» 1 dic 2020

Sebile Stick Cast

SEBILE-STICK-CAST-----Still-life-tumbPatrick SebilePatrick Sèbile è un noto pescatore sportivo francese, guida di pesca, collaboratore di varie riviste e protagonista di programmi televisivi di successo. Al suo attivo ha centinaia di record, è rappresentante I.G.F.A. ed una grandissima esperienza di pesca con gli artificiali con i quali ha catturato quasi tutti i pesci attorno al mondo. E’ dalla sua fervida fantasia e competenza che in questi ultimi anni è nata una serie di artificiali, con il suo nome, che indubbiamente si distinguono da tutti gli altri. Dall’ampia gamma di prodotti con il marchio Sèbile ho volutamente  selezionato  questo stick bait,  presentato qualche anno fa,  indubbiamente singolare per forma e caratteristiche  e che voleva rappresentare qualcosa di nuovo nel variegato ed affollatissimo universo degli artificiali. La forma curva accentuata, comeSEBILE-STICK-CAST-----Vista-laterale appunto quella di una banana, lo identifica e lo differenzia immediatamente ad un primo esame sommario. Nel sito di Sèbile, si racconta che durante una battuta di pesca venne colpito dai particolari movimenti di un ramo curvo caduto in acqua e preso dalla corrente…questa storia ci ricorda un’altra leggenda in cui qualcuno prendeva ispirazione da una corteccia di pino caduta in acqua, per realizzare dei minnow divenuti poi famosi, ma nonSEBILE-STICK-CAST-----Spostamento-masse-liquide indaghiamo oltre. Invece quello che veramente appare inconsueto non è la forma ma il liquido che appare vagamente oleoso contenuto all’interno dell’artificiale nel quale “nuotano” anche un pizzico di glitter lucidi, le più comuni paillettes brillanti utilizzate in svariati settori della cosmesi e decorazione in genere. Una geniale soluzione, brevettata a livello internazionale, che risolve il problema dello spostamento delle masse interne e cheSEBILE-STICK-CAST-----Particolare-testa non trova al momento altri riscontri in nessun modello sinora in commercio. A detta dell’ideatore i glitter simulerebbero il disegno ed il riflesso delle scaglie, mentre la massa fluida in movimento dovrebbe dare l’idea di una esca pulsante che tra l’altro diffonde nell’acqua un insieme di impulsi sonori a bassa frequenza estremamente attiranti. Lo Stick Cast si presenta nella sua forma  curva, come appunto quella di una banana che  loSEBILE-STICK-CAST-----Vista-laterale-GIF caratterizza   ad un primo esame sommario,  come uno stick bait classico galleggiante con il corpo filante e dalla sezione semisferica. La realizzazione dei due semigusci non prevede paratie intermedie, quindi il liquido contenuto nel suo interno che corrisponde circa ad ⅓ del volumeSEBILE-STICK-CAST-----Particolare-logo-caratteristiche totale, è libero di percorrere tutto il corpo dalla testa alla coda. Questo dettaglio è importante per spiegare il comportamento di quest’esca durante il lancio, momento in cui la massa liquida si concentra verso la coda, stabilizzando l’artificiale durante il volo e consentendogli di raggiungere ottime distanze anche in presenza di vento contrario. In acqua il liquido segue perfettamente i vari movimenti che vengono impartiti all’artificiale,SEBILE-STICK-CAST-----Particolare-ancoretta-e-split-ring spostandosi in avanti ed immergendo il capo quando questo viene bruscamente richiamato dalla cima della canna e provocando sulla superficie schizzi d’acqua e muovendosi alternativamente a destra o sinistra nel più tipico movimento walk-the-dog. Ad equilibrare e regolare questo tipico zig-zag errante ci sono poi due sfere in tungsteno situate in apposite sedi sul ventre, una terza rimane sempre in posizioneSEBILE-STICK-CAST-----Particolare-logo-Sebile all’estremità della coda. Con la canna in posizione classica davanti a noi e un recupero lento lo Stick Cast si muove come una classica esca top water con movimenti decisi ed ampi a destra e sinistra ma basta abbassare la cima della canna sull’acqua ed aumentare la velocità di recupero per velocizzare l’andamento a zig-zag con scarti meno ampi ma più cadenzati, aggiungendo anche gli spruzzi causati dalla parte anteriore del corpo, che grazie alla curvatura, colpisce la superficie sollevando spruzzi d’ acqua. Alternando questo recupero a stop più o meno lunghi e ad un ritmo più lento si possono coprire gran parte delle esigenze tipiche della pesca con artificiali di superficie.

VALUTAZIONI FINALI

Realizzato in robusta plastica termosaldata lo Stick Cast ha il corpo trasparente per magnificare al massimo l’effetto visivo del fluido e delle paillettes, solo il dorso e il ventre sono appena accennati in 6 colorazioni differenti. L’armatura interna è realizzata con un unico filo inox di ottimo spessore che costituisce insieme l’attacco di testa e l’attacco delle ancorette. Particolare cura è stata posta nella giunzione dei due semigusci, sigillati perfettamente anche per impedire la fuoriuscita del liquido, che come recitano i cataloghi non è comunque dannoso per l’ambiente. Ottimi gli accessori come anellini spaccati ed ancorette rinforzate Owner per l’uso saltwater. Occhi tridimensionali e texture del capo completano l’aspetto esterno di questi artificiali. Come quasi tutte le esche da topwater, anche questi trovano il loro impiego più adatto in condizioni di mare da calmo a poco mosso, situazioni in cui possono effettuare i vari movimenti senza rimanere in balia di onde accentuate o forti correnti di risacca. Si prestano molto bene,SEBILE-STICK-CAST-----Particolare-occhi-tridimensionali come abbiamo visto, a diverse tipologie di recupero e possono risultare artificiali interessanti laddove ormai le prede si sono assuefatte al solito campionario di esche di superficie come popper e pencil bait classici. Così nei nostri mari trovano una loro ideale collocazione per i serra svogliati e sospettosi o per le smaliziate lecce amia che ormai in questi anni si sono viste sfilare davanti agli occhi gran parte della gamma di artificiali a loro dedicati ma non ne escluderei anche un uso più assiduo per le spigole in ambienti e situazioni specifici soprattutto con il modello più piccolo da 9,5 cm e 16,5 grammi. Per la loro particolare robustezza il modello più grande è anche adatto per uno spinning tropicale medio-leggero a prede di media taglia, di solito snobbate, ma che combattute con attrezzatura equilibrata possono comunque rappresentare un ottimo diversivo quando i mostri tanto agognati non si fanno vedere.

IMPORTATO E DISTRIBUITO DA

pure-fishing-logo_thumb

Condividi su:

Lascia un Commento: