» 18 dic 2018

Artico The Boss GT Popping

Artico-Boss-GT-Popping-cover

Artico-Boss-GT-Popping-still-scontornatoUn altra realizzazione Artico della ormai famosa serie “The Boss” in onore di Sergio Artico, progettista e patron dell’azienda di Pordenone dedicata questa volta al popping tropicale ed allo spinning dedicato appunto ai “mostri” del mare e cioè  i Giant Trevally da 60 kg.   come traspare assai chiaramente dal nome “ GT Popping ”  e la sigla Monster. Composta da due sezioni di lunghezza differente, in sostanza un   manico ed un fusto, per ottimizzare l’omogeneità dell’azione della canna, è realizzata in Carbonio Prepreg Ferrari, una esclusiva tutta Artico con la novità dell’inserimento  di una speciale membrana stratificata (XANTU.LAYR Continuos nanofibre performance composites) che riduce i rischi di delaminazione delle fibre quando queste sono sottoposte a fortissime sollecitazioni come la compressione da curvatura accentuata sotto sforzo.Artico-Boss-GT-Popping-serigrafie

La   GT Popping è lunga 7’6” (2,30) ed è prodotta in due versioni, una definita Medium per PE 8.0 e PE 10 (max drag 60lbs) ed una ribattezzata Monster  per trecciato da PE 10 e PE 12 (max drag 70lbs), in questo caso stiamo parlando di braided con carichi di rottura di oltre 120 lbs. Con queste credenziali non ci sono dubbi sull’impiego previsto per questa canna che del resto è accessoriata con un portamulinello in alluminio ALPS AH con doppia ghiera di serraggio e crociera  sempre in alluminio sul fondo del manico.Artico-Boss-GT-Popping-manico

Artico-Boss-GT-Popping-part-crocieraIl manico è in EWA ad alta densità per una impugnatura sicura e comoda anche dopo lunghe sessioni di pesca, sagomato sulla parte superiore per adattarsi ergonomicamente alla presa della mano. La lunghezza è adeguata alla presa a due mani, indispensabile per  caricare al meglio la canna e ottenere buone gittate di lancio.Artico-Boss-GT-Popping-part-innesto

L’innesto “put in” del fusto sul manico è preciso,  con limiti bassissimi di tolleranza tra le due componenti, rinforzato adeguatamente per sopportare lo stress del forte impatto sullo strike con bestioni che si producono in violentissimi ed esplosivi attacchi a galla al cardiopalma. Artico-Boss-GT-Popping-anello-guidafilo Particolare cura è stata posta nel montaggio degli anelli, disponibili a scelta tra i Fuji SIC,  e nelle diverse serie Fuji BNOG con frame Black, Fuji KWAG e Fuji BKWAG. Si apprezzano nelle immagini ravvicinate le accuratissime  doppie legature ed il coating di rivestimento applicato magistralmente. Gli anelli sono 5 + l’apicale. A scelta anche la possibilità di montare un portamulinello Alps AH delle serie Heavy Duty da mare o un Alps TRI-B a sezione triangolare su qualche modello della serie Medium da PE 8.0/PE 10. Anelli-Fuji

 

 

 

 

 

VALUTAZIONI FINALI

La GT Popping serie Monster è una canna ad altissima specializzazione, progettata per combattere i Giant Trevally Big size, le prede più grandi, potenti e combattive che un appassionato di popping tropicale possa mai incontrare. Stiamo parlando di bestioni oltre i 50 kg che ancora si trovano in alcune sperdute destinazioni esotiche che possono tranquillamente spaccare in due un popper da 25 cm o  aprire ancorotti del 9/0 ed anelli spaccati da 200 lbs, se questi accessori non sono scelti tra il meglio del meglio. In queste occasioni serve una canna appositamente progettata per sparare a lunga distanza popper da oltre 200 gr, recuperarli tra onde e correnti e contrastare la violenza dello strike, rispondendo allo stesso tempo  con una serie di potentissime ferrate per bucare la possente mandibola ossea. Il tutto montando su grossi mulinelli trecciato da PE 10 o PE  12 e terminali da almeno 200/250 lbs. Pesca estrema dove le canne devono essere all’altezza di ogni situazione e dove le sollecitazioni alle quali sono sottoposte sono immani ed inimmaginabili. Questa GT Monster è nata  per questo compito e dovendo soddisfare delle prestazioni estreme è stata ovviamente realizzata senza compromessi, utilizzando i migliori  e più innovativi compositi presenti oggi sul mercato oltre agli accessori e componentistica di elevata qualità. E una canna tosta che richiede una  certa tecnica e potenza muscolare per poter essere adeguatamente caricata con i grossi popper e stick bait necessari per far salire un GT dal sicuro rifugio della sua barriera, ma è anche una canna che riesce a contenere le sfuriate e le fughe dei pesci che una volta allamati, proprio su quella stessa  barriera tentano di ritornare. Sufficientemente lunga per lanciare e gestire le esche dal bordo della barca ma “corta” per non concedere pericolosi vantaggi alle grosse prede nella fase del pompaggio sotto la barca, la più delicata con i mostri che sono sempre pronti ad una veloce ed inarrestabile ripartenza. Qui ci vuole nerbo e carattere per non esplodere in mano allo sfortunato pescatore che convinto della fine del combattimento ha chiuso al massimo la frizione. Un attrezzo sicuramente non facile e dedicato esclusivamente alla ricerca della preda big da ricordarsi per la vita.  Un risultato ottenuto da Artico grazie alla sua pluridecennale esperienza nella costruzione di canne da pesca e nella abilità dei suoi artigiani che realizzano i fusti uno ad uno con cura e passione tutta italiana. Per conoscere i prezzi e la disponibilità consultate il catalogo online o inviate una mail a info@artico.it


300 PAGINE DI PESCA, VIAGGI, FOTOGRAFIA, AVVENTURE, COMPLETAMENTE GRATIS

BANNER-ANIMATO-MAGGIO-2015

NON PERDETE L’OCCASIONE DI SCARICARE IL VOSTRO MAGAZINE ONLINE DA QUI

Condividi su: