» 21 ott 2018

Golden Mean Chronic 78

Golden-Mean-Chronic-78-cover

Golden-Mean-Tuna-Rods-still-aArrivate sul mercato già da qualche mese le “tuna rods” di Golden Mean, viste lo scorso anno solo come prototipi all’ Efttex di Varsavia   e quest’anno al Pescare Show di Vicenza, da Plus Fishing .  Grazie a Domenico Magliani abbiamo potuto testare uno dei due modelli prodotti. Si tratta della Chronic 78 canna più potente e più corta dell’altra Chronic 86 entrambe realizzate con la collaborazione del pro staff Roberto Pelati.Golden-Mean-Chronic-78-part-serigrafia

In due sezioni con il classico innesto “put in” del fusto sul manico questa canna è realizzata in carbonio al 98% con una conicità accentuata che parte da un diametro max del manico di 21,5 mm per arrivare alla cima con 3,1 mm. Lunga circa 2,30 mt (7’8”)  da chiusa, ha un ingombro di 165 cm e pesa 412 gr. La stratificazione delGolden-Mean-Chronic-78-part-stratificazione-carbonio fusto prevede un notevole irrigidimento dello stesso per oltre i due terzi con una cima più cedevole che conferisce al blank un’azione moderata di punta che agevola abbastanza durante la fase del lancio l’utilizzo di esche relativamente “piccole” e leggere a partire da 50 gr ma che sa gestire anche artificiali più corposi e pesanti sino alla soglia dei 150 gr. La componentistica è Fuji, a partire dalGolden-Mean-Chronic-78-part-portamulinello portamulinello sino agli anelli in numero di 5 più l’apicale, i primi due montati in prossimità del mulinello sono montati inversi per offrire meno possibilità di groviglio al trecciato in uscita nella fase iniziale del lancio, da segnalare anche la discreta sezione dell’ apicale che favorisce il passaggio di grossi nodi di giunzione tra il leader ed il multifibre. Golden-Mean-Chronic-78-part-anello-intermedioUna scelta obbligata in considerazione del fatto che stiamo parlando di un attrezzo equilibrato per trecciati sino a PE 12.0 e grossi leader sino 300 lb. In fondo al manico, ricoperto per tutta la sua lunghezza in EVA ad alta densità,  c’è il tradizionale “fighting butt” in plastica morbida  da appoggiare nel bicchierino della panciera da combattimento. Da segnale le doppie legature degli anelli, la superficie opaca del fusto ed una finitura rigorosa secondo quelli che sono comunque gli standard   richiesti in Giappone, come evidenziato dalla presenza del bollino di certificazione  dorato con la sigla CFRJ posizionato proprio in prossimità dell’innesto del fusto sul manico.

 

VALUTAZIONI FINALI

Occorre anche dire che nel caso di queste canne si è trattato di una collaborazione stretta tra la Golden Mean e Plus Fishing con l’ obiettivo di creare dei prodotti specificatamente orientati alle esigenze dei pescatori europei e più precisamente per gli appassionati dello spinning al tonno mediterraneo. L’input sulle diverse azioni, lunghezze e caratteristiche generali è infatti partito dall’Italia.Golden-Mean-Chronic-78-part-innesto

La Chronic 78 è una canna “tosta” che con la sua azione di punta favorisce, come abbiamo detto poco più su, il lancio di esche sulle 2 oz  come gomme,  casting jigs o piccoli stick baits ma ricordiamoci che questa canna può scaraventare lontano anche grossi poppers e tuna stick da 20 cm di lunghezza sino a 150 gr di peso senza soffrire minimamente. Nell’azione di recupero ancora una volta la cima aiuta a “sentire” gli artificiali più piccoli senza “strapparli” sordamente e si comporta egregiamente anche con i grossi e voluminosi poppers dalla testa molto pronunciata. Nel combattimento l’ azione diviene più progressiva con il coinvolgimento del fusto con una curva moderata, dove il manico ben rigido consente una certa potenza di recupero, aggiunta ad una leva più corta,  che aiutano enormemente ad abbreviare i tempi del combattimento con rilasci più efficaci di pesci ancora relativamente ben vivi e non spossati da un lungo e prolungato tira e molla. Il Drag max è di oltre 15 kg effettivi anche se sfido chiunque a poterlo effettivamente sfruttare e sostenere a lungo. Da aggiungere che questa Chronic 78  è un attrezzo sicuramente interessante anche per il popping tropicale a GT, Dogtooth Tuna, squali, grosse cernie etc. Per contro, a fronte di tanta potenza,  c’è un peso non certo da piuma ed una buona tecnica e preparazione fisica assolutamente necessari per sostenere lunghe battute di pesca. La potete trovare online da Sergio Pesca.


 

300 PAGINE DI PESCA, VIAGGI, FOTOGRAFIA, AVVENTURE, COMPLETAMENTE GRATIS

20140130_0173-Sam-Colvin

NON PERDETE L’OCCASIONE DI SCARICARE IL VOSTRO MAGAZINE ONLINE DA QUI

Condividi su: