» 11 dic 2017

Artico Aquila Testa Bianca CH Tuna Spinning

ARTICO-Aquila-Testa-Bianca-cover

Autunno, ancora poche  settimane  a disposizione, per gli appassionati di spinning al tonno, per tentare la sorte alla ricerca dell’ultima mangianza. Artico ha in catalogo, già da tempo,  alcuni modelli da spinning e popping che rispondono proprio alle particolari e specifiche esigenze dello spinning al tonno mediterraneo. Diretta evoluzione del modello Aquila Marina Popping Rod questa serie di canne nasce proprio per soddisfare le specifiche dello spinning al tonno nei nostri mari.ARTICO-Aquila-Testa-Bianca-serigrafie

ARTICO-Aquila-Testa-BiancaLe Aquile Testa Bianca CH Tuna Spinning sono una gamma composta da 4 modelli per due lunghezze differenti, 8’0” (2,43mt) e 8’6” (2,62mt) con potenza per entrambi i modelli rispettivamente di 40/90Lbs e 80/130Lbs  per max drag di 10kg  e 15kg ed equilibrate per trecciato da PE 3.0/4.0  a PE 5.0/6.0 . Sono attrezzi in due segmenti composti da un fusto ed un manico con innesto “off set” per ottenere una maggiore uniformità d’azione unita ad un migliore equilibrio dei pesi. ARTICO-Aquila-Testa-Bianca-part-portamulinello-e-innesto

Il portamulinello è in alluminio anticorodal anodizzato CAH Alps con doppia ghiera di blocco del mulinello e ghiera di fissaggio a vite per l’innesto del fusto sul manico. Il manico è in ewa ad alta densità ed è completato da una crociera in alluminio che volendo può essere coperta da apposito “fighting butt” in gomma.ARTICO-Aquila-Testa-Bianca-part-crociera  I blank dell’ Aquila Marina Testa Bianca CH Tuna Spinning  sono realizzati con lo speciale  Carbonio Alto Modulo Premium Ferrari (quello utilizzato nella F1 e di cui Artico possiede la licenza di utilizzo) Un composito di ultimissima generazione che consente di costruire dei fusti leggeri, grazie alle specialissime resine epossidiche utilizzate ma estremamente potenti e rapide. ARTICO-Aquila-Testa-Bianca-part--greca

Per ottenere un profilo adeguato al fusto, in funzione delle caratteristiche meccaniche richieste a questo tipo di canne,  si utilizzano sino a 3 differenti grammature di  carbonio, che vengono stratificate in ordine decrescente a partire dalla base del manico sino alla vetta. Questa soluzione costruttiva consente di contenere i pesi senza indebolire la struttura generale ed al contempo conferisce al fusto una precisa azione di punta ma anche una perfetta azione progressiva sia nella fase di caricamento delle esche che durante il combattimento. ARTICO-Aquila-Testa-Bianca-part-anello-guidafilo-1
La componentistica prevede anelli a doppio ponte Fuji in versione    KWAG Alconite e SIC  o MXN Alps personalizzabili a seconda delle preferenze dell’utente. Particolarmente curate e precise  le doppie  legature e la finitura epossidica superficiale e l’estetica generale, piacevole, semplice  ed essenziale.ARTICO-Aquila-Testa-Bianca-part-anello-guidafilo-intermedio

VALUTAZIONI FINALI

La  “tuna fever” propagatasi su quasi tutte le coste italiche grazie alla presenza costante e numerosa di tonni di branco di medie dimensioni ha fatto esplodere da tempo lo spinning pesante, coinvolgendo un numero sempre crescente di appassionati verso questa tecnica affascinante ma anche difficile. Dai primi anni dove si faceva ricorso ad attrezzi jap decisamente sovradimensionati per i pesi delle prede, a volte veri e propri “bastoni” che più che stancare il tonno contribuivano a spezzare la schiena al pescatore, si è progressivamente arrivati a canne più “umane” e decisamente anche più facili da gestire. Queste AquileTesta Bianca CH Tuna Spinning riuniscono tutti i concetti maturati tra i migliori anglers della pesca al tonno in Mediterraneo con il lancio di esche artificiali. Non bisogna dimenticare infatti che spesso in particolari circostanze e situazioni i tonni, pur in evidente frenesia da mangianza, snobbano artificiali grossi e pesanti, preferendo esche piccole come sand eels in gomma o casting jigs, di dimensioni proporzionate alle prede cacciate. Diventa un problema lanciare alla distanza giusta artificiali che hanno pesi modesti, in rapporto al diametro del trecciato e dei grossi leader utilizzati. In questo caso ci vogliono canne che riescano a caricarsi adeguatamente e con facilità senza richiedere gesti tecnici ed atletici estremi. Ma non solo. La vetta di queste canne deve poi anche essere abbastanza sensibile per poter manovrare e rendere “vive” le esche lanciate senza spezzarci gli avambracci. E poi ovviamente la canna  deve saper gestire al meglio le sfuriate e le lunghe fughe iniziali come la delicata fase di pompaggio dei tonni quando questi decidono di mettersi alla “picca” verticalmente sotto la barca. Tutto facile a dirsi ma riuscire a condensare tutte queste caratteristiche in uno stesso fusto non è semplice. Solo una attenta scelta dei migliori materiali ed il loro sapiente accoppiamento può portare ad ottenere fusti versatili, rapidi, maneggevoli, potenti e leggeri come quelli di queste Aquile Testa Bianca CH frutto del migliore made in Italy attualmente disponibile sul mercato. Per maggiori info su possibili personalizzazioni, disponibilità e prezzi inviate una mail a  info@artico.it

CLICCA SUL VIDEO PER VEDERE L’ AQUILA TESTA BIANCA IN AZIONE

Aquila_testa_Bianca


LA TUA RIVISTA DI PESCA E CULTURA MARINARA

BANNER-KAYAKERO-GIUGNO

COMPLETAMENTE GRATIS, SFOGLIALA QUI

Condividi su: