» 12 dic 2017

JIGWREX BOTTOM SHIP

JIGWREX-Bottom-Ship-cover

Shimano Europe ha atteso qualche tempo prima di lanciarsi definitivamente sul mercato delle nuovissime tecniche, pur avendo l’azienda madre in Giappone tutto il necessario per il jigging e le sue tanti varianti.   Il motivo è da ricercarsi nella necessità per Shimano Europe di proporre attrezzi che potessero  adattarsi  alle diverse realtà nazionali ed al contempo  avere un quadro globale completo sugli sviluppi e le influenze che le nuove tecniche di light jigging avrebbero apportato nel panorama più generale  della pesca dalla barca.JigWreX-Bottom-ShipL’evoluzione del light jigging sui nostri mari ha messo chiaramente in evidenza che soprattutto con gli inchiku, non c’è quasi nessuna specie ittica che si dimostri refrattaria a questi inganni artificiali. Passando ovviamente per serrandi come le più piccole perchie e le cernie di varia specie, per gli sparidi come pagelli, pagri, dentici e tanute, sino ai carangidi come le ricciole piccole e grandi e pelagici come tombarelli, palamite, alletterati, tonni di branco e persino pescispada. Senza dimenticare prede del fango come tracine, gallinelle, scorfani e più pregiati San Pietro sino agli abissali occhioni di taglia extralarge.

CANNE OGNITEMPO

Una incredibile evoluzione dell’originario vertical jigging ed una caratteristica propria dell’inchiku in Mediterraneo che Shimano ha sapientemente interpretato, persino anticipandola con l’ importazione degli inchiku Bottom Ship da 200 gr. e 240 gr. Servivano quindi canne in grado di coprire al meglio tutte le nuove esigenze e soprattutto che fossero in grado di sopportare le nuove grammature e le nuove prede di questa tecnica, senza però rinunciare alle peculiarità di sensibilità e leggerezza tipiche del light jigging.JIGWREX-Bottom-Ship-----Particolare-serigrafia-2 In sostanza queste nuove JigWreX Bottom ship sono state progettate tenendo conto della necessaria sensibilità della cima che deve comunque essere in grado di controllare al meglio e gestire il recupero soft degli inchiku senza strappi che ne renderebbero innaturale il suo avanzamento in acqua ed allo stesso tempo, come nei modelli più pesanti come questa B603H hanno un fusto piuttosto rigido.JigWreX-Bottom-Ship-part-anelli-guidafilo Merito del carbonio XT-250 utilizzato per la realizzazione che ha conferito al fusto la necessaria robustezza, unito al carbonio XT-100 per ottenere una azione più armonica, il tutto irrobustito dalla speciale lavorazione X Hi-Power che prevede un ulteriore reticolo incrociato ad “X” . Un procedimento che consiste in un filamento continuo di carbonio ad altissima resistenza che si incrocia sul fusto conferendogli una maggior resistenza allo schiacciamento, riducendone le torsioni ed aumentandone la potenza senza alterare il peso ed il volume del blank. Il tutto ovviamente mantenendo estremamente contenuti sia la sezione che il peso della canna, caratteristiche altrettanto irrinunciabili per il light jigging.

VALUTAZIONI FINALI

Le Bottom Jigwrex montano uno nuovo porta mulinello ergonomico in Ci4, una sigla che sintetizza il processo di fusione contemporanea ad alte temperature di carbonio e di poliammide, studiataJIGWREX-Bottom-Ship-----Particolare-portamulinello- per ottenere una mescola con elevate caratteristiche di rigidità e resistenza agli urti, con qualità assai vicine a quelle delle leghe metalliche, ma dal peso enormemente più contenuto. Nel modello preso in esame si tratta di un porta mulinello per rotante, quindi con il caratteristico “pistol grip”. L’anellatura è Fuji SIC e poiché si tratta di un modello da casting è del tipo a ponte ribassato, perJIGWREX-Bottom-Ship-manico mantenere il filo il più possibile aderente al fusto ed evitare possibili svirgolature e torsioni, da segnalare che su 8 anelli+ apicale ben 6 sono del tipo a doppio piedino per garantire una migliore tenuta. Il manico di tipo split ha il rear grip decisamente più lungo del solito, un accorgimento funzionale quando si devono tenere le canne inserite nei porta canne sprovvisti di guaina protettiva in gomma, per evitare danni al fusto della canna. Decisamente ottime le finiture con il classico hook retainer, anelli metallici ed inserti di raccordo tra il fusto e l’ewa del manico, buone le legature e la finitura “Camaleon” una particolare vernice che cambia di colore dal verde bottiglia al blu elettrico a seconda dell’angolazione alla quale la si osserva. Avremo magari preferito che la sezione di canna esposta al tatto, “blank exposed” nell’impugnatura del porta mulinello, che aumenta la sensibilità sulJIGWREX-Bottom-Ship-----Particolare-fighting-butt recupero, fosse stata quella effettiva del blank e non un riporto in carbonio di sezione maggiore. Il modello testato è monopezzo ed è lungo 6’3” (1,91mt) , è classificato “H” o “heavy”, proprio per la sua capacità di gestire Bottom Ship sino a 240 gr. il max della categoria. L’azione di questa canna è media-progressiva con un manico abbastanza rigido, tanto che la si potrebbe consigliare anche come una canna da vertical light abbinata ad un PE 2- 2.5 con jigs sino a 120 gr. adatta ad un recupero slow molto cadenzato, il che ne conferma la versatilità ed adattabilità a più situazioni di pesca. Distribuita da Shimano Fishing Italy.


CARATTERISTICHE TECNICHE

Schema-tecnico-canne

Condividi su:

Lascia un Commento: