» 8 apr 2020

HYDRO MAGNUM S

HYDRO-MAGNUM-----scontornato-1

KFT non è solo il portale che descrive le ultimissime novità ma ha anche l’umiltà di guardare anche indietro ad analizzare  uno tra i minnow più conosciuti ed usati dagli appassionati di traina di mezzo mondo. Nato diversi anni fà per contrastare apertamente il netto predominio degli ultranoti jerk con paletta metallica, i leggendari Rapala Magnum per intenderci di cui tra parentesi ne ricalca in parte il nome, che per decenni hanno spopolato su tutti gli oceani, l’Hydro Magnum di Yo-Zuri partiva da una idea semplice; offrire a tutti gli entusiasti della pesca in barca una valida alternativa con caratteristiche analoghe se non superiori, a prezzi ragionevoli.

QUALITA’ SENZA COMPROMESSI

Non era facile intaccare la leggenda che i minnow della casa finlandese si erano guadagnati nel tempo, ed alla Yo-Zuri dovettero fare ricorso alle allora nuovissime tecnologie di disegni in 3D al computer per un progetto che doveva utilizzare anche i migliori materiali.HYDRO-MAGNUM-----Alcune-delle-colorazioni-disponibili---Copia Bisognava intanto realizzare un artificiale in grado di poter nuotare perfettamente in assetto stabile anche a 10-12 nodi di velocità, con tutti i problemi relativi alla struttura della bavetta anteriore sottoposta al fortissimo attrito dell’acqua ed inoltre lo stesso artificiale doveva poter essere sufficientemente robusto per resistere non solo alle forti dentature delle grosse prede tropicali ma anche resistere alla forte pressione di pesci pelagici potenti e combattivi come tonni e marlin.HYDRO-MAGNUM-----viste-3d Il risultato ottenuto è stato quello di un minnow con il corpo dal profilo classico, allungato ed idrodinamico, a sezione circolare con la particolarità di una lunga bavetta anteriore la cui inclinazione appare quasi come un prolungamento della curvatura del dorso. La bavetta, direttamente inglobata nella fusione dei due semigusci, ha una superficie d’attrito larga ed inferiormente è irrobustita da una modanatura al cui interno si trova il filo in acciaio inox che funge da attacco di testa.HYDRO-MAGNUM-----Particolare-telaio-interno-acciaio-inox---Copia Una armatura costituita da tondino di buona sezione che corre lungo tutto il corpo in uno spezzone unico formando così l’attacco dell’ancoretta centrale e di quella di coda. Il corpo è irrobustito inoltre da una serie di centine, in genere 5-6 a seconda delle dimensioni, che lo rendono maggiormente resistente all’eventuale compressione causata dalla forza delle mascelle di prede super big.HYDRO-MAGNUM-----Particolare-serigrafia---Copia La plastica utilizzata per la realizzazione è di buon spessore e la giunzione tra i due semigusci è a dir poco perfetta senza che si possa notare esternamente la più piccola ombra di sbavature o difetti di alcun genere. Il corpo è solcato da una leggera texture geometrica che dovrebbe imitare il disegno delle squame, la linea che tratteggia le branchie è in rilievo, l’occhio è grande e tridimensionale ed è inserito in un incavo con una resa altamente realistica di tutto l’insieme. Belle e abbastanza resistenti,HYDRO-MAGNUM-----Particolare-attacco-ancoretta-di-coda---Copia oltre che notevolmente riflettenti le varie colorazioni olografiche di tipo “metallic” ottenute con uno speciale processo sottovuoto. E’ armato di robusti anellini spaccati e ancorette di buona qualità ben rapportate alle dimensioni e varie misure disponibili che sono 3 a partire da 120mm. (33gr.) 140mm. (52gr.) e 180mm. (95gr.)

VALUTAZIONI FINALI

L’Hydro Magnum S è un minnow affondante, grazie alla grossa zavorra inglobata saldamente al suo interno in posizione avanzata per stabilizzare ulteriormente un artificiale che ricordiamolo è in grado di sopportare velocità di traina elevate, da 6 a 12 nodi senza prodursi in aggallamenti di sorta. Può navigare a profondità variabili tra i 7 ed i 9 metri, in funzione naturalmente delle dimensioni dell’artificiale, della velocità di traina, della distanza alla quale viene filato dalla barca ed anche alla sezione del filo che si sta utilizzando.HYDRO-MAGNUM-----Particolare-occhio-tridimensionale---Copia Il suo nuoto è stretto e vibrante con brevi rotazioni lungo l’asse longitudinale che contribuiscono in acqua ad emettere bagliori e riflessi. Come abbiamo detto è un artificiale che, nella versione da 180mm. ben si presta alla traina veloce d’altura filato a brevissima e breve distanza da poppa per lavorare in prossimità della schiuma provocata dall’elica, dove risulta particolarmente micidiale per i tonni di branco. Filato più a lungo in diversa configurazione e dressing e soprattutto utilizzando i modelli più piccoli è altrettanto efficace con le alalunghe, palamite ed altri pelagici di media taglia. Ma il suo utilizzo non si ferma qui, infatti l’Hydro Magnum S abbinato al monel è un artificiale assai interessante per la traina di fondo a dentici e cernie.

Condividi su:

Lascia un Commento: