche in zone rocciose particolarmente disagevoli e pericolose per l’incolumità dei nostri artificiali. Sembrerà strano ai patiti delle cannine corte ma è così! L’abbinamento ideale per lo spinning in scogliera è sicuramente con un trecciato da 12 lb mentre le 8 lb sono più indicate per utilizzi in ambiti portuali, canali, foci e ambienti più soft dove vengono ulteriormente magnificate le ottime doti di sensibilità e leggerezza dell’attrezzo. La designazione quindi di canna da “Seabass” è quindi decisamente azzeccata ed appropriata per un attrezzo specifico ma ancora abbastanza duttile per adattarsi a diversi ambienti e condizioni marine con differenti tipologie di artificiali. Importata e distribuita in Italia da Molix.


BANNER-LUNGO-HEADER

NON PERDETE L’OCCASIONE DI SCARICARE IL VOSTRO MAGAZINE ONLINE DA QUI

Condividi su:

Lascia un Commento: