» 20 nov 2017

De Luxe Tenya Yo-Zuri

DELUXE--TENYA-----Alcune-livree

Tenya e innovazione

Un artificiale da ultralight jigging di tipo ibrido che si può riassumere in un kabura classico ma che prevede l’utilizzo di un esca naturale. Attenzione a non confondere questa ultima “trovata” del Tenya Fishing come una novità assoluta, come qualcuno erroneamente sta tentando di farla passare. Infatti vorrei ricordare che già nel catalogo YO-ZURI di una ventina d’anni fa venivano riportate pagine e pagine intere di questi artificiali, assieme a kabura ed inchiku, tanto per dare un idea chiara sulla nascita di queste tecniche. Detto questo dobbiamo anche riportare che persino in Giappone si sta “resuscitando” questa particolare disciplina di pesca dalla barca, e ne è una prova l’interesse che diverse aziende hanno dimostrato recentemente verso questo “ibrido” del light jigging. DELUXE--TENYA-----Vista-superiore-laterale-inferiore

La genialata di abbinare ad un kabura un esca naturale del resto era venuta anche a tanti italici pescatori, nel tentativo di rendere maggiormente attrattiva la pesca con questi particolari artificiali. Ed in effetti il Deluxe Tenya è una rielaborazione riveduta e corretta delle esche anni ’60-’70 del catalogo Yo-Zuri, azienda oggi importata in Italia da Fassa, e del kabura ha lo stesso corpo sferico e idrodinamico. Ma le similitudini si fermano qui, infatti la prima cosa che salta agli occhi è il grande amo fissato direttamente al tenya già in fase di stampaggio e quindi solidale e fisso con l’artificiale.DELUXE--TENYA-----Particolare-attacco-e-occhio-Aurora-Eye-

E’ questa la differenza sostanziale, in quanto queste particolari esche sono piuttosto degli ibridi in quanto prevedono per il loro corretto utilizzo di essere abbinati ad un inganno naturale, prevalentemente gamberi ma anche lunghe trancette ricavate dal mantello dei calamari o persino inganni in silicone di varia forma. Forse, a voler spaccare il capello in quattro, è abbastanza improprio parlare di “artificiali” nel senso pieno della parola ma sarebbe più corretto ed adeguato, anche in funzione dell’utilizzo previsto per i tenya, riferirsi a loro come a delle semplici “jigs head” o semplicemente “teste piombate”. DELUXE--TENYA-----Particolare-amo-portante-e-fermo-elastico

Sicuramente però il paragone non regge a lungo quando andiamo ad analizzare il Deluxe Tenya nelle sue componenti principali. I tenya Yo-Zuri sono costituiti da un “corpo” metallico sferico sfaccettato e dal profilo che ne agevola l’affondamento e soprattutto il movimento di “strisciata” sul fondo. Sui due fianchi leggermente appiattiti sono ricavati gli incavi per i 2 occhi tridimensionali (Aurora eye) dai riflessi iridescenti, esaltati dal fondo verniciato in nero. Superiormente la sfera, che dovrebbe costituire il “corpo” o la “testa” del tenya è smussata in modo da ricavare la sede sulla quale appoggiare la testa del gambero.DELUXE--TENYA-----Particolare-assist-hook

Sulla parte posteriore c’è l’aggancio dell’assist line che è un cordino in nylon e poliestere ad alta resistenza lungo appena qualche centimetro più dell’amo “portante”, sul quale è annodato un amo più piccolo che viene inserito nel corpo del gambero e che rappresenta l’amo “ferrante”, il grosso amo dritto portante infatti ha il compito di trattenere l’innesco o il gambero appunto. Sotto l’amo portante, saldato anch’esso direttamente nel corpo del tenya, c’è un filo d’acciaio che risulta aderente al gambo dell’amo e che costituisce una sorta di fermo per l’elastico, fornito in dotazione, che viene utilizzato per bloccare saldamente il gambero con diversi giri dello stesso sull’amo più grande.DELUXE--TENYA-----Deluxe-Tenya-vista-frontale-1

Superiormente invece c’è l’occhiello d’attacco alla lenza madre, anche questo in filo di acciaio inox. Il corpo è verniciato a spessore con un trattamento a fuoco che ne evita, per quanto possibile, il deterioramento ed il distacco a causa di continui colpi sul dello sfregamento sul fondo, ed in effetti a patto di non insistere solo su fondali rocciosi la verniciatura superficiale tiene abbastanza
bene. Diverse sono le livree disponibili, tutte giocate sui toni dell’arancio, del rosso e dell’oro con alcune finiture di tipo “glow” o fosforescente e tre le misure, a partire da quella più piccola #10-37gr. #15-56gr. e #20-75gr.DELUXE--TENYA-----Deluxe-Tenya-vista-frontale

L’innesco del gambero è ben descritto nel disegno allegato in ogni confezioneDELUXE--TENYA-----Deluxe-Tenya-confezione-con-elastici e ogni passaggio risulta chiaro e comprensibile, semmai suggerisco di far passare l’amo pescante sul corpo in modo che la punta sia orientata verso l’alto per evitare al massimo probabili incagli su fondali accidentati.


VALUTAZIONI

Questa esca ibrida si orienta alla pesca di pagelli e pagri e sparidi in genere tra cui anche tanute e persino orate e personalmente ritengo che debba essere quindi praticata limitatamente su fondali fangosi e misti a macciotto, sulla roccia infatti è assai elevato il rischio di incorrere nei fastidiosi pesciotti di scoglio, sciarrani in testa, che attratti dal gambero o dall’esca naturale utilizzata renderebbero vano ogni nostro tentativo di insidiare prede più pregiate e di maggior taglia. Si utilizzano le stesse canne, mulinelli e fili trecciati di ridotto diametro ormai ben conosciuti nel ultralight jigging con i kabura, con una maggior predilezione per canne con la cima particolarmente morbida e sensibile on grado di restituire ogni più piccola tocca. Le misure più grandi si sono rivelate utilissime pescando su fondali importanti intorno ai 70-100mt dove dobbiamo far arrivare i tenya sul fondo  presso piccoli rilievi sul fango poco estesi, regno incontrastato dei pagri, magari anche in presenza di forte scarroccio.

Condividi su:

Lascia un Commento: