» 17 nov 2019

Shout Shiver

SHOUT-Shiver-cover

Un jig polivalente questo Shiver della Shout che si inserisce anche e a buon diritto nella grande famiglia dei “casting Jigs” utilizzabile sia dalla barca sulle mangianze di tunnidi che da terra nello shore jigging, una tecnica ancora poco diffusa da noi ma che in altre parti del Mediterraneo sta regalando discrete emozioni. Il profilo a foglia classico con le due facce asimmetriche, una liscia ed una “chigliata” come la carena a “V” di una barca, il baricentroSHOUT-Shiver-viste-globali spostato sul centro del corpo, rendono questo jig estremamente mobile con qualsiasi tipo di recupero. Nell’immagine in alto si apprezzano e si evidenziano benissimo i vari profili del corpo che consentono a questo jig una discesa fluttuante a “foglia morta” con scivolamenti laterali lunghi alternati ad ampi  giri a spirale e scivolate nelle quali emettono bagliori metallici in ogni direzione, grazie alla finitura in foil olografici metallizzati, resa ancorSHOUT-Shiver-particolare-testa più marcata da alcune colorazioni caratterizzate da strip fosforescenti sulla parte  dal profilo prismatico. Nel jigging classico, parliamo comunque di light jigging, arrivando infatti come peso massimo ai 100 gr. appena è il classico artificiale da “slow jerking” con movimenti lenti e ampi che ne evidenziano tutte le migliori caratteristiche di mobilità. In questo caso va armato con assist hook classico in testa e meglio se su una girella a barilotto per scaricare le torsioni laterali e gli avvitamenti classici di questo jig.SHOUT-Shiver-montaggio-jigging

Ma sarà sicuramente nello spinning sulle mangianze di palamite, alletterati e nei casi più fortunati anche tonni rossi di branco di peso medio che questi Shiver Shout troverà il suo impiego migliore, anche grazie alle grammature da 40-60 e 80 gr e le dimensioni ridotte che gli permettono  di raggiungere distanze davvero impensabili ad altri artificiali come jerkbait, pencil bait o poppers, una caratteristica a volte essenziale in questa tecnica dove l’ eccessivo avvicinamento alle mangianze rischia  sempre di far affondare i pesci. In questo caso l’armatura dovrà essere costituita da un grosso amo “in line” sistemato posteriormente, meglio anche se dressato con ciuffi di pelo di cervo colorati e radi filamenti di Crsystal Flash.SHOUT-Shiver-montaggio-casting

Da non trascurare infine anche l’utilizzo dello Shiver nello “shore jigging” dalla costa, sia essa preferibilmente una falesa con fondali profondi e ripidi, o anche  una spiaggia con elevato gradino e fondali profondi come accade sulle coste ioniche calabresi da cui si insidiano con frequenza e regolarità le palamite ed altri tunnidi. In questo caso l’armatura consigliata è sempre quella costituita da 2 piccoli assist montati corti in posizione opposta.SHOUT-Shiver-montaggio-inshore-jigging Ricordiamo però che in questo caso ad ogni urto sulla roccia lasceremo un po’  di vernice sugli scogli. I prodotti Shout sono distribuiti in esclusiva in Italia da Artico.


BANNER-LUNGO-HEADER

NON PERDETE L’OCCASIONE DI SCARICARE IL VOSTRO MAGAZINE ONLINE DA QUI

Condividi su:

Lascia un Commento: