» 23 ago 2019

Gamakatsu GT Recorder Treble 24

Gamakatsu-Recorder-Gt-magic-eye-e-barbless

Se non avete mai avuto in canna un autentico treno che vi  trascina in acqua sbobinandovi  un multifibre da 100lb  con il drag della frizione quasi serrato che geme e fischia…beh allora questo post non fa per voi perché  dubiterete sicuramente  a credere di mostri che aprono ancorette che a prima vista sembrano veri e propri “ancorotti” , fanno esplodere artificiali come se fossero grissini ed altre amenità simili.-Big--Giant-Trevally-record-da-66-kg Eppure in alcuni mari del mondo mostri di questa fatta esistono…eccome! Chi invece si è trovato a rigirarsi  per le mani un “ancorotto” aperto come una latta ed ha provato quella strana sensazione tra la frustrazione e l’impotenza… sa bene di cosa vado cianciando.-Ecco-come-vengono-ridotti-i-poppers  Stiamo parlando di popping tropicale se ancora non lo aveste capito e non solo, visto che  i tonni non si prendono ormai esclusivamente  a   K.E. Island  ma fortunatamente pure da noi  la “pop tuna fever” sta per esplodere tra pochi mesi. E finalmente eccole anche qui in Italia le Recorder GT di Gamakatsu  grazie a Vagabond Fisherman ad un prezzo tutto sommato onesto senza correre tutti  i rischi delle spedizioniGamakatsu-Recorder-Gt-punta-barbless internazionali. Si tratta di ancorette Heavy Duty dedicate quasi esclusivamente ai grossi Giant Trevally over ‘anta e a prede di taglia XXXL con apparati boccali particolarmente duri, hanno il filo di grossa sezione squadrato, sono del tipo barbless cioè senza ardiglione per agevolare il rilascio ed evitarvi dei dolori piercing in mezzo all’Oceano nel caso un vostro compagno di viaggio venisse preso “lui”  dalla frenesia,Gamakatsu-Recorder-Gt-magic-eye non i pesci,  mettendosi a lanciare  senza guardarsi dietro. Hanno la punta particolarmente acuminata   e lunga che si assottiglia sensibilmente proprio per bucare con più facilità le placche ossee mandibolari,  ma è la particolare forma della curva di queste ancorette che porta la stessa  punta ad essere orientata leggermente a rientrare,  per una ottimale penetrazione,  ma anche per una maggiore tenuta sottoGamakatsu-treble carico. Da segnalare l’intelligente smussatura superiore dell’occhiello “Magic Eye” per poter inserire con facilità i grossi split ring necessari, da 300 a 400lb almeno, senza dover fare un allenamento preventivo da culturista e senza rischiare magari di allargare gli anelli spaccati di dubbia qualità. Le numerazioni vanno da 5/0 6/0 7/0 e 8/0 e sono leggermente diverse da altre che di solito conosciamo, le prime due sono adatte a stick e popper di media dimensione le altre due sono da destinare ad artificiali e prede sicuramente Big.  A volerci trovare qualche difetto forse il prezzo, anche se non mi pare proprio il caso di lesinare su un accessorio così determinante quando si spendono migliaia di euro in attrezzatura e viaggi, poi l’estrema affilatura della punta che da nuova è sicuramente super performante ma che  andrebbe sicuramente rivista ed all’occorrenza rifatta con l’ausilio di una buona lima o di specifico affilatore. Qui sotto le Gamakatsu Recorder GT del #5/0 montate su un big cup Sevenseas.Gamakatsu-Recorder-Gt-su-popper


Le Gamakatsu Recorder GT le trovate da: vagabond-fisherman-logo-(1)

Condividi su:

Lascia un Commento: