» 20 nov 2017

Artico Colibrì

ARTICO--Colibri-Tuna-Series

n604

Artico-Nicola-Cocco-con-le-nuove-Colibri

Avevo visto “in azione” questa leggerissima canna da traina allo stand Artico in occasione dello scorso Efttex di Parigi  dove l‘amico  Nicola Cocco mi aveva mostrato l’armoniosa curva della Colibrì da 8 lbs , rischiando di sollevare  letteralmente l’espositore su cui  era stato fissato il filo usato per visualizzare  la curva di carico, nonostante la classe leggera dell’attrezzo. Si deve infatti proprio a Nicola, esperto angler di traina alturiera e di fondo, la progettazione e l’idea di fornire al pescatore appassionato ed esigente  canne sempre più esili e leggere ma anche decisamente potenti e reattive con un blank sensibile in punta ma anche  nervoso. Ne è nata una gamma di attrezzi che coprono tutte le esigenze della traina costiera, della traina  di superficie e  nelle classi più alte  anche della traina di fondo con il vivo a partire dalle   #4lbs – #6lbs –  #8lbs – #10lbs -  #12lbs – #16lbs – 20lbs. Le Colibrì Tuna Series nascono anche con l’intento di fornire agli angler più sportivi degli attrezzi altamente specializzati per l’ottenimento di particolari record I.G.F.A. nelle classi leggere ed ultraleggere, grazie alle specifiche caratteristiche che ora andremo a vedere. La vera novità consiste nel manico, la canna è infatti realizzata in due pezzi con il sistema “put in” dove il cimino monopezzo di inserisce nel manico  che in questa serie è costruito con una “conicità inversa” cioè nel punto dove si inserisce il fustoARTICO-Colibri-Tuna-Series-serigrafie abbiamo un diametro maggiore che non nella parte  terminale dove si fissa la crociera.  Questa particolarità esalta la sensibilità della cima ma contribuisce ad irrigidire armonicamente il restante fusto, conferendo alla canna  una azione realmente progressiva che consente  di assecondare  prede occasionali di buona taglia  anche con lenze dal diametro sottile, ma all’occorrenza di contrastarle efficacemente con la riserva di potenza del blank in corrispondenza del manico.  Per ottenere questo risultato non si è lavorato solo sulla conicità ma anche  selezionando i materiali migliori con l’utilizzo del carbonio T700  PREGPREG FERRARI – V.AR.AM una esclusiva di Artico per arrivare ad attrezzi assai versatili per i diversi utilizzi della traina. Lunghe 2,10mt hanno il manico in EWA lungoARTICO-Colibri-Tuna-anelli-Fuji-Alconite 68cm ed il fusto 156 cm con portamulinello Alps e anelli Fuji Alconite in due versioni con ponte rinforzato per i primi 4 con i restanti 7 a ponte singolo e piede ribassato con apicale rinforzato per le classi più alte e Anelli Fujii  Alconite a doppio ponte semplice in Black finish nella stessa sequenza e tipologia per le classi più leggere.ARTICO-Colibri-Tuna-Series-anelli-Alconite

ARTICO-Colibri-Tuna-manico-Alps

VALUTAZIONI FINALI

Se c’è  forse un appunto da fare ad Artico, è  quello di aver voluto aggiungere all’indovinatissimo nome di Colibrì, essenza stessa e simbolo di leggerezza, anche la denominazione di Tuna Trolling Series che francamente con i tonni c’entra davvero poco…e basta guardare le classi di potenza per rendersene subito conto. Questa serie infatti copre tutte le esigenze del trolling ultraleggero, leggero e anche medio come abbiamo detto prima e si colloca anche come attrezzo ideale per la pesca con l’affondatore o “downrigger” per le sue spiccate qualità progressive, l’elasticità elevata e la rapidità di ritorno, quando la canna deve assumere quella ampia curva e ritornare velocemente nella sua posizione naturale quando il pesce fa sganciare la molletta per recuperare il bando di lenza. Proprio per  assecondare al meglio questa ampia curva abbiamo quindi ben 11 anelli guidafilo che distribuiscono in modo omogeneo lo sforzo su tutta la canna impedendo sempre, anche nelle curve più accentuate e profonde che il filo possa strusciare sul fusto. Per la sua azione progressiva  e la lunghezza risulta  perfetta nelle classi ultraleggere da #4lbs – #6lbs e leggere da #8lbs e #10lbs  per la pesca di superficie per piccoli tunnidi di branco come tombarelli, alletterati e salendo di classe anche per le alalunghe con le classiche  disposizioni multiple degli artificiali a poppa. Leggerissime, estremamente maneggevoli e nervose sono canne dall’azione marcatamente di punta con la cima sensibile ma il restante fusto decisamente più rigido, una azione ricercata ed ottenuta in fase di rollaggio del carbonio sul mandrino con l’ispessimento e la maggiore  sovrapposizione di inserti specificatamente sagomati proprio per ottenere questa azione. Dell’uso delle  classi più leggere abbiamo detto, a partire dalla #12lbs – #16lbs e infine #20lbs abbiamo anche delle ottime canne da piombo guardiano per la traina con il vivo. La leggerezza, lo spessore ridotto del manico e la particolare azione suggeriscono anche l’accoppiamento con mulinelli di classe adeguata, tra cui vedo molto bene gli Avet e i Gorilla 12  8 e 6  tanto per rimanere in Italia, con un alleggerimento di conseguenza anche nello spessore del filo utilizzato che ci agevolerà anche nell’utilizzo di zavorre più leggere. Come sempre ben realizzate con materiali di qualità secondo  quella cura artigianale propria di Artico, una delle pochissime aziende che fa del made in Italy la sua bandiera, ecco perché poi costano quel qualcosa in più.


PRODOTTE E DISTRIBUITE DA

Logo-Artico

Condividi su:

Lascia un Commento: