» 23 ago 2017

Kiku inchiku Molix

PIANETA--INCHIKU-----Kiku-Molix-aSembrano ormai lontani i tempi in cui non si parlava d’altro che di vertical e light jigging e non c’era mese che non ci fossero raduni o gare estemporanee organizzate in ogni parte d’Italia. Forse non si era capito che la velocissima esplosione  del mercato del jigging,  avrebbe giocoforza portato ad un inevitabile saturazione e poi ad un lento  declino.  Ma se sotto l’aspetto delle vendite la contrazione di vertical e light jigging  è ormai cosa assodata non altrettanto si può affermare nel settore più reale delle conferme sul campo. L’inchiku continua ancora la sua inarrestabile stagione di catture premiando coloro che continuano a crederci ed a praticarlo, a dispetto di quanti già ne avevano celebrato il funerale.   AVISTE-GLOBALI-Kiku-Molix KIKU--MOLIX-----Part-occhio-serigrafia-e-protezione-inferiorequesto proposito è d’esempio il caso di Molix , azienda arrivata a questo artificiale tra le ultime  dopo qualche  anno di studi e di necessarie prove in mare per la messa a punto dei vari prototipi, con la messa  in produzione del  suo  modello definitivo. E’ stato ribattezzato Kiku, un nomignolo simpatico e facile da ricordare e raccoglie in sé tutte leKIKU--MOLIX-----Part-occhio- migliori caratteristiche riscontrabili in analoghi prodotti. A cominciare dallo shape affusolato e dal profilo a goccia, una esigenza primaria in questi artificiali che devono concentrare gran parte del loro peso nella parte posteriore del corpo per poter bucare la colonna d’acqua con facilità ed arrivare velocemente sul fondo. Ma non basta solo una forma idrodinamica, infatti una altra caratteristica di questi artificiali è quella di avere più facce riflettenti in modo da inviare un maggior numero di bagliori e lampi in tutte le direzioni, sia durante la discesa che soprattutto nella fase del lento recupero. Il Kiku si presenta così con una sezione del corpo esagonale irregolare, le sei facce infatti non sono tutte eguali per dimensione e estensione. Dobbiamo infatti distinguere una parte superiore appiattita dove troviamo la sede per l’octopus ed una parte inferiore, ioKIKU--MOLIX-----Particolare--attacco-Assist-Line amo definirla “la chiglia” per il suo profilo arrotondato che stabilizza l’inchiku durante lo scarroccio ed il suo movimento altalenante durante il recupero verso la superficie. Al corpo principale, studiato per affondare velocemente e per un nuoto stabile e regolare è stato abbinato un doppio assist hook particolarmente lungo con un octopus che è praticamente della stessa lunghezza della parte metallica. Questo abbinamento non è dovuto solo al caso ma alla constatazione che un octopus ed un doppio assist piùKIKU--MOLIX-----Diverse-misure-di-octopus lunghi non solo fluttuano in modo più naturale e morbido ma contribuiscono ulteriormente a equilibrare l’inchiku durante il nuoto e lo scarroccio, come accade ad un aquilone con una lunga coda, consentendogli un movimento più ampio e più attraente.

 

 

 

VALUTAZIONI FINALI

Ben realizzato e preciso, il Kiku non presenta sbavature di sorta e basta osservare con quale precisione è ricavata la sede per l’innesto dell’assist line, il solco superiore che risulta anche rifinito in vernice fosforescente. E’ stata preferita la scelta dell’ assist line fisso a quella passante attraverso il corpo dell’inchiku, collegato tramite il solito split ring e solid ring che rende tutto il complesso pescante molto più libero. Presente sulla testa dell’octopus la sferetta in plastica “bead rattle” che con il suo continuo urtare sul corpo metallico aggiunge una ampia gamma sonora alle vibrazioni e lampi emessi dal corpo. Superiormente ed inferiormente il corpo metallico è rivestito di un tape metallizzato iridescente per aumentare l’effetto di richiamo visivo. Ben costruiti gli attacchi per laKIKU--MOLIX-----Diverse-livree lenza principale e per l’assist hook in tondino di acciaio inox di generoso spessore, sul fondo del corpo è presente anche il “rollbar” di protezione contro i continui urti sul fondo. L’octopus è in gomma molto morbida con i “tentacoli” discretamente lunghi e rifinito con riflessi metallici, l’assist line è realizzato il poliestere da 90lbs ma è ancora abbastanza sottile e “setoso” e i due ami sono i Chinu Decoy a paletta dorati, caratterizzati da una punta lunga ed estremamente affilata e micro ardiglione per facilitare la penetrazione ma da un filo squadrato e robusto. Una serie di filamenti di Flashabu o Crystal flash montati all’interno dell’octopus contribuiscono a creare un maggior effetto attrattivo. Da segnalare il grande occhio tridimensionale posto inferiormente e la speciale verniciatura superficiale “Molicoat” estremamente resistente ad urti e graffi. In 3 misure a partire da 90-130 e 160 grammi in 5 colorazioni differenti. Distribuito da Molix


Condividi su:

Lascia un Commento: